Con l’ultima giornata di campionato, la nostra principale contendente al campionato, ha recuperato 2 punti al Milan portandosi a -7. Sinceramente avrei preferito vincere giocando male e mantenere invariato il distacco  perchè nel giro di 15 giorni la compagine meneghina, recupererà dall’infermeria giocatori importanti, tra i quali J. Cesar, Milito e Maicon. Dopo la pausa natalizia sarà un’altra Inter, di questo sono sicuro, così come ero e sono sicuro che la Roma e la Juve siano due squadre di livello inferiore alle milanesi.

Il campionato si appresta ad entrare nel vivo ed il Milan arriva a questo appuntamento senza Pato e Dinho ma con un Robinho che partita dopo partita sta migliorando le proprie prestazioni e, cosa più  importante per un attacante, sta ricominciando a segnare. E’ fondamentale in questo momento che a segnare sia anche l’altro attacante oltre al solito Ibra,  visto che il terzo attacante nella rosa non gioca o se gioca è solo per 5 minuti.

Guardando al calendario, il Milan tra Febbraio e Marzo, dovrà affrontare trasferte importanti  e decisive in casa di Juventus, Palermo, Fiorentina, Chievo ed all’ inizio di aprile, il derby. Se dopo il derby di ritorno saremo in testa alla classifica e fuori dalla coppa, il più sarà fatto. Successivamente, a parte la trasferta con la Roma, il calendario sarà favorevole ai  rossoneri.

E veniamo a Milanello, Ronaldinho ormai è stato scaricato dall’allenatore ed anche dalla società. E ‘ chiaro che in questo ultimo mese si farà di tutto per convincerlo a partire a gennaio ma credo che ormai, vuoi per l’orgoglio ferito, vuoi per dispetto, il brasiliano rimarrà fino a giugno. Amaramente segnalo che come l’anno scorso, assistiamo a giocatori che da fonte di ricchezza della rosa diventano improvvisamente un peso morto. L’anno scorso con Leo furono inspiegabilmente accantonati Gattuso e Flamini ora Ronaldinho. C è chi giustifica tale scelta per cambio di modulo ma in realtà è probabile che alla base vi sia il modo di allenarsi non corretto del giocatore.
Il  prossimo giocatore che a sorpresa sarà scaricato dall’allenatore e relegato in panchina è Pato. Troppo fragile fisicamente, non sempre professionista in allenamento, incline a pestare i piedi ad Ibra occupandogli gli spazi, appare chiaro che se Robinho comincerà a segnare ed a continuare a garantire un ottimo affiatamento con Ibra, sarà molto difficile per il Papero scalzarlo.

Papero che nei prossimi giorni, volerà negli Stati Uniti per accertamenti sanitari con visite presso luminari, visite volte a eliminare una volta per tutte i guai muscolari e le ricadute in cui è incappato quest’anno. C’è da domandarsi semmai,  come mai si è aspettato ben 8 infortuni prima di decidersi a sottoporlo ad esami e consulti così approfonditi.

Possiamo quindi riassumere che per giugno per un Pato che saluta e vola via avremo salvo colpi di scena, un Balotelli che arriva, d’altronde Ibrahimovic, il nuovo leader della squadra, lo ha fatto capire in tutti i modi , l’anno prossimo vuole che  il suo partner sia Mario. La squadra viene modellata dalla società quest’anno e per il futuro per esaltare le  qualità dello zingaro.

Il mercato di gennaio comunque sarà probabilmente un elemento decisivo per le sorti del campionato, l’anno scorso l’Inter prese Pandev e noi Mancini , lascio a voi ogni commento in merito  e  concludo chiedendovi: Cassano può essere un acquisto utile per la squadra?

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.