1. La partita contro il Bari non va sottovalutata perchè “Coppa Italia”: i due pareggi sono arrivati contro un Udinese che ha fatto 5-6 tiri massimo in quella partita (a fronte di 4 gol) ed è riuscito a pareggiare grazie ad un difensore da serie Z, e contro un Lecce che trovo in gran forma e ben determinato alla salvezza (e se lo dico io che sono barese, un fondo di verità ci sarà): la prestazione, a mio parere migliore di come la descrivono molti milanisti, rispecchia quella che sta tornando, Roma (promuovetelo secondo di Abbiati, vi prego) e pochi altri a parte, la formazione titolare rossonera. Sono molto ottimista, la squadra ha tutte le potenzialità per andare avanti nonostante certi errori di Allegri…

2. Potenzialità che ha grazie anche al fatto che l’Inter non potrà di certo vincere per sempre. Non perchè il calcio sia lo sport ingiusto per antonomasia, e lo è, ma perchè dopo poche partite sembra già che ai cugini manchino le gambe. Milito sta tornando in forma ma non può bastare, e l’assenza di Ranocchia non può essere certo l’alibi per far passare ogni palla del Cesena e per rischiare di pareggiare in superiorità numerica. Leonardo sta facendo poco e niente, delegando molto allo staff come nel suo anno a Milano (e comunque ha capito che con l’Inter l’errore è fare qualcosa), ma sta sottovalutando il turnover. La panchina dell’Inter è molto buona [a parte in attacco] e dunque non si possono far giocare sempre i soliti. Perchè con una squadra dove, chi più chi meno, tutti escono da infortuni, ci andrei con le pinze.

3. Dopo un rigore sbagliato tutto il popolo milanista sta facendo tragedia sull’eventuale (da “probabile” a “possibile”, con una lenta discesa verso “eventuale” e mi sa tra poco “chimera”) acquisto di Ziegler! Pur essendo un ripiego per non essere riusciti ad affondare con Criscito, lo trovo un ottimo giocatore, anzi spero proprio che venga dato il vuoto in materia terzini – e viste le ultime news mi sembra difficile venga.. Ma secondo me Galliani e Braida hanno qualcos’altro in serbo. [3.1: Non è più Berlusconi a gestire il Milan, lui ci mette i (pochi) soldi, la dirigenza vede cosa fare. Non confondiamo calcio e politica, vedi sotto] Allegri sembrava certissimo quando annunciava l’arrivo di un centrocampista, solitamente si fa pretattica sul mercato. Il problema è chi: Lazzari? O qualcun altro…? Fino al fischio finale FIGC, starei con le orecchie rizzate.

4. Vi invito a leggere.

Pensare agli intrallazzi è doveroso. Il calcio non è solamente quello che si vede sul campo, anzi spesso la differenza la fanno certi personaggi dietro le quinte (non è certo il caso dell’Inter ma di molte altre squadre sì).

Detto questo che Berlusconi sia la persona più onesta del mondo e che tutti dobbiamo ringraziarlo per quello che ha fatto e sta facendo per il paese, non significa certo che il Milan sia la squadra dell’onestà, ci sono altre variabili da considerare.

Alex_junior

Solitamente riesco ad essere d’accordo con qualche minima riflessione persino dei peggio interisti. Ma questa frase mi ha fatto scombussolare gli umori corporei: non condivido nemmeno “agli” o “è” o “sul”. E’ la peggiore cosa che abbia mai letto.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.