Non sapendo ancora chi saranno gli 11 prescelti per la partita di martedì sera, proviamo ad analizzare quali siano i giocatori su cui fare sicuro affidamento, quali i dubbi e quali i giocatori che personalmente non mi fanno stare molto tranquillo. Ho scelto i 15 maggiori indiziati (compresi i “recuperabili” tra gli infortunati) per scendere in campo contro i Red Devils. Ovviamente si tratta di un gioco, poi può succedere di tutto. Let’s go!

DIDA: INAFFIDABILE. Chi meglio di lui incarna questa definizione? Può parare tiri impossibili e prendere gol quando meno te l’aspetti. La domanda è: perché deve giocare lui?

ABATE: INCOGNITA. Giovane e alla prima esperienza in una partita del genere. Davanti a lui gioca Pato, quindi meglio che si occupi esclusivamente della fase difensiva.

NESTA: CERTEZZA. Senza ombra di dubbio. Senza Maldini accanto sarà lui il leader della difesa. Ci possiamo fidare eccome.

THIAGO SILVA: INCOGNITA. Perchè non si sa se giocherà. Se gioca (ed è al 100%) si va tranquilli. E’ senza dubbio il debuttante che dà più garanzie.

BONERA: INCOGNITA. Non la più grossa, ma comunque non lascia totalmente tranquilli. Tenere alto il livello di guardia.

ANTONINI: INAFFIDABILE. La fase difensiva non è il suo forte. Finchè si tratta di Siena e Parma può andar bene, ma ad alti livelli è tutto diverso. Si è visto nel derby.

FAVALLI: INCOGNITA. Il suo lo può pure fare, ma davanti avrà un velocista come Valencia. Vale lo stesso discorso di Antonini, ma dalla sua ha grande esperienza.

PIRLO: INCOGNITA. Il Manchester fa molto pressing, se vuole dimostrare di essere ancora un uomo decisivo, almeno in certe partite, questa è l’occasione.

AMBROSINI: CERTEZZA. Indiscutibilmente, uno che certe partite sa giocarle, un vero leader, uno che non molla mai. Se ripete la gara interna col Real siamo a cavallo.

BECKHAM: INCOGNITA. Gioca? Non si sa. E’ ancora all’altezza in queste occasioni? Non si sa.

SEEDORF: CERTEZZA. Se non fosse per come gioca in Champions sarebbero molti di più a chiedere la sua testa. La sua storia dice di fidarci di lui.

PATO: CERTEZZA. Spesso dimentichiamo che ha solo 20 anni e che questo sarà il suo primo vero ottavo di Champions. Ma è evidente che se dobbiamo affidarci a qualcuno, quello è lui.

RONALDINHO: CERTEZZA. Sta bene, la giocata che ti può cambiare una partita la tira fuori prima o poi (e anche più d’una). Deve essere l’incubo del suo marcatore, che per inciso che sia Neville, Evans, Brown non sarà certo un fenomeno. Se vuole andare al Mondiale, questa è un’occasione da non sprecare.

BORRIELLO: INCOGNITA. Come al derby (se gioca) se la vedrà con due giganti come Vidic e Ferdinand. Là era solo, martedì ci sarà Pato ad aiutarlo. Ha già dimostrato di essere utilissimo alla squadra. Serve più freddezza in area.

HUNTELAAR: INCOGNITA. L’opposto di Borriello. Si vede poco, ma in area la porta la vede spesso. Con l’Udinese gli spazi li trovi, col Manchester devi saperteli creare.

Infine…stasera si gioca Napoli-Inter. La testa dovrebbe dire che per la classifica sarebbe meglio una vittoria dei cugini. Ma piuttosto che ricevere un favore quelli là, Europa League tutta la vita!

Posted by LaPauraFa80