"Un giorno...mi fotterai il posto..."

Si respira finalmente un’aria serena a Milanello volti distesi e tanti scherzi tra i giocatori. La prestazione di sabato ha portato sotto i riflettori un giocatore che fino ad ora era stato in ombra: Robinho, che ha dimostrato con la prestazione di ieri che può essere molto utile al progetto tattico di Allegri. Come avevo scritto in passato per Boateng prima dell’esplosione, i tecnici di Milanello e gli stessi giocatori stanno incominciando a scommettere su quando Robinho diventerà titolare. Sì,  avete capito bene, c’è chi sostiene che già tra un mese il brasiliano si impossesserà  della posizione attualmente occupata da Ronaldinho.

Sabato sera negli ultimi 20 minuti ha dimostrato di essere molto più letale e concreto in quella posizione che non a destra. Quando comincerà con le sue serpentine a saltare l’uomo sarà un ottima spalla per Pato e Ibra. Il Ronaldinho delle ultime partite è troppo statico, senza di lui il Milan verticalizza di  più, cosa di cui hanno assolutamente bisogno sia Pato che Ibra.

I dirigenti della società hanno lasciato capire che si può rinunciare a Dinho ma non a Pato ed Ibra e ieri negli ultimi 25 minuti il Milan ha cambiato modulo passando dal 4-3-3 al 4-3-1-2 con Seedorf trequartista. Non è una coincidenza  che abbiamo avuto subito tre occasioni da rete. Nel periodo glorioso di Ancelotti si passava dal modulo a due punte al famoso albero di Natale. Questa possibilità di cambiare è una risorsa, visto che attualmente come trequartista Seedorf  uno spezzone di partita lo può giocare e con ottimi risultati.

Bisogna inoltre doverosamente sottolineare la grande prova di Gattuso che finalmente a distanza di un anno dal terribile incidente è tornato ai livelli dell’autunno 2008. Lo staff sanitario di Milanello comunque sottolinea che per un grave infortunio come quello patito da Rino è effettivamente necessario almeno un anno per riprendersi completamente. Anche qui bisogna recitare il mea culpa: avevamo tutti noi dato per bollito Gennaro e molto probabilmente ci siamo sbagliati.

Veniamo al mercato, con le ultime prestazioni Ronaldinho si sta allontanando dal Milan, la società in questo braccio di ferro con il giocatore è in vantaggio avendo già il sostituto e pertanto aspetterà fino a gennaio. Questa trattativa però blocca le altre per i risvolti e l’importanza economica.
Lunedì è tornato dal Brasile il pendolino Cafù con una lista di 4/5 nomi per la difesa ed il centrocampo, si parla della ricerca di un giovane terzino top mondo (definizione di Galliani) e di un regista. Sembra che oggetto di attenzione siano  due diciannovenni della nazionale under brasiliana di cui purtroppo non conosco i nomi  per ora.

Un saluto (con il sole) da Milanello.

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.