Alla fine è arrivato l’amaro responso dal giudice sportivo, 3 giornate di squalifica per il fuoriclasse svedese , chiedo a voi sono giuste in relazione al gesto? Giuste o non giuste il danno è fatto, non ci sarà Ibra con il Palermo, l’Inter e la Fiorentina. In questa settimana ho avuto la strana impressione che il nostro allenatore abbia commesso diversi errori di valutazione che alla fine costeranno molto probabilmente in termini di punti nella lotta scudetto:
1) Il primo grave errore è stato far giocare in condizioni fisiche non ottimali Boateng nella partita di Champions League, giocatore che attualmente è il più imprescindibile se si vuol vincere lo scudetto e soprattutto devastante nell’aprire le difese schierate avversarie. La sua assenza ha pesato moltissimo nell’incontro con il Bari.
2) L’ aver schierato un Robinho ormai palesemente alla frutta che, già nel primo tempo, non aveva, una che dico una, effettuato  una giocata giusta; in sintesi era già da sostituire dopo 30 minuti di gioco con il riposato Cassano. L’impressione è che questo allenatore quando ha abbondanza di uomini da scegliere, tenda sempre ad affidarsi agli stessi: fateci caso, sembra non amare il turn over e questo aspetto mi preoccupa non poco.

Bisogna altresì doverosamente evidenziare un rendimento casalingo inferiore alle attese: a San Siro abbiamo perso con Roma e Juventus ma soprattutto abbiamo pareggiato con Catania Udinese e Bari. Anche domenica abbiamo assistito nel primo tempo, così come nella partita di coppa, ad un ritorno al passaggio orizzontale, con una velocità di manovra lenta e prevedibile e con le due punte Ibrahimovic e Pato ferme ad aspettare la palla e non compiendo di conseguenza i movimenti richiesti dall’allenatore. Trovo strano che un allenatore votato alla verticalizzazione della manovra abbia accettato così passivamente il tipo di manovra lenta nella partita di coppa e che questo comportamento negativo non sia stato da lui stesso contestato ai giocatori ed eliminato nella partita successiva.

Allenatore che nella giornata di lunedì pomeriggio è stato convocato a Milanello per chiarire alla dirigenza le modalità di scelta da lui effettuate in questi ultimi incontri, modalità che non hanno convinto né i vertici di via Turati, né la proprietà.

Nel leggere i commenti di queste ultime ore su questo blog si è molto discusso su chi debba assolutamente vincere lo scudetto. Non ci sono dubbi purtroppo, una squadra che è in testa al campionato da Novembre con cinque punti di vantaggio, non può perderlo, indipendentemente dalla pari forza dell’antagonista Inter.

Per la trasferta di Palermo resto fiducioso, il ritorno di Boateng in posizione di trequartista, garantisce maggior equilibrio e pericolosità e soprattutto rilancia nel ruolo di prima punta Pato, papero che avrà l’onere di dimostrare una volta per tutte, liberato dalla presenza ingombrante di Ibrahimovic, il suo vero valore di fuoriclasse. E su questo accettasi scommesse.

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.