Ultima fatica nella fase a gironi per un Milan ancora scosso dal 2-2 in pieno recupero di Benevento. Superato il girone con tanto di primo posto e discreto ranking, la trasferta di Rijeka chiude la prima metà di stagione europea.

11 punti, lotta per la qualificazione nel girone D riservata allo scontro diretto contemporaneo al nostro Austria Vienna-Aek, sedicesimi già certi. Probabile spazio a esperimenti e un po’ di turnover in attesa del Bologna domenica e della Coppa Italia la prossima settimana (la partita col Verona potrebbe consegnare la possibilità di una rivincita anticipata nel derby). Tra i convocati rossoneri non ci sono infatti Donnarumma, Borini, Suso, Kalinic, Bonaventura e Rodriguez, ci sono invece quattro primavera e Romagnoli che salterà un turno domenica.

3-5-2 probabile con: Storari; Musacchio, Romagnoli, Paletta; Calabria, Locatelli, Biglia, Zanellato, Antonelli; Cutrone, A. Silva. A disposizione A. Donnarumma, Bonucci, Zapata, Abate, Gabbia, Montolivo, Forte. 4-2-3-1 dovrebbe essere lo schieramento scelto dal Rijeka con: Prskalo; Vesovic, Zuparic, Elez, Zuta; Bradaric, Males; Kvrzic, Misic, Heber; Gavranovic. Fischio d’inizio alle 19, senza copertura tv in chiaro. Per le altre italiane, sfida per il primo posto alla stessa ora tra Atalanta e Lione (gruppo E) e trasferta a Waregem per la Lazio già certa del primato nel girone K. Cska Mosca, Celtic, Atletico Madrid, Sporting, Spartak Mosca, Napoli, RB Lipsia e Borussia sono invece le 8 terze classificate nei gironi di Champions.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche “Destinazione” da ottobre 2014