Rio de Janeiro, 16 novembre 1963, stadio Maracanà. Il Milan si gioca tutto nella “bella” contro il Santos di Pelè, alla fine della quale si decreterà la vincitrice della Coppa Intercontinentale. Allora la formula della competizione era talmente assurda da non sembrare vera: andata in Italia, ritorno in Brasile, e in caso di vittoria di entrambe le squadre nelle due gare si disputava una terza partita, decisiva, sempre in Brasile. Una formula che sarebbe assurda ora, nel 2010, figuriamoci allora che i mezzi di trasporto erano ben peggiori di quelli attuali.
L’andata fu dominata dai rossoneri, che dimostrarono la loro netta superiorità con un 4 a 1 che lasciava poco spazio ai commenti. Al rigore di Pelè risposero Trapattoni, Amarildo (2) e Mora. La partita di ritorno, giocata tre settimane dopo a Rio, fu però tutta un’altra storia. L’arbitraggio dell’argentino Brozzi, infatti, fu spudoratamente a favore dei padroni di casa. Altafini e Mora dimostrarono comunque che il Milan era nettamente più forte degli avversari (tra l’altro privi di Pelè), ma la rimonta era nell’aria: nella ripresa i giocatori brasiliani giocarono duro e nel Milan uscì per infortunio il portiere Lodetti. Finì quattro a due per il Santos dopo una serie di interventi durissimi da parte dei brasiliani, e tutto quindi si sarebbe deciso nella “bella” che si doveva giocare solo due giorni dopo nello stesso campo, e attenzione, con lo stesso arbitro!
Mister Carniglia, consapevole del fatto che il Milan avrebbe perso non per motivi sportivi, tolse dalla mischia Rivera e schierò il secondo portiere, costretto però anch’egli a uscire quasi subito per un intervento killer di un avversario. Subito dopo toccò a Maldini uscire dal campo. La partita fu decisa da un rigore inesistente, con l’allenatore rossonero che per poco non entrava in campo dalla rabbia. Dalmo trasformò il rigore che consente al Santos di aggiudicarsi la Coppa Intercontinentale del 1963.

Milan-Santos 4-2
Milan: Ghezzi; David, Trebbi; Pelagalli, Maldini, Trapattoni; Mora, Lodetti, Altafini, Rivera, Amarildo
Santos: Gilmar; Lima, Haroldo; Calvet, Geraldinho, Mengalvio; Zito, Dorval, Coutinho, Pelé, Pepe.
Arbitro: Habefellner, Austria
Marcatori: 3′ Trapattoni, 15′ Amarildo, 55′ Pelè, 67′ Amarildo, 82′ Mora, 84′ Pelè (rig)

Santos-Milan 4-2
Santos: Gilmar, Ismael, Mauro; Haroldo, Dalmo, Lima; Mengalvio, Dorval, Coutinho, Almir, Pepe
Milan: Ghezzi (Balzarini) David, Trebbi; Pelagalli, Maldini, Trapattoni; Mora, Lodetti, Altafini, Rivera, Amarildo
Arbitro: Brozzi, Argentina
Marcatori: 12′ Altafini, 18′ Mora, 50′ Pepe, 55′ Mengalvio, 65′ Lima, 68′ Pepe

Santos-Milan 1-0
Santos: Gilmar, Ismael, Mauro; Haroldo, Dalmo, Lima; Mengalvio, Dorval, Coutinho, Almir, Pepe
Milan: Balzarini (Barluzzi); Benítez, Pelagalli; Trebbi, Maldini, Trapattoni; Mora, Lodetti, Altafini, Amarildo, Fortunato
Arbitro: Brozzi
Marcatori: 31′ Dalmo (rig)

Posted by elbonito

83 Comments

  1. Molto più affascinante la formula di allora.

  2. Diavolo1990

    La formula di allora era un truffa.
    Prima di tutto perché la bella era sempre lì.
    Poi perché la sudamericana spesso e volentieri aveva il ritorno in casa propria.
    Questa gara va certamente classificata tra i più grandi furti della storia del calcio.

  3. All’epoca di questa partita, sadyq era già vecchio…

  4. Senza neppure dover tirare in ballo l’aspetto tecnico, anche io sono un sostenitore di quella formula. Andare in sudamerica nei loro stadi era roba per cuori forti. :mrgreen:
    Un giocatore, in questo momento non ricordo se lo disse uno del milan riguardo a quella finale o uno dell’Inter su quella dell’anno dopo, racconto di come andasse a battere gli angoli in tutta fretta per la paura di essere accoltellato … 😯
    Certo, non sono cose che fanno bene allo sport ma davano un tocco di epico che l’attuale cialtronata di plastica non avrà mai.

    L’andata fu dominata dai rossoneri, che dimostrarono la loro netta superiorità con un 4 a 1 che lasciava poco spazio ai commenti.

    4-2. :mrgreen:

    L’arbitraggio dell’argentino Brozzi, infatti, fu spudoratamente a favore dei padroni di casa.

    Anche questa era una consuetudine. Gli arbitraggi erano spesso casalinghi ma li erano sempre qualcosa di più.

    Prima di tutto perché la bella era sempre lì.
    Poi perché la sudamericana spesso e volentieri aveva il ritorno in casa propria.

    In realtà si faceva un anno da una parte ed uno dall’altra. E la bella veniva giocata nel continente della gara di ritorno pochi giorni dopo proprio per evitare altri viaggi transoceanici. Difatti l’anno dopo il ritorno fu giocato a Milano e la bella a Madrid.

  5. Diavolo1990

    Sarà anche epica ma è una formula che non garantisce equità.
    Vuoi perché in una andata ritorno la squadra che ha in casa il ritorno a parità di valori parte avvantaggiata.
    La coppa di plastica non avrà il fascino ma garantisce quella imparzialità che quella non poteva dare. Solo che la FIFA l’ha capito troppo tardi.

  6. Buongiorno ragazzi (si fa per dire, visto il tempaccio).

    Stamattina mi sono ribaltato sulla sedia dopo aver aperto il mio sito preferito: :mrgreen:

    “Coreani in un solo boccone. Tanto per darvi l’idea, il Seongnam vale il Milan ma con in più un ottimo Sung Kuk.”

    “Li avremmo disintegrati anche schierando Catia Polidori.”

    “Ora sotto con i congolesi. Poi vengano pure canadesi, laotiani, kazaki o patagonesi: un gran tuzzo sul naso non lo neghiamo a nessuno.”

    “Il sillogismo di interistiorg.org: i milanisti sono tifosi europei; i tifosi europei considerano il calcio africano una merda; il calcio africano è rapprentato al mondiale dal Mazembe; il Mazembe è una delle due squadre più forti del mondo; il Milan è inferiore al Mazembe; i milanisti considerano il Milan una merda. Torna, no?” :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    “E adesso il destino ci fa incontrare proprio i nostri arci-nemici storici: quei maledetti del Mazembe.”

    “Tra l’altro Mazembe in shwaili significa: “il Milan impressiona contro il Brescia: sticazzi”

    “Acmilan scrive che a Milanello hanno fatto “la fase di riscaldamento a secco“. Questo perché stiamo sfregandoglielo con forza per entrare senza lubrificante.”

  7. Vuoi perché in una andata ritorno la squadra che ha in casa il ritorno a parità di valori parte avvantaggiata.

    Allora non è equa neppure la Champions. Quindi cosa facciamo?
    Fra l’altro considera che in quegli anni non si contava la differenza reti, per quello c’era la bella.

    La coppa di plastica non avrà il fascino ma garantisce quella imparzialità che quella non poteva dare.

    La perfezione non esiste.
    Il Mazembe arriverà in finale giocando una partita di più, non è equo.
    L’Inter con un giorno in meno di riposo, non è equo.
    Il clima sarà più vicino a quello cui è abituata una delle due squadre, non è equo
    La distanza chilometrica fra gli alberghi e lo stadio non è esattamente la stessa, non è equo.
    ….
    Come vedi se si vuole “pignolare” c’è sempre qualcosa da dire.

    Una cosa non capisco, tu contesti per il gusto di farlo?
    Perchè prima dici che il problema è che si giocava più spesso il ritorno in sudamerica.
    Assodato che non è vero, allora diventa una competizione poco equa in generale.
    Poi sarà un’altra cosa.

  8. Diavolo1990

    Balabam è la UEFA stessa che ammette che si sono vantaggi per chi gioca il ritorno in casa facendolo giocare a chi vince i gironi. Il resto è sorteggio.
    Così, a parti invertite, l’avremmo certamente vinta noi per la coppa. Ma anche lì si parla di differenza reti.
    Ma tra differenza reti, e 2 partite a 1 c’è l’abisso

  9. nel santos giocava già coutinho 😯

  10. quoto diavolino al commento 2:

    La formula di allora era un truffa.
    Prima di tutto perché la bella era sempre lì.
    Poi perché la sudamericana spesso e volentieri aveva il ritorno in casa propria.
    Questa gara va certamente classificata tra i più grandi furti della storia del calcio

    aggiungo che la partita fatta laggiù era sempre solo aggressione fisica, ricordo le facce tumefatte dei giocatori delle squadre italiane al loro ritorno in italia. uno schifo.

  11. Diavolo1990

    Era già vecchio anche Apocal…. 😀

  12. ero il nonno di me stesso

  13. ‘azz, è tornato il SUDOKU ❗ ❗ ❗ :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  14. Balabam è la UEFA stessa che ammette che si sono vantaggi per chi gioca il ritorno in casa facendolo giocare a chi vince i gironi.

    Diavolo, sei snervante. Ho forse detto che giocare il ritorno in casa non sia un vantaggio? Non mi pare. Allora cosa mi stai contestando?

    Così, a parti invertite, l’avremmo certamente vinta noi per la coppa.

    La solita affermazione incontrovertibile….senza dubbio hai ragione. E’ un’Intercontinentale di cartone per il Santos … 🙄

  15. buongiorno

    ragazzi che freddo

    la nuova formula mi piace

    non è mica detto che il mondiale per club lo debba vincere una squadra europea o sudamericana

    l’Inter ha una grossa occasione :mrgreen:

  16. mazembe merda

  17. Buogiorno a tutti!

    Buongiorno apocal!

    Interessante il tuo mantra quotidiano!

  18. Diavolo1990

    Balabam tutte le intercontinentali giocate fuori da suolo giapponese sono di cartone!

  19. Ahahahah bellissima questa :mrgreen:
    Cosa avrebbe Yokohamadi tanto diverso da Abu Dhabi?

  20. FPL guarda che io sono giovane! Pensa che ancora ci do ……. poco!

    Se vogliamo parlare di botte, aspettiamo che Elbonito faccia il post sulla finale del 1969 contro le merde argentino-slave dell’estudiantes! Quello che è successo contro il Santos, che era comunque una signora squadra, non è niente!

  21. Diavolo1990

    Se vogliamo parlare di botte, aspettiamo che Elbonito faccia il post sulla finale del 1969 contro le merde argentino-slave dell’estudiantes! Quello che è successo contro il Santos, che era comunque una signora squadra, non è niente!

    Mi sembra l’abbia già fatto ma vado a memoria :mrgreen:

  22. Eh, allora non lo ricordo!

  23. Diavolo1990

    No ho controllato manca…
    Allora lo mettiamo in coda dopo le vacanze di natale 🙂 😀

  24. @ Melito
    La maglietta mi è arrivata ieri, con un po’ di ritardo ma tutto sommato ci sta, dato che siamo in periodo natalizio. Comunque sia, il tipo ha sempre risposto alle mail ed è sempre stato gentile.
    La maglietta è fatta bene, poco da dire. Stessa qualità di quelle che compri in negozio e i dettagli son ben fatti. Assolutamente consigliata.

  25. Si dai Melito, compratela anche tu una bella maglia RossoNera.Chissà come sarai bello!

  26. Sadyq, dammi il tuo indirizzo che te ne regalo una per Natale.
    Di Ibra, ovviamente.
    Ah, ricordati la taglia.

  27. Risparmia quei soldini, non saprei che farne!

  28. A proposito di Ibra:

    “Il rapporto con i compagni è fantastico; ci aiutiamo a vicenda. Non ho mai respirato un’atmosfera così, andiamo d’accordo tutti”. E cita due compagni: “Mi manca tanto Inzaghi, in campo e fuori. E Gattuso? Un grande, un motivatore, adrenalina pura. Dà la spinta al gruppo. In campo è un animale: senza di lui è dura”.
    E poi Allegri che allo svedese non rinuncerebbe mai: “Il mister è giovane, ha una bella visione del calcio, ama il gioco d’attacco. Poi non ha vinto ancora e quindi ha una voglia pazzesca. E’ intelligente e sa essere cattivo al momento giusto. Sa regalare grinta alla squadra”.

  29. LPF, com’era il sito per le magliette?

  30. Assolutamente consigliata.

    Grazie Lpf…appena posso mi faccio il guardaroba nuovo.

  31. Eppure x’era qualcuno convinto che avesse spaccato lo spogliatoio …….. non ricordo chi fosse!

  32. Chissà come sarai bello!

    Sadyq, io sono bello a prescindere. Anche senza maglia…a volte anche senza pantaloni! 🙄

  33. Diavolo1990

    Ma che fine ha fatto Tizio?
    E’ congelato?

  34. Non ha retto i -13 gradi :mrgreen:

  35. “Il rapporto con i compagni è fantastico; ci aiutiamo a vicenda. Non ho mai respirato un’atmosfera così, andiamo d’accordo tutti”

    Stesse parole che diceva prima di Natale col Barça l’anno scorso

  36. Non ha retto i -13 gradi

    A dirla tutta non ha retto nemmeno il + 1! E’ scomparso da parecchio.

    Tizio se ci sei batti un colpo, a me manchi, agli altri un po’ meno, penso.

  37. Invece, bestie che non siete altro, capisco diavolo che tifa per un’altra squadra ma nessun ancora ha fatto gli auguri all’AC Milan 1899!!!

    Buon 111° compleanno. 😀

  38. Diavolo1990

    Invece, bestie che non siete altro, capisco diavolo che tifa per un’altra squadra ma nessun ancora ha fatto gli auguri all’AC Milan 1899!!!

    Buon 111° compleanno. 😀

    Se vi dico che me l’hanno detto 20′ fa su msn che oggi erano 111 anni e tra i redattori non se lo ricordava nessuno ci credete ? 😆

  39. a 90 minuti dall’immortalità, a 90 minuti dalla gloria aeterna, sparta-inter trionfa immortale.

  40. Se vi dico che me l’hanno detto 20? fa su msn che oggi erano 111 anni e tra i redattori non se lo ricordava nessuno ci credete ? 😆

    Guarda, visto che è il vostro compleanno evito una battuta cattiva …

  41. 111 e li dimostrano tutti

  42. A me di queste ricorrenze interessa poco.
    Il Milan è il Milan ogni giorno, pensavo che diavolino lo sapesse che era il compleanno.

    Ma vabbè, fa niente, il Milan si festeggia ogni giorno… 🙄

  43. il Milan si festeggia ogni giorno…

    Io preferisco i funerali!

  44. 111 anni e non sentirli…auguri a tutti noi! Forza Milan, Inter merda!

  45. Anche perchè poi le frasi che si dicono in questi casi son sempre le stesse…
    108 anni e non sentirli
    109 anni e non sentirli
    110 anni e non sentirli
    111 anni e non sentirli

    (niente contro il commento di elbi, eh?)
    Ne riparliamo al 150° compleanno, per chi ci sarà. 😈

  46. 111 anni buttati

  47. 111 anni…di cui 2 in B! :mrgreen:

  48. Sadyq, io sono bello a prescindere. Anche senza maglia…a volte anche senza pantaloni!

    S, immagino: un bijoux!

  49. 111-2 uguale 109

  50. Meglio che 102 nella mediocrità più assoluta ……. vabbè, tranne gli ultimissimi!

  51. 111 anni di … cartone! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  52. Berlusconi “Voglio pure Cassano”

    non si capisce se come giocatore o come senatore.

  53. no come escort…..

  54. … ah già dimenticavo, il pedoporno è pure esperto di puttane.

  55. non solo lui…..

  56. Meglio che 102 nella mediocrità più assoluta ……. vabbè, tranne gli ultimissimi!

    no no sadyq, gli ultissimi sono stati i meno dignitosi per loro! sai che bello vincere senza avversari!

  57. Ma le vittorie ci sono comunque state. Il problema è che si comportano e chiacherano come se la storia fosse stata tutta come in questi ultimi anni!

  58. dopo questo :

    pare che nei colloqui confidenziali di questi giorni con amici deputati di fede rossonera, Silvio Berlusconi abbia proferito questa frase: “Ora mi prendo anche Cassano”.

    e questo:

    Non consiglierei di puntare solo su Cassano, perché ci sono tanti giocatori importantissimi che potrebbero muoversi a gennaio, anche oltre frontiera e Oltremanica”.

    per cassano manca solo l’ufficialità mi sa… 🙁

  59. Diavolo1990

    Cacciate l’idiota
    BUCCHI VIA!!!!!

  60. diavolino, che è successo?

  61. Diavolo1990

    diavolino, che è successo?

    Che abbiamo in panchina il degno erede del tattico di napoleone a Lipsia e Waterloo!
    Lo stuprano e resta a guardare!

  62. che figura di merda che avete fatto diavoletto!

  63. si, ma a parte napoleone, che è successo, perchè sei così incazzato?

  64. ho visto, ma ancora l’aj non è eliminata…

  65. Antonio Cassano è praticamente un giocatore del Milan. A sorpresa, l’agente di FantAntonio, Giuseppe Bozzo, ha incontrato a cena Adriano Galliani e Ariedo Braida e ha raggiunto con loro l’accordo per il trasferimento del barese a titolo definitivo al club rossonero fino al 2014. Nel corso della cena i dirigenti del Milan hanno contattato telefonicamente Garrone, da cui hanno ottenuto il via libera all’affare. Cassano guadagnerà 3 milioni più premi.

  66. diavolo, apocal e altri: questa passione per il basket mi sembra insensata! :mrgreen:

    Mi piace solo il Gallo perché è milanista!

  67. a questi soldi vanno aggiunti quelli di un bravo psichiatra.

  68. w il basket

  69. Cassano uno di noi!

    Cassano uno di noi!

    Cassano uno di noi!

    Mi viene da ridere! Ma che acquisto è?

    Non ne metto in dubbio le qualità, ma ci serve?

    E il centravanti sostituto di Inzaghi? E il difensore forte?

    Nutro qualche dubbio, ma sono pronta a ricredermi.

  70. Forse la presenza di Ibra sarà sufficiente a dissuaderlo da fare cassanate!

  71. Diavolo1990

    ho visto, ma ancora l’aj non è eliminata…

    Eh bisogna vincere a OAKA e il Valencia deve perdere in casa col Lubiana.
    Ha mandato a escort persino il differenziale.
    Nella mia personale lista di persone che devono morire bucchi è secondo solo al Berlusca, ormai precede stabile Moratti

  72. diavoletto se berlusca muore il terzo giorno resuscita… 😀

    su mediaset hanno detto che è stato raggiunto anche l’accordo con il real sulla base di tre milioni….

  73. a parte bucchi, ciò dimostra che ancora non è una squadra completa, non è detto che una squadra debba vincere per forza, ma essere competitiva deve esserlo, e invece ogni anno è un altro anno perso.

  74. Diavolo: ma non senti lo spirito natalizio intorno a te? Perché questi cattivi pensieri?
    Io non so chi sia Bucchi, ma mi fa quasi tenerezza lì tra SB e MM nella tua personale lista!

  75. Ma che dirà dna di Cassano?

    Una volta che mi interessa il suo giudizio, non c’è!

  76. Buona notte a tutto il mondo rossonero, compresi gli interisti frequentatori del blog!

  77. sogni d’oro

  78. il milan aggiunge tantissima qualità ma anche qualche rischio evitabile

    la campagna acquisti continua a non seguire un filo conduttore…se lo seguissero potrebbero fondare un milan stratosferico

  79. pepe schiaffino 17 Dicembre 2010 at 03:09

    A quasi 50 anni di distanza questa finale mi fa ancora incazzare. L’arbitro Brozzi un gran venduto spero sia
    finito all’inferno, il Santos, da me fino ad allora ammirato, mi divento’ odioso, una squadra di pregiudicati
    dopati e drogati come elefanti, una finale vergognosa per quanto concerne le due partite di Rio, ebbi
    l’occasione di sentire Ghezzi (ferito alla testa nella prima di ritorno), mi descrisse cose incredibili, accadute anche durante l’intervallo del primo incontro. Fu una triste e brutta storia che purtroppo mino’ la serenità
    della squadra e della società.

  80. Corrado Campanella 28 Marzo 2013 at 10:25

    Gli episodi successi negli anni 60 che videro da parte dei calciatori, tifosi e arbitri sudamericani comportamenti antisportivi, finirono per minare la credibilità ed il prestigio della competizione, credibilità già minata dalla netta opposizione della FIFA alla competizione che, organizzata da UEFA e CONMEBOL, prevaricava le competenze dell’organismo mondiale che era intenzionato a non creare alcuna competizione mondiale per club, negli anni 70 a causa delle vittorie in Coppa dei Campioni da parte di formazioni del Nord Europa poco disposte ad andare in sudamerica a tollerare la condotta poco sportiva dei sudamericani, si assistette a numerose defezioni dei clubs Campioni d’Europa e addirittura nel 1975 e 1978 la competizione saltò, fu l’intervento della casa automobilistica giapponese Toyota a salvare la competizione accollandosi le spese purché si disputasse su gara unica a Tokyo che diede finalmente regolarità alla competizione che dal 1980 al 2004 fu disputata regolarmente finché non intervenne la FIFA che concludendo un accordo con la Toyota, sostituì la competizione con la Coppa del Mondo per Club FIFA.
    Dal 2005 viene disputato il mondiale per club della FIFA ma la stessa federazione mondiale non riconosce i vincitori delle coppe intercontinentali disputate fino al 2004 come “campioni del mondo” e riconosce come tali solo i clubs vincitori dei tornei da essa organizzati dal 2005 e anche quello che organizzò nel 2000 che non ebbe seguito.

Comments are closed.