23 maggio 1968, stadio DE KUIJP, Rotterdam. Il Milan sfida il temibile Amburgo per la finale di Coppa delle Coppe. Una partita che sarebbe il finale perfetto di una stagione davvero esaltante, nella quale i rossoneri hanno già vinto il loro nono scudetto grazie ai grandi colpi di mercato dell’allora neo-presidente Franco Carraro, che aveva preso il posto del padre scomparso improvvisamente. Gli acquisti sono di quelli che mettono i brividi ai tifosi: Cudicini, Hamrin, Malatrasi, Prati. Inoltre in panchina torna il più grande mister rossonero di tutti i tempi, Nereo Rocco, che dà nuova linfa ai vecchietti ma soprattutto riesce a dare nuove motivazioni a Gianni Rivera, dopo qualche anno di troppo passato a vedere vincere le altre squadre italiane.

La partita non ha storia e la squadra del Paròn la chiude qauasi subito. Il Milan passa in vantaggio dopo 3 minuti grazie a un bel gol di Hamrin, con Sormani che con uno spettacolare colpo di tacco lancia Lodetti sulla destra, il cross rasoterra è perfetto per l’attaccante che  stoppa il pallone a seguire e in scivolata piazza la sfera nell’angolino con il portiere in uscita.
Il secondo gol è un vero e proprio capolavoro della punta svedese, che al 19′ parte dalla linea laterale sulla trequarti, salta il primo giocatore con un tunnel, entra in area saltando un altro avversario con il secondo tunnel consecutivo e poi batte il portiere dell’Amburgo con un bel rasoterra.

Un giocatore fortemente sottovalutato Kurt Hamrin, chiamato “l’uccellino” per la sua particolare corsa, con passi brevi e veloci in grado di saltare facilmente i suoi marcatori. Non è mai rimasto nel cuore dei tifosi rossoneri in quanto ha giocato col Milan solo per due stagioni, ma va detto che al suo primo anno ha subito contribuito a far vincere dopo tanto tempo lo scudetto e una coppa europea alla squadra rossonera. Tutt’ora è il settino marcatore di tutti i tempi in serie A e il secondo straniero per numero di presenza nel campionato nostrano.

MILAN: 1.Cudicini 2.Anquiletti 3.Rosato 4.Trapattoni 5.Schnellinger (ger) 6.Lodetti 7.Rivera 8.Scala 9.Hamrin (swe) 10.Sormani 11.Prati Tr. Nereo Rocco
AMBURGO: 1. Ozcan (tur) 2.Sandamann 3.Schulz 4.Dieckemann 5.Kurbjuhn 6.Kramer 7.Horst 8.Dorfel 9.Seeler -cap. 10.Honig 11.Gert Dorfel Tr. Kurt Kock
ARBITRO: Jose Maria de Mendebil (esp)
RETI: Hamrin 3?, 19?.

Posted by elbonito