La giornata di campionato con un altro goal fantasma, la giornata con la Juve che vince contro il Napoli e si riporta a -2: è tutto finalmente concluso. Se tutto fosse stato normale, ci troveremmo a parlare di vantaggio invariato e di campionato quasi matematicamente chiuso. Invece gli episodi di Catania condizionano inevitabilmente, per l’ennesima volta, la classifica, lasciandoci un vantaggio risicato da dover mantenere con le unghie e con i denti. Otto giornate ancora da giocare, tutto aperto ma tutto nelle nostre mani visto che ad inseguire ci sono sempre loro.

Ma andiamo per gradi e cominciamo dal Milan. La squadra vista contro il Catania non è stata sicuramente una delle migliori della stagione ma bisogna anche dare i meriti delle nostre difficoltà a Montella, che ha saputo costruire un sistema di gioco spettacolare e molto fruttuoso che indiscutibilmente riesce a provocare grandi difficoltà ad avversari di qualsiasi caratura. Le notizie più preoccupanti vengono ancora una volta da Emanuelson, apparso fuori posto e totalmente spaesato alle spalle di Robinho e Ibra, ma anche da Nocerino che ha confermato il suo momento di difficoltà fisica. D’altronde è uno di quelli che è stato maggiormente impiegato e un calo fisiologico ci sta. Per quel che riguarda la coppia di attacco, non so chi dei due sia più stanco, se Robinho che comunque non sembra essere al meglio nonostante i goal, o Ibra che mi è parso particolarmente sofferente. Nonostante questo lo svedese ha il potere di riuscire a sbloccare le partite anche giocando a sprazzi e questo fa sicuramente la differenza in chiave scudetto. Sul reparto difensivo ho poco da dire visto che Antonini ha confermato lo stato di grazia così come Bonera, mentre Abate è tornato più voglioso di prima. Polemiche arbitrali a parte, di cui altri si sono già occupati, un pareggio a Catania non lo giudico un risultato negativo vista la difficoltà riscontrata durante i 90′. A questo punto abbiamo Fiorentina, Chievo, Genoa, Bologna, e Atalanta prima del derby. Tutte gare sulla carta abbordabili in sui non bisogna assolutamente perder punti, per cercare di arrivare alla gara contro l’Inter con un campionato già quasi assegnato.

Per quel che riguarda la Juve invece, nessuna difficoltà incontrata dai bianconeri nemmeno contro il Napoli di Mazzarri. Troppa stanchezza per i partenopei che alla fine ha portato ad una gara quasi completamente a senso unico. Come prevedibile, una volta ottenuto il loro personale risultato e averci fatto perdere altri due punti, i dirigenti e l’allenatore della seconda squadra di Torino decidono che adesso bisogna abbassare i toni. Copione già visto dopo Milan-Juventus e incredibilmente andato in scena anche ieri. Si stanno giocando tutte le loro carte, questo è evidente, da quelle prettamente sportive a quelle che invece dovrebbero essere oggetto di sanzione. Sta di fatto che la Juve fisicamente non si ferma, e anche ieri ha dimostrato di usufruire a pieno della mancanza della Champions al contrario di un Napoli spompato e sulle gambe. Per i bianconeri il calendario sembra essere leggermente più difficile, con le gare contro Palermo, Lazio, Cesena, Roma, Novara e Lecce. Le gare su cui maggiorente riporre speranze sono quelle contro le due romane e la trasferta di domenica prossima a Palermo. Resta il fatto che però la Juevntus si ritroverà a giocare in entrambi i casi allo Juventus Stadium e se ci fate caso, nel girone di ritorno, i bianconeri hanno disputato o disputeranno in casa le gare contro Udinese,Napoli, Inter, Lazio e Roma, mentre in trasferta solo quella contro di noi. Vi sembra una cosa equilibrata e corretta? A me no, visto che se facciamo il paragone con il Milan, noi siamo andati in trasferta contro Lazio, Udinese e idealmente Inter. Equilibrio contro realtà modificata, l’ennesima testimonianza dei mezzi utilizzati dalla Juve per vincere questo campionato.

Insomma qui siamo davanti ad un ennesimo campionato manipolato saggiamente e non dai dirigenti juventini che fanno quello che vogliono e con chi vogliono. A noi non resta che rimanere fieri nelle nostre posizioni, sapendo di lottare oltre che con gli avversari anche con innumerevoli forze esterne ostili alla nostra squadra. Ormai ci siamo abituati…andiamo avanti. Pensiamo piuttosto alla Champions e ad una storia ancora tutta da scrivere; perchè che piaccia o no ai nostri rivali, noi siamo ancora in corsa per un sogno a tutti gli altri proibito.

Nicco

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

40 Comments

  1. Quindi,come detto nell’altro post,noi siamo spettatori di uno spettacolo falsato,inutile,corrotto e manipolato dall’interno e tutto questo grazie ad una visione manichea del calcio in base alla quale c’è chi è puro,limpido,onesto e chi è sporco sia dentro che fuori (visione del calcio che ho sempre rimproverato ai miei stessi amici interisti).

    Per cui,se il Milan vincerà lo scudetto,tu andrai in piazza a festeggiare la vittoria di un campionato (parole tue) MANIPOLATO,per cui non si capisce cazzo festeggi,fossi davvero convinto di questo dovresti provare una tristezza infinita e sentirti un mezzo coglione a far festa per aver vinto una cosa manipolata.

    Se invece il Milan perderà questo campionato ti incazzerai contro logica per aver perso un campionato MANIPOLATO e quindi falso visto che ci si pone a guardare le partite già con l’idea che siano taroccate a livello di compilazione del calendario (……………………………..).

    Benissimo,mi sembrano delle posizioni coerenti e ricchissime di soddisfazioni.

    Ovviamente questa cosa la si può fare senza problemi solo se si è fermamente convinti di essere delle verginelle in mezzo ad un mondo di puttanoni; se ci si convince di questo tutto è possibile.

    Insomma,è un campionato manipolato quando un guardalinee ferma Ibra che parte un metro prima dell’ultimo difensore,mentre è un “semplice errore di interpretazione del regolamento” quando il guardalinee del derby annulla un gol a Thiago Motta che parte due metri indietro.

    Insomma,posizioni perfettamente coerenti l’una con l’altra.

    E per fortuna che quest’anno l’Inter fa cagare e la polemica riguarda solo due cime come Marotta e Allegri,perchè se invece fosse stata una lotta a tre sarebbe stato da ridere.

    1. Diavolo1990

      Matto ti risolvo il problema. Io in piazza per gli scudi non scendo. Scendo solo per le coppe campioni. Sono di bocca buona 🙂

      1. Questa è una posizione più coerente,sempre che almeno pareggiate a Barcellona.

        Perchè in caso contrario per qualcuno scatterà automatica l’accusa di doping e la volontà dell’UEFA di spingere avanti il Barca.

        Il mondo del tifo è fantastico.

        🙂

    2. Nicco
      nicco RED_BLACK 2 Aprile 2012 at 12:03

      Se tutto quello che sta accadendo quest’anno per te è normale NON SO CHE FARTI! Per me non lo è, e non si tratta del singolo episodio che si può vedere o non vedere (non mi sembra di aver citato episodi!) ma dell’intero comportamento tenuto dai vertici di una squadra che sta facendo di tutto per mettere pressione sulla classe arbitrale. Questa è manipolazione a livello mentale che si traduce poi in errori colossali che ci costano una stagione! E poi per quel che riguarda il calendario, sono riflessione fatte ieri, ma per me non campate in aria: giocano sempre in casa nel girone di ritorno le gare contro le prime della classifica! questo per me non è normale. Non è equo.

      Non mi sento coglione ad esultare per aver vinto nonostante tutto e tutti! anzi festeggio al doppio! Non vedo proprio perchè dovrei sentirmi coglione (detto da un interista poi) cazzo ho fatto di male io per non dover festeggiare! E cmq se ti viene da ridere a guardare il mondo del tifo, datti all’ippica! Nessuno ti costringe a leggere…

      1. Non hai capito il senso del discorso,ma era prevedibile.

        La questione non è quello che farai tu singolo tifoso milanista,puoi anche andare in giro nudo per tre giorni con su scritto 19 sul petto e men che meno era un “sentirti un coglione” con riferimento personale.

        La questione è come uno si pone nei confronti di quello che guarda,è un discorso sui generis.

        Tu parli di una squadra,ti cito testualmente, che “che sta facendo di tutto per mettere pressione sulla classe arbitrale. Questa è manipolazione a livello mentale che si traduce poi in errori colossali che ci costano una stagione!”.

        Benissimo,punto di vista che ci può stare.

        Poi però parli con uno che ha una memoria un po’ più ampia che ti ricorda che l’anno scorso,in occasione di Cesena – Milan, il Milan se ne uscì con un ridicolo comunicato bilingue sul sito ufficiale invocando la storia del “in doubt no flag” a protesta per un fuorigioco millimetrico dopo una partita persa 2-0 ALLA SECONDA D’ANDATA.

        No,dico,alla SECONDA D’ANDATA.

        A voler essere maliziosi non fu anche quello un tentativo di condizionamento mentale??

        Questo è il succo del discorso e cioè che il tifosotto medio,quando non vince,è sempre convinto che ci sia una trama dietro ordita per incularlo,mentre quando vince,vince perchè è un figo fortissimo. Come si faccia a vedere le partite con questo spirito mi piacerebbe che me lo spiegassi,così come mi piacerebbe che mi spiegassi come secondo te è stato alterato l’algoritmo in base a cui i dirigenti di una Juve arrivata settimana per due anni sono riusciti quest’anno a farsi piazzare i ritorni in casa…………………………curiosità informatica.

        P.S.

        Non so quanti anni hai nè mi interessa,però è davvero infantile questo atteggiamento per cui ogni punto di vista diverso dalla linea di un tuo post automaticamente venga da te vissuto come la solita stupidissima,infantile,banale polemichetta interisti vs. milanisti.
        Ti comunico che si può discutere di tutto senza automaticamente inquadrare tutto nella logica “questo è interista per cui per forza ce l’ha con me,per forza ha torto,per forza gli devo dar contro”.

        1. Che poi è bellissimo leggere certe cose,specie quelle che fanno a pugni con la logica: cioè uno è convinto che da un che che da un lato ci sia un tentativo (riuscito tra l’altro!) di manipolazione a livello mentale che si traduce poi in errori colossali che ci costano una stagione,manipolazione nello specifico CONTRO il Milan,però contemporaneamente questi abili manipolatori del dietro le quinte che riescono più o meno indirettamente a danneggiare il Milan,ma non riesconi ad ottenere qualcosa di concreto A FAVORE tant’è che dopo 30 giornate hanno a malapena un rigore a favore.

          Dei veri geni del complotto,non c’è che dire.

        2. Nicco
          nicco RED_BLACK 2 Aprile 2012 at 12:39

          1: “Non hai capito”: forse non ti sei spiegato bene tu!
          2: Il non vedo perchè mi dovrei sentire coglione era riferito a tutta la categoria del tifoso milanista!
          3: io giudico i comportamenti attuali. Quando c’è da criticare un iniziativa del Milan lo faccio senza problemi, non parto prevenuto dando sempre e comunque ragione ai comportamenti della società. In quel caso riportato, era sicuramente fuori luogo.
          4:Nessuno pensa che le sconfitte siano tutte congiure e le vittorie tutte meritate. Non l’ho mai detto nè pensato. Non mi nascondo dietro posizioni prestabilite a priori, giudico di volta in volta secondo quello che vedo e penso.
          5: non ho detto che la Juve ha progettato un congegno informatico per organizzarsi le giornate. ho detto che mi sembra non equo e forse il sistema utilizzato non è corretto.
          6: “ogni punto di vista diverso dalla linea di un tuo post automaticamente venga da te vissuto come la solita stupidissima,infantile,banale polemichetta interisti vs. milanisti”. Dimmi quando mai io ho “condannato” chinon la pensasse come me; siamo in un mondo libero, e ognuno la pensa come vuole. Il mio “detto da un interista” è riferito al fatto che siete stati capaci (categoria tifoso interista) di festeggiare scudetti DI CARTONE non vinti sul campo come se lo fossero. Non criticavo il fatto che fosse un interista a parlare, non mi importa niente. Se dici cose corrette te lo dico, come ho già fatto in passato.
          7: l’infantilismo cercalo altrove, hai sbagliato di grosso.

        3. Io l’unica cosa che cercavo di farti capire è che quando partecipo alle discussioni non lo faccio da una posizione prevenuta in base alla quale il Milan mi fa cagare,i milanisti sono tutte teste di cazzo per cui automaticamente gli devo dare addosso. ,ma semplicemente mi piace confrontarmi in maniera neutrale con chi la pensa diversamente da me.
          A me che il Milan vinca o perda non me ne fotte nulla,anche perchè io odio la Juve.

          Per cui nessun problema.

        4. Nicco
          nicco RED_BLACK 2 Aprile 2012 at 13:09

          Ma nessuno ha detto il contrario, nè tantomeno ho interpretato le tue parole in base al fatto che fossi o meno interista.
          Ti ho risposto per quello che hai scritto, tutto qua. Per questo è fuori luogo che tu possa parlare di infatilismo.

          “Non hai capito il senso del discorso,ma era prevedibile”. Mi permetterai però di dire che una frase così non è adatta ad un confronto neutrale e corretto. E non l’ho detta di certo io…

  2. Ma chi se ne fotte di Marotta e di questo campionatucolo che comunque vinceremo.

    Noi domani possiamo aggiungere un pagina alla Nostra Leggendaria Storia ultraventennale e stiamo qui a incularci Marotta..non facciamo i provincialotti..

    1. intanto tutto il blog ti sarebbe molto grato, a nome di tutta la tifoseria milanista se la pianti di portare merda.
      L’ ultima volta che hai pronosticato il 19′ scudetto, noi stavamo in formissima, la Juve era quasi morta e avevamo 4 punti di vantaggio….

      Poi visto che dovevamo vincere 2-0 a Milano contro il Barcellona, comincio ad essere scettico sul passaggio del turno …

      Chiamale se vuoi…PREMUNIZIONI!!!!

  3. Che stronzetto Guardiola..di solito l’allenatore di casa fa la conferenza stampa prima dell’avversario..oggi parla prima prima Puyol, poi i nostri poi chiude Pep.

    Vuole avere l’ultima parola come i bambinetti viziati e come Patyq.

  4. sarebbe stato un orgia.

    Che dire. Milan complessivamente spompato. Del resto se Allegri non cambia mai uomini e modulo è difficile pensare di fare 60 partite di fila sempre con i soliti.

    La Juve sta meglio di noi. Ma mica poco.

    Vediamo se il prode Allegri e il grande Ibra sapranno tirare fuori le balle sotto pressione con questa Juve al culo.

    Intanto c’ è da pensare alla partita di martedì.

    Forse out Xavi. Il Barca probabilmente giocherà con il 3-4-3. Pare che questa decisione sia stata presa dopo che Guardiola ha analizzato la partita di sabato contro il Catania. Vi suggerisce nulla questo?

    A me fa venire in mente diverse cose.

    Ad esempio che i 3 centrali saranno molto stretti. Praticamente addosso su Ibra. Credo che lo annulleranno peggio che all’ andata. In questo modo conoscendo a memoria il non gioco del nostro allenatore ci bloccheranno facilmente. In compenso Alves farà l’ esterno di centrocampo. Praticamente starà molto più alto che all’ andata.

    In avanti giocheranno Sanchez, Messi e Iniesta con Fabregas a centrocampo.

    Io direi di cambiare gioco e rischiarla con Boateng dietro ad El Shaarawi e Maxi Lopez.. Oppure con El Shaarawi e Boateng invertiti nelle posizioni.

    Penso che questa mossa riuscirebbe a mandare in pappa i piani di Guardiola e che ci permetterebbe di passare il turno. Ovviamente è una mossa che contempla l’ avere un allenatore con i coglioni che non abbiamo capace di schiaffare Ibra in panca che tanto in queste partite è un uomo in meno regalato agli avversari. Come se poi il barcellona avesse bisogna della nostra beneficenza.

    1. Tu e non solo tu sopravvaluti il Barcellona.

      Mi spiego: tutto quello che si dice di loro (tecnica,possesso palla,velocità,classe etc etc etc etc) è verissimo e resta tale.

      Però ci sono anche degli altri aspetti.

      Primo,se davvero mancherà Xavi,perderanno molto in termini di ultimo passaggio.

      Secondo,hanno più volte dimostrato di soffrire il Milan.

      Terzo,con le squadre italiane ad un certo livello hanno sempre fatto fatica,lo score di Messi è emblematico.

      Quarto,il Milan è forte e deve essere sicuro dei propri mezzi,in più ha due risultati su tre.

      Quinto,quest’anno il Barca non è così trascendentale e mortifero,l’ha dimostrato la partita d’andata più l’andamento in Liga.

      Sesto,creano moltissimo,ma concedono molto.

      Insomma,ovvio che possono vincere,ma di certo non in scioltezza.

      Sta storia di dipingere il Barcellona come fossero l’unica idea,l’emblema dell’unico tipo di calcio praticabile per me è una minchiata.

  5. Io dicevo semplicemente che con i lanci lunghi per Ibra non facciamo un cazzo perché avrà 3 difensori a portarlo altissimo.
    C’ è bisogno di velocità per sfruttare le corsie esterne e gli spazi che ci lasceranno dalla metà campo in giù.

    E’ evidente che loro cercheranno di fare la partita e che si riverseranno all’ attacco.

    Noi dovremmo essere bravi a difendere compatti e a ripartire con più coraggio che all’ andata. Lo 0 a 0 ci premia molto psicologicamente, perché se segnamo un golletto poi li teniamo in pugno fino al 90′.

    Per farlo non dobbiamo avere paura di alzarci ogni tanto. In trasferta subire un goal non è una cosa cosi drammatica. In compenso loro non potranno subirlo. Questo gioca a nostro favore e tanto.
    Inutile dire che dovremmo giocare ad un ritmo completamente diverso rispetto alla partita di Catania.

    Sono curioso di vedere chi dei difensori starà fuori.

  6. Sugli arbitri.

    Stiamo facendo trapelare un nervosismo mica da ridere. Stiamo dando l’ immagine della squadra che si caca in mano della Juve. Non vorrei che la giornata di oggi diventasse la giornata del rosicamento nazionale

  7. Gli hanno rimesso in equilibrio l’assetto del suo corpo e questo dovrebbe aiutarlo a non avere più infortuni. Le parole di Allegri su Pato.

    Devono avergli aumentato il carico aereo dinamico sul posteriore e cambiato il musetto anteriore 🙂

    1. Lo fanno giocare con un vibratore in culo.

  8. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 14:04

    Matto, ma veramente stiamo qui a discutere dove aver visto il vostro goal in fuorigioco a siena quando c’era mourinho, i goal non dati a noi e al chievo che erano entrati tanti quanto il cazzo di rocco siffredi?

    Della champions non mi intetressa, il barcellona è superiore, non ho problemi ad ammetterlo

    Quello che voglio è vederli urlare al complotto e strapparsi i capelli a fine stagione mentre noi vinciamo lo scudetto con dei furti abissali, perchè questo è ciò che si merita la banda di lestofanti dal nome RUBENTUS FC

    E non si tratta di rosicamento, si tratta finalmente di vomitare veleno dopo averlo ingoiato a lungo, è ora di far valere veramente il nostro presunto potere mediatico, è ora di querelare, di insultare e manganellare (in maniera figurata e concreta) chi dalla serie B non ha capito nulla, ed è tornato + falso e ladro di prima

    E’ ORA DI DIRE BASTA, PERCHE’ NESSUNA SQUADRA EUROPEA NEL SUO CAMPIONATO E’ STATA COSI’ DANNEGGIATA COME NOI, E IN NESSUN CAMPIONATO ESISTONO DUE SOCIETA’ CON TALI COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI ED ILLECITI

    E’ ora che qualcuno in società si svegli, perchè credo che noi tifosi ce ne siamo accorti da tempo…

    E scusate i toni, ma oggi non è giornata

    1. Perfetto!

    2. Nicco
      nicco RED_BLACK 2 Aprile 2012 at 14:41

      Sono d’accordo!!!

  9. Sono shockato da quel “pseudo-post” a blog unificati.

    Veramente una roba brutta. Sia per l’idea sia per la realizzazione. 😐

  10. E scusate i toni, ma oggi non è giornata

    Eh perchè di solito invece sei sempre sereno, simpatico e rilassato…..chissà quando “è giornata” per te…

  11. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 14:15

    certe cose vanno al di là del mio odio calcistico per culone…

  12. Io dico che con questa fantomima degli arbitri non andiamo da nessuna parte.

    Pensi Allegri a fare l’ allenatore come si deve. Comunque anche lo scorso anno dopo la 11 giornata eravamo a + 2 dall’ inseguitrice. Vero che la Juve è tutta un altra cosa rispetto a quell’ inter però…
    Lo scorso anno di questi tempi entrò in cattedra Pato..però è anche vero che fra squalifiche ed infortuni non aveva Ibra fra le palle.

    Forse è giunta l’ ora di pregare di avere qualche infortunio mirato. Ora che rientra pure Cassano un bel cambio di gioco radicale ci starebbe proprio bene…

  13. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 14:37

    Punti di vista DNA… credo che a stare zitti si fa solo la figura dei coglioni purtroppo

  14. mah…

    Leggendo un po in giro mi sembra che stiamo facendo la figura di quelli che si stanno cagando in mano da questa piccola grande Juve, che senza tanti campioni o solisti, ma con un grande affiatamento e un grande stadio ci è tornata con prepotenza al culo.

    Le sclerate sui giornali in questa fase sono ridicole. Se vuoi dire qualcosa sugli arbitri lo dici in settimana. Non fai tutta questa troiata mediatica quando la Juve dimezza lo svantaggio.

    Cosi comunichi che ti cachi addosso.

    Pensare che i nostri dovrebbero essere questi grandi esperti di comunicazione mi viene da ridere. Mi chiedo sinceramente se Galliani si ritiene competente o meno di comunicazione

  15. Diavolo1990

    Un campionato riaperto in maniera chirurgica, scientifica, assegnategli voi l’aggettivo che ritenete più opportuno. Dopo l’indecente operato dell’assistente Ghiandai durante Catania-Milan, con il primo assistente di Bergonzi che non vede il gol di Robinho e chiama due fuori giochi inesistenti a Ibrahimovic e Boateng, ecco che ieri sera, allo Juventus Stadium, il capolavoro dei fischietti si è concluso con una direzione alquanto discutibile da parte di Orsato e dei suoi collaboratori. Gli episodi iniziano al 17’ del primo tempo, Mirko Vucinic colpisce di mano un pallone in area di rigore bianconera. Magicamente, nessun replay viene mostrato dalla regia (a cura del club). Non è la prima volta che in caso di episodi contrari alla società bianconera non vengono mandati in onda i replay dei fatti incriminati (successe anche con il Cagliari). Il gol che sblocca la partita, all’8 della ripresa, vede Bonucci mettere in rete in netta posizione di fuorigioco. Il fischietto di Schio conduce una gara troppo inglese, non fischiando quasi mai alcuni falli sistematici dei bianconeri nei confronti degli azzurri, con Vidal tra i più attivi. Inoltre, il già ammonito Lichtsteiner, non viene sanzionato con il giallo per una chiara e palese simulazione. Da notare, infine, come nella gara tra Bologna e Palermo vi siano state delle ammonizioni chirurgiche ai danni di Mantovani, Hernandez e Donati, tutti e tre in diffida e che dovranno così saltare la sfida di sabato prossimo. Indovinate con chi?

    (Milannews)

  16. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 14:56

    <>

    Bitch please, coi goal di muntari e robinho a quest’ora eravamo tranquilli a sorseggiarci una bella birra d’abbazia a 6 punti sopra i ladri

  17. noi 6 punti in più li potremmo avere ugualmente se Allegri non avesse perso punti a cazzo nelle varie fasi del campionato.

    Devi mettere in conto a fine campionato di avere 5- 6 punti di oscillazione per gli arbitri

  18. adler

    Sento dire che dopo il pareggio dell’andata le quotazioni di un nostro passaggio del turno sono aumentate, come a voler dire che la non sconfitta del Barcelona all’andata sia per noi un risultato negativo.
    Io tuttavia penso il contrario. Penso che ora abbiamo buone o perlomeno decenti (considerando la portata dell’avversario) possibilità di passare il turno. Servirà una partita attenta, senza il minimo errore. Se andiamo sotto non li riprendiamo più, quindi attenti a non subire per primi.

    Quello che mi preoccupa è il ritorno di Pato. Ho paura che possa scavalcare El Sharaawy nelle preferenze, e questo è un male considerando che al momento è il nostro miglior attaccante.

  19. Diavolo1990

    Sapete qual’è la cosa che mi suona più strana di tutte? Che Mazzarri non abbia detto nulla dopo domenica. Stiamo parlando di uno che a Genova ha fatto una scenetta per una rimessa laterale invertita – uno che quando perde non accetta mai nulla. Eppure di materiale ce n’era. C’erano due rigori non dati al Napoli, una espulsione di Liechsteiner, una espulsione eccessiva di Zuniga e un gol in fuorigioco nato da un fallo inesistente. Accordi sottobanco? Il 20 maggio ne sapremo di più.

    1. Nicco
      nicco RED_BLACK 2 Aprile 2012 at 16:19

      La realtà è che il Napoli di ieri sera è stato inesistente ed effettivamente suonano strane le non dichiarazioni polemiche da parte di uno che ha lo stesso stile di Conte nel lamentarsi!

    2. Avete visto che faccia fa Buffone quando i suoi compari di ladrate segnano un gol?
      Ridicolo! Gli starebbe bene che Ibra gli dicesse in faccia “C…o ridi?” a fine campionato, naturalmente a noi favorevole! 😈

  20. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 16:16

    Strano diavolino, decisamente strano…

    A meno che esista una legge fisica per cui se metti assieme due piangina rosiconi essi si annullano a vicenda…

    1. mmm con te e diablo questa legge non funziona tanto….ma può essere l’eccezione che conferma la regola… boo…

      1. Ahahahahahah…signori, che commento!

  21. MILANDOMINAT 2 Aprile 2012 at 22:16

    di sicuro semettiamo assieme due pidiellini lobotomizzati come voi due non otteniamo manco mezzo cervello, ma in compenso abbiamo doppia razione di stronzate

    1. oh diablo scusa se ti ho paragonato a lui, lo so che ti sei offeso!

  22. ma perché c’ è ancora chi è del pdl?

    Dai basta con quel partito morto e defunto, trovatevi un partito dignitoso di giorno

Comments are closed.