Quando ho visto Thiago Silva, a terra, con la caviglia in mano, al termine della partita con la Juventus di Coppa Italia, ho ripassato tutto l’elenco di bestemmie fino ad oggi conosciute: pensare di rischiare uno dei giocatori più importanti in rosa durante un match obiettivamente poco importante, rispetto agli altri trofei in palio, è veramente un azzardo pericoloso.

Tra l’altro, valutare la presenza di Thiago Silva in campo, considerando che a centrocampo neanche il miglior Dario Argento avrebbe potuto inventare uno schieramento del genere, con Aquilani senza minuti nelle gambe e Seedorf in sleep-mode, diventa uno sforzo d’immaginazione niente male. A questo punto, se devo provare a vincere la partita con giocatori non pronti, tanto vale schierare Yepes o Bonera al posto di Thiago Silva e immediatamente Maxi al posto di un Ibra di nuovo in modalità “Contro le grandi”.

Alla fine di tutto, abbiamo comunque onorato il match, rischiando di portare a casa, tra l’altro, una finale di Coppa Italia contro una Juventus che alla fine del secondo tempo era più morta che viva. Peccato non aver avuto quelle risorse psico-fisiche necessarie per assestare il colpo di grazia ad una squadra che, onestamente, ha sempre e comunque avuto l’immenso culo di incontrare il Milan in un momento di forma inguardabile, con mille giocatori in tribuna o appena rientrati da infortuni biblici.

Dubito fortemente che, come recita la Bibbia dell’Inutile, Tuttosport, la mancata finale di Coppa Italia peserà psicologicamente sul prosieguo della stagione, ma, al contrario, ha dato l’ennesima conferma che il Milan è superiore alla squadra di Torino. Speriamo si possa avere, prima o poi, la possibilità di incontrare i bianconeri con tutti gli effettivi e le riserve a disposizione. Chiediamo troppo? Magari nella prossima Supercoppa Italiana, a patto che la Juve superi il Napoli in finale, visto che non ho dubbi su chi la spunterà in questa lotta per lo scudetto.

Ora ci aspettano due turni che dire cruciali è riduttivo: la partita con la Roma dovrà terminare, gioco forza, con i tre punti, visto che l’Inter, attualmente, è la brutta copia di una squadra di Serie B ed a Torino la Juve rischia di avere gioco facile. Anche qui, il solito culo bianconero di incontrare gli avversari nel loro, rispettivo, peggiore periodo della stagione.

Spero vivamente non si proceda con il solito iter di ancelottiana memoria, dove si mette in secondo piano il campionato, per spremere al 100% la rosa contro il Barca, con il rischio reale e possibile di perdere capra e cavoli. Un risultato positivo a San Siro contro Guardiola potrebbe darci la possibilità di andare al Camp Nou, montare le barricate e giocare di ultra rimessa. Certo, noi siamo il Milan, certo, noi imponiamo il nostro gioco, certo, la storia.
Tutto giusto, tutto vero, ma, ho paura, tutto poco fattibile all’atto pratico, soprattutto vedendo il trend della nostra infermeria.

Immaginate solamente di proporsi al Camp Nou con Bonera, Silva, Mexes e Zambrotta arruolabili.
Paura eh?

Posted by zeussemper

Editorialista rossonero e programmatore web

42 Comments

  1. E invece a me sta bene di perdere qualche punticino nelle prossime due, se in cambio sfoderiamo due partitone col Barça, indipendetemente dal risultato.

    Come dicevo ieri con 8 vittorie, ma anche 7 siamo a cavallo. Tra Fiorentina, Genova, Siena, Novara, Bologna, Chievo, Atalanta, Cagliari, inter le si fa…
    E poi in campionato è chiaro a chiunque che siamo per distacco i più forti, non è un testa a testa in cui devi dimostrare. Anzi, solo infortuni in quantità spaventosa e ladrate nello scontro diretto portano ad essere in vantaggio “solo” di 4 punti. I punti tra noi e la Juve in condizioni normali sarebbero una decina.

    Io voglio giocarmela col Barça. Perchè da 26 anni siamo Noi il riferimento europeo e mondiale del calcio e abbiamo il dovere di provarci. Bisogna segnare almeno 3 gol nelle due partite ed è fattibilissimo perchè in difesa son messi male e Piquè sta facendo una stagione orribile.

    Io ci credo.

  2. E chi non ci crede o pensa che ne prenderemo 10 è pregato di non deprimere gli altri, chi ha paura mercoledì se ne vadi al cinema. Offro io.

  3. Preparare la partita col Barca è facilissimo: puoi giocare meglio di loro? NO. Puoi metterla sul piano della tecnica? NO Puoi metterla sul piano del possesso palla? NO Puoi metterla sul piano della velocità? NO.

    Per cui il Milan ha 3 vie:

    1- culo
    2- palle inattive
    3- preparazione tattica TO-TA-LE,andando ad intasare le linee di passaggio il che significa cercare di bloccare almeno il 90% dei tagli dietro i due terzini.

    Se al Milan girano bene almeno due su tre di queste cose,può far sue partita e qualificazione.
    La numero due è fondamentale,perchè sono 10 nani su 11.

    Detto questo,squadre imbattibili non esistono: chi ha visto il Barca quest’anno più volte,sa che hanno dei giri a vuoto,alcuni sono sotto rendimento (Piquè) e che concedono occasioni.
    Insomma,per me il Milan se la gioca eccome.Poi ci sta che il Barca vinca,ovvio,ma di certo non vince in scioltezza.
    Un Milan asfaltato dal Barca mi stupirebbe molto.

    Quelli che pensano di prenderne 10 sono ridicoli.

  4. Non è del tutto vero che non puoi giocare in velocità con il Barcellona.

    Tengono la linea altissima. Imbucarli come fece Pato all’ andata è relativamente facile. Certo lo puoi fare con Pato non quel sopravvalutato immobile che sarà portato a fare il centrocampista da Puyol lento come è. Infatti contro il Barcellona schiererei Maxi Lopex, Robinho ed Emanuelson proprio per questo. Escludo le palle inattive.

    Loro sanno saltare. Noi nemmeno quello. Il nostro sopravvalutato di testa non ne prende una. Solo Thiago Silva, Mexes e Ambrosini potrebbero segnare su palla inattiva.

    Concordo invece sul bloccare le linee di passaggio sulla trequarti senza lasciare spazio dietro i terzini.

    Già ma come fare questo? Con il catenaccio come all’ andata con 2 linea dietro la linea della palla. Una ad intasare gli spazi sulla trequarti, una a vigilare sulla profondità. Catenaccio e contropiede. ergo Ibra può tranquillamente dare tutto a Roma perché contro il Barcellona non ha chances

  5. In ogni caso la differenza la farà l’ intensità. Si pensa che il segreto del Barcellona sia la fase offensiva. In realtà è la fase difensiva. Posizionano tanti uomini sulla metà campo avversaria che pressano benissimo e ricuperano facilmente palla in zone di campo pericoloso. Solo una partita di grande intensità con tanti giocatori di gamba potrà reggere all’ urto e smarcarsi da quel pressing ossessivo loro che non ti da mai respiro.

  6. Il Milan ha la capacità di soffrirle le palle inattive, non di essere temibile. Il goal all’andata di Thiago Silva a memoria credo sia l’unico goal su sviluppi da corner della gestione Allegri, e massimo il decimo se contiamo anche Ancelotti e Leonardo.

    1. poi con la tendenza Allegriana di battere i calci d’ angolo a cazzo sull’ uomo vicino la statistica si abbassa ancora di più. Tanto vale far giocare pippo zoppo e dirgli di morire in area di rigore avversaria quelle 25 volte in modo da prendere almeno un rigore

    2. muntari con la juve aveva segnato da calcio d’angolo, pato l’anno scorso con il palermo, yepes con il lecce… pochi si ma in aumento….

    3. Ne segnò uno cassano tre giorni prima con la lazio…

  7. vinciamo con la roma, facciamo una grande partita con il barcelona, perdiamo punti a catania!

  8. Piccolo particolare: Pato, Yepes, Muntari non giocheranno contro il Barcellona…

  9. Nesta a Roma su angolo, Cassano contro la Lazio, Thiago contro il Lecce l’anno scorso, quest’anno a Lecce anche un paio dei gol di Boa sono arrivati da palla inattiva…

  10. Vabbeh, di certo comunque siamo una squadra che prende più goal da palla inattiva da quelli che segna però. Ogni angolo io mi cago addosso, Arsenal docet

  11. Andando sempre a memoria, abbiamo preso gol da palla inattiva a Napoli sul primo di Cavani, a Lecce sul primo gol e con la Roma, Burdisso. O dimentico qualcosa o è da ottobre che in campionato non prendiamo gol di testa da palla inattiva.

    E secondo questi calcoli rapidi siamo sui 5 fatti e 3 subiti.

    Io non ho paura sulle palle inattive. Anche perchè il 65% dei corner li allontana Ibra che si mette sul primo palo…

  12. Non mi sono spiegato bene…la mia era una considerazione “oggettiva” basata sulle caratteristiche di quelli del Barcellona,non come il Milan batte i calci d’angolo…..se segna oppure o no etc etc etc.

    In linea teorica,siccome sono dei nanetti,gente come Ibra,Mexes e Thaigo Silva ha una grande chance su palla inattiva.

    Poi è chiaro che se uno intende il calcio d’angolo come uno scambio che non porta a nulla o lo calcia a livello terra o a livello terzo anello il discorso non vale più….

  13. Secondo me ti eri spiegato bene, l’ oggettività, anzi la generalità del tuo discorso non fa una grinsa, ma va visto il caso specifico che interessa a noi.

    Il Milan senza Pato, Yepes, Muntari perde quasi il totale del suo potenziale offensivo sulle palle inattive. Mettiamoci anche appunto che i calci d’ angolo li battiamo a cazzo e che non abbiamo qualcuno che sappia battere le punizioni (Ibra sa solo tirare legnate alla barriera) direi che si può comodamente scartare l’ ipotesi delle palle inattive. Anche perché nanetti sono ma sono anche ottimi saltatori.

    Rimane la velocità. Anche se Puyol e Alves ma anche Adriano sono quasi insuperabili in velocità. Insomma come la metti la metti male. Il Barcellona ci è superiore in tutte le parti del campo. E’ un livello completamente diverso dal nostro. Non so nemmeno quanto convenga buttare dentro giocatori a prendere le sponde o i passaggi di Ibra. Non puoi lasciare campo scoperto al Barcellona.

    Se fossi Allegri, onestamente direi ai nostri di tirare molto da fuori e nel secondo tempo giochrei con El Sharawi e Maxi Lopez che sono la coppia più affiatata in questo momento

    1. Ma cosa fa Pato sulle palle inattive? 😳

      1. Pato i suoi goal di testa li ha sempre fatti, pensa al tuo Ibra va

  14. Non c’è Adriano,è rotto.

    Probabile che mettano Mascherano centrale e Puyol terzino.

    Cmq effettivamente non si capisce perchè al Milan non battono i calci d’angolo come le persone normali! 🙂

  15. Al Milan le cose che non si capiscono sono tante:

    Perché sfruttiamo poco le ripartenze nonostante abbiamo gente come Robinho, El shaarawi, Maxi Lopez, Emanuelson che pure sono molto veloci?

    Perché i nostri terzini non crossano mai dal fondo ma sempre dalla trequarti?
    Perché chi dovrebbe fare la prima punta, fa ora l’ ala, ora il trequartista, ora il rifinitore, ora il difensore, ora la seconda punta ora fa qualunque cosa invece che fare la prima punta?
    Perché chi fa la prima punta non è capace a fare un goal da attaccante normale e di testa non ne prende una anche se è 2 metri per 90 kg?

    Perché cazzo pressiamo alti con il rischio di lasciare ampi spazi alle ripartenze avversarie?
    Perché Emanuelson gioca sulla trequarti?
    Perché i nostri si rompono sempre a settembre e a gennaio dopo la preparazione?
    Perché Pato con Leonardo ed Ancelotti aveva una corporatura esile e scattante e ora sembra un pachiderma rallentato?
    Perché se senza Ibra giochiamo sempre meglio, l’ unico modo per non averlo fra i coglioni è l’ infortunio o l’ espulsione?
    Perché se Seedorf non è del tutto rotto gioca titolare fisso?

    Se hai Allegri in panchina devi sempre mettere in conto di vedere le partite del Milan come se fossero una puntata di Voyager.

    Puoi solo farti tanti inutili interrogativi sapendo che non avrai mai un cazzo di risposta, anche perché molto probabilmente non saprebbe rispondere nemmeno lui. Il Milan di Allegri è un atto di fede come la Madonna di Fatima. Non ha un senso preciso

  16. Muntari non credo abbia mai segnato di testa se non quella partita con la Juve, Pato uguale, al massimo ha segnato un altro gol oltre a quello al Palermo, quando comunque fu lasciato solissimo.

    Al solito si parla a casaccio.

    @ Matto
    Li battiamo così – suppongo – perchè di saltatori fenomenali non ne abbiamo, quindi lo stratagemma del batterli “di seconda” (diciamo così) è fatto con lo scopo di far uscire avversari dall’area, liberarla leggermente e creare spazi per un inserimento, evidentemente Allegri ritiene che i nostri saltatori siano più bravi così che non nello stacco imperioso ad area affollata.

  17. …specifico: Pato non ha mai segnato su palla inattiva oltre a quel gol. Qualche gol di testa (parliamo di 5-6) l’ha fatto, su palla inattiva parliamo di uno forse forse due.

    Se qualcuno se ne ricorda altri per piacere indichi quale. Non faccia come DNA che dice cazzate e non si premura di controllare.

  18. secondo me è più possibile che perdiamo punticini a Catania, quindi sono daccordo con LPF.

    Da palle inattive segnamo mooolto di più degli anni scorsi, più che altri sugli sviluppi di palle inattive (ultimo esempio anche il quarto gol di Thiago a Palermo).

    Sul fatto di non prenderli, a meno di dormite colossali tipo Londra con Koscielny, la pericolosità avversaria in queste situazioni è molto diminuita, vuoi perchè abbiamo trovato il sistema giusto, vuoi perchè anche Ibra torna indietro a saltare sempre, ed è un piccolo particolare, ma importantissimo.

  19. Non ho bisogno di controllare. I goal di testa Pato li ha fatti da palla inattiva e non.

    Se vuoi tanto fare l’ amico delle statistiche guarda quanti goal abbiamo fatto su palla inattiva con quella segata di Allegri. La verità è che lui fa cosi perché ritiene che sia meno probabile prendere dei contropiedi, non lo fa certo per i nostri saltatori, nel caso sarebbe una strategia doppiamente cretina visto che funziona poco e male

  20. http://www.sportmediaset.mediaset.it/

    non bastava l’ avatar di lpf…ci voleva anche lui per farmi ravanare i coglioni

  21. E io ti dico che non ne ha fatti da palla inattiva e su azione ne ha fatti 5-6. Se te li ricordi citameli e magari citami anche i miei commenti contro Cassano. Altrimenti rimani un cazzaro di prima categoria.

    I gol presi li ho già contati prima, se sei capace di leggere e non sei completamente idiota. 3 quest’anno in campionato, tutti entro ottobre.

    Quella del contropiede potrebbe essere una spiegazione, ma è anche vero che quasi mai salgono entrambi i centrali.
    Insomma, in un mare di cazzate qualcosa di pseudo-ragionevole lo dici.

  22. Secondo me dovresti prenderti una pausa quando la vita non ti sorride. Non giova a nessuno , a te per primo quando sbraiti come un ebete esagitato su un sito pubblico.

    Eh si perché sono io quello delle cazzate. Dovrei investire sul serio un sabato a ritrovarmi tutte le tue storiche perle degli anni migliori. Non proprio cazzate, vaccate varie. Almeno verifico anche su Cassano già che ci sono.

    5-6 goal? Per quello che ne so io potrebbero essere anche meno. So una sega. Non ho ne le statistiche ne la voglia di ricercarle. Non ha fatto goal da palla inattiva? Ci sta. E allora?

    Le tue statistiche non cambiano di una virgola il succo del discorso.
    Il Milan non ha chissà quale convenienza a giocare con le palle inattive contro il Barcellona, perché non ha segnato nel complesso molte reti cosi e perché i calci d’ angolo li battiamo sostanzialmente a cazzo . Punto.
    Quanto sarai bravo te nelle cose inutili è allucinante.

    Il mare di cazzate a cui fai riferimento deve essere un laghetto asciutto.

    Negli ultimi anni le ho prese quasi tutte, dalle vaccate di ancelottiana memoria, al fatto che senza Pirlo saremmo stati infinitamente meglio, al fatto che la spedizione di Lippi agli ultimi mondiali sarebbe stata una merda, al non gioco di Allegri che anche quest’ anno ha caratterizzato mezza stagione , al fatto che si può fare a meno di Ibra, al fatto che Leonardo fosse un grande allenatore (l’ unico in mezzo a Benitez, Ranieri, Gasperini a compicciare qualcosa con quella squadra di merda). Ho pure preso il rinnovo della società con 2-3 anni di anticipo. In tempi non sospetti dissi che la rosa del Milan era la più forte quando ancora c’ erano gli elboniti di turno che persistevano a dire che non eravamo competitivi con questa Inter.
    Ho anche preso che il Barcellona avrebbe rivinto subito la champions una volta che si era tolta Ibra dalle balle.
    Per ora una delle cose che ho toppato di serio è Fly Emirates che pensavo fosse prossima ad entrare in società ma non è detto che non possa accadere prossimamente. La prossima cosa che prenderò sarà Pato che farà il culo a tutti quando tornerà in piena forma e quando avrà un allenatore vero a gestirlo.

    Come al solito sproloqui e rigiri la frittata aggrappandoti alle cazzate quando becchi la luna storta. Sei un fenomeno vero, quasi come Alessandro Del Piero

  23. signori, Nostradamus è tra di noi, inchiniamoci!!!

    Ma valà valà valà!!!

    1. No tra di voi c’ è solo uno che conosce con certezza il conto delle cose prese e quali no. Giusto per rimettere a cuccia i campioni del rigiro della frittata

  24. Anche Emanuelson ho preso. A dirla tutta pure Antonini e soprattutto Abate. Per non parlare di Thiago Silva. Anche questo Preso con abbondante anticipo. Pato non lo cito nemmeno perché era troppo facile da prendere. Si vedeva anche in Brasile che era un campione. Insomma nel mio “mare di cazzate” ci sto proprio bene. Come un pascià

    1. Pato per ora è morto. Giocatore finito a 22 anni, non male.

  25. 5-6 goal? Per quello che ne so io potrebbero essere anche meno. So una sega. Non ho ne le statistiche ne la voglia di ricercarle. Non ha fatto goal da palla inattiva? Ci sta. E allora?

    E allora hai detto una cazzata. E invece di minacciare che un fatidico giorno controllerai i miei commenti su Cassano, fallo!
    Non ti attaccare al tempo che ti manca, che per scrivere 40 volte al giorno che quella merda di Pato è più forte di Ibra il tempo ce l’hai…
    Ci sono 200 post miei, ci metti due minuti a leggerne uno, gli stessi due minuti che impieghi a scrivere le solite cose. Sei veramente un fenomeno da baraccone.

  26. Non c’è nemmeno Maxi domani. 🙁

  27. Io intervengo solo per dire che il problema di Pato è Ibrahimovic, non Allegri. Allegri ha provato a metterli insieme, non c’è niente da fare. Ibra senza Pato gioca meglio, Pato senza Ibra non sempre ce la fa. Mi sembra logico un allenatore punti su Ibrahimovic, anche perchè Ibrahimovic sta fuori quando è espulso, Pato gioca partita e poi sta fuori 1 mese, ritorna e sta fuori 2 mesi. Pato se troverà una certa continuità fisica certo che ha dei numeri, nessuno lo nega. Anche perchè a 18 anni si mangiava Messi e C.Ronaldo a pari età, adesso a 22 anni non è in TOP10 al mondo… Anche perchè onestamente io di discorsi come “questo è il futuro” ne faccio a meno, se ho un presente sempre roseo. Cioè se oggi ho Ibra e Robinho, domani ho Balotelli e Tevez per dire, sai a me di Pato che mi frega?

    1. più di quotar non sò che fare…

      ineccepibile!

      1. Pato ha dei numeri lo hai detto te. Bene l’ unica cosa da fare è saperli tirare fuori. Se un giovane di talento non riesce ad esprimersi al meglio la colpa non è sua. E’ dei dirigenti e vari staff che non lo hanno saputo valorizzare. E’ la prima cosa che viene insegnato sulla valorizzazione delle risorse proprio perché chi comanda o chi gestisce dovrebbe saper valorizzare.

        Inoltre facciamo presto a criticare Pato. Facciamo meno presto a giudicare l’ operato dei vari staff nei suoi confronti. Siamo sicuri che Pato sia stato curato bene dallo staff medico? Siamo sicuri che Pato sia stato adeguatamente preparato atleticamente secondo le sue caratteristiche e il suo fisico? Siamo sicuri che sia stato messo nelle migliori condizioni di esprimersi?

        presente Roseo? Mah. Vediamo cosa facciamo in champions per dire che il presente è roseo. Se non passiamo i quarti è un presente abbastanza normale.

        1. Scusa ma mi sembri l’eterno insoddisfatto. Il Milan lo scorso anno ha vinto lo scudetto. Quest’anno è primo in Serie A, ai quarti di Champions (unica italiana) contro il Barcellona, è uscito in semifinale di Coppa Italia ai supplementari con un goal irregolare di Del Piero e finita la panchina con Inzaghi che vomitava (tra parentesi, dove sono finiti tutti i massacratori di Allegri perchè non lo faceva giocare? Gioca un tempo e muore dopo mesi di solo allenamento…) e Maxi Lopez infortunato (evvai, anche lui ricaduta e salta la Roma). Ha vinto la Supercoppa Italiana alla prima gara ufficiale. Ha costantemente 10 indisponibili. Questo è un presente normale? Ho la pelle d’oca a sentire certi discorsi…

          PS: per la cronaca ripeto che Guardiola non si è messo a dare dei 5 alla gente e ha detto che il Milan è la squadra che avrebbe evitato, non il Real, non il Bayern, il Milan. Forse durante la doppia sfida del girone ha capito che nonostante ci massacri in palleggio senza una punizione e un rigore inventati i 4 punti su 6 li facevamo noi?

        2. Colonna ma tu credi a guardiola? Gli elogi FALSI come Giuda sono per far rosicare quelli del Real. Ma nemmeno lui crede a quello che dice

        3. Dimenticavo, un calciatore che ha i numeri e canna è sempre e solo colpa della dirigenza e dell’allenatore? Ma stiamo delirando? Ma hai presente Adriano? Ti ricordi Mancini e Mourinho con Balotelli? Capello con Cassano? Non diciamo che se il proprio pupillo fallisce è colpa di dirigenti e allenatori che non lo capiscono. Pato ci mette del suo, e anche tanto. Sposarsi a 20 anni e divorziare dopo 2 mesi, scoparsi la figlia del suo presidente. Ti ricordi cosa disse Ancelotti di Pato? Ancelotti, non Allegri… Già Ancelotti disse che era un ragazzo che avrebbe i mezzi ma che si tira il freno a mano da solo, che si accontenta, che in allenamento faceva i compitini e basta. Maradona, e ripeto, Maradona, finiti gli allenamenti stava delle mezz’ore sul campo da solo ad allenarsi a calciare le punizioni. Dida sai perchè al Milan non ha perso il posto per Abbiati? Perchè Abbiati anche lui faceva i compitini e si era montato la testa, mentre Dida era sul campo per primo e tornava nello spogliatoio per ultimo. Questo è professionismo e professionalità. Se sgarri paghi. Non tiriamo sempre fuori che si vince grazie al calciatore e l’allenatore è li a scaldare la panchina e Galliani a fare le foto con Tevez prima del tempo che senza Galliani, che ha fatto le sue cazzate come tutti (ma per me in rapporto ai vari Branca, Marotta/Secco, Sabadini, Corvino ecc… molte meno, ma che ci ha portato comunque grandi giocatori con le mani legate e il portafoglio chiuso

  28. Lpf….lpf….non saprei da dove cominciare. Ho sempre pensato che sei essenzialmente un anti calcio arteriosclerotico.

    Con quella statistica potevi quasi quasi esserti guadagnato quel minimo di credibilità calcistica che non ti si addice da buon ancellottaro convinto quale sei sempre stato. Poi hai voluto stra fare e ti sei rivelato il solito coglione di sempre.

    Mi hai accusato di mare di cazzate senza controllare di potertelo permettere. E Infatti le mie statistiche sulle cose prese e non sono pubbliche a disposizione di chiunque voglia controllare e farsi un conteggio. Infatti c’ è chi è più intelligente di te che la pensa diversamente nei miei confronti. E ovviamente non parlo delle tue vedovelle che grosso modo sono al tuo livello. Il fatto che ti aggrappi a contare i goal di Pato su un discorso generico fa capire bene la tua natura. Oltre tutto io nemmeno avevo quantificato i goal fatti di testa suoi perché non ne ero realmente in grado. Ho solo detto che ricordavo goal di testa di Pato. Come al solito se non dimostri di essere di fuori non stai bene con te stesso. Anche perché ripeto il discorso era un altro. Quindi al massimo la cazzata poteva essere sulle palle inattive ma non mi sembra una cosa cosi trascendentale da giustificare la tua solita fanfaronata.

    Per me puoi pensare quello che ti pare. Le tue uscite da bambino arteriosclerotico sono storiche. Ma vedi io a differenza tua non ho tutta questa bramosia d’ imbrattare il blog per dimostrare a tutti quanto sei coglione. Lo penso io che lo sei, non me ne frega molto di mostrarlo agli altri anche perché a occhio non mi sembra che ci sia tutto questo bisogno . Mi sembra abbastanza assodato il concetto. . Per me sono sufficienti le cazzate che dicevi durante l’ ultimo Ancelotti. Ti avevo già bollato li come anti calcio ma al coglione ci sono arrivato in seguito a uscite come quella di oggi durante l’ ennesima luna storta a prescindere che potevi dire qualcosa di vagamente corretto o meno dal punto di vista calcistico. Quello che sostieni su Pato ora è per esempio una serie di vaccate indegne che se ragionassi come te mi dovrei segnare per potertele rinfacciare l’ anno prossimo se torna in forma. Non ci vuole molto a trovare le tue vaccate da controbattere. Ma come vedi non me le segno, come del resto non mi sono segnate quelle passate. Mi sa che questo non lo hai ancora capito. C’ è qualche disadattato che lo fa, di segnarsi le massime degli altri o di salvarle pure per rinfacciargliele ma io no.

    Io Minaccio? Te hai dei seri problemi sulle manie di persecuzione e di egocentrismo fai tutto da te, estrapoli quello che cazzo ti pare da un discorso, la butti in caciara offendi le persone, rigiri le frittate e fai pure la vittima parlando di minacce, ti lamenti che uno fa 40 commenti invece di cercare le tue cazzate. Come se tutto il mondo dovesse girare in torno a te o qualcuno dovesse giustificarsi con te per quello che fa o per quello che non fa. Ma Sparati.

    Pato Morto? Vedremo. Io credo che
    sia recuperabile. E si è innegabile che i suoi numeri ce l’ abbia. Purtroppo non tutti lo capiscono. Penso che sia superiore a Ibra anche se non ha la stessa costanza ma ha a soli 22 anni. C Ronaldo alla sua età era per lo più un bimbo borioso.

    Sui 40 commenti il giorno. A parte il fatto che scrivo abbastanza velocemente quindi anche se fosse (e non è che ne scrivo 40 il giorno) sarebbe una perdita di tempo relativa, ma non ho molto di meglio da fare nel tempo libero o nei momenti cazzeggio, in questo periodo, visto che sono fermo ai box da un infortunio al ginocchio. Ma a parte questo, cosa cazzo te ne frega a te di quello che faccio o non faccio io e di come impiego il mio tempo e soprattutto cosa te ne frega a te se ho voglia o meno di ricercare le tue cazzate.

    E te invece che ti metti a contare i goal di Pato su un discorso sulle palle inattive da utilizzare contro il Barcellona e ad investire mezza giornata nel tentativo di stuzzicare me, per avere un minimo di attenzioni, cosa cazzo hai da fare tutto il giorno? Hai anche tempo di fare le stime sui commenti degli altri e sul tempo che questi richiedono?

    Sei un esagitato, tendente al bimbo minchia

    1. Il tempo che hai impiegato per scrivere questo popò di roba, che non mi fotte un cazzo di leggere, potevi usarlo per dare un senso alle tue fandonie ricercando miei commenti negativi su Cassano.

      Babbeo.

  29. come disse una volta Lance Armstrong…
    la stessa, solita, maleodorante storia!

Comments are closed.