https://i1.wp.com/usa10kit.com/wp-content/uploads/2011/03/Prandelli.jpg?resize=220%2C220

L'allenatore?

Dedico il post di oggi alla nazionale, per non annoiarci a parlare tre giorni consecutivi di mercato. Presumibilmente oggi non chiuderemo nessun affare, per cui possiamo anche farlo a mente libera.

Dunque, caro dottor Prandelli. Lei disse da Settembre che avrebbe dato spazio in nazionale a chi gioca minuti nel proprio club, poiché chi sta in panchina perde autostima. Ci chiediamo qui se questa regola valga per tutti. Sicuramente pare non valere per i giocatori Balotelli e Bonucci. In particolare quest ultimo che è 6-7 mesi che non ha un continuità nella Juventus mentre il primo è fuori dal city per motivi disciplinari, gli stessi per cui, tempo fa, fu escluso De Rossi.

C’è chi invece ha continuità e viene lasciato a casa, ovviamente parliamo di Ignazio Abate. Ci chiediamo i motivi per cui venga continuamente ignorato il più forte terzino destro dell’ultima serie A. Insomma, le convocazioni in nazionale sono rimaste sempre le stesse, con un comitato di senatori a dominare, seppure questi non trovino più spazio nei loro club. Le motivazioni le sappiamo tutti da calciopoli: le presenze in nazionale danno visibilità a livello internazionale e quindi alzano i cartellini dei giocatori.

E quindi ritorniamo all’inizio del post: dottor Prandelli, ci spieghi. Ci spieghi se questa è veramente la sua nazionale e ci spieghi se lei è assolutamente libero di fare le convocazioni o se è costretto, data la pletora di club italiani rappresentati, a concedere dei “contentini” e convocare i favoriti di qualche procuratore o giornalista in modo da evitare le critiche.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.