Potrei dire che stasera serve un miracolo per passare. Potrei dire che forse sarebbe meglio non rischiare Pato per non perderlo. Potrei dire che sarebbe meglio concentrare tutte le energie nell’inseguimento all’Inter (che magari passerà e dovrà lottare su due fronti); potrei dire che rischiamo una figuraccia, che tanto usciremmo ai quarti e tante altre cose. Ma non lo faccio, tanto ci hanno già pensato altri compagni di tifo.

Andiamo all’Old Trafford, il Teatro dei Sogni e allora…proviamo a realizzarli questi sogni. Si va bene, sarà difficilissimo, improbabile, quasi impossibile. Ma che palle continuare a ripetercelo! Noi siamo il Milan, vediamo di ricordarlo. E il Milan deve crederci. Sempre. Crederci non è sinonimo di riuscirci, ma nemmeno di arrendersi senza combattere. Dov’è finito il nostro orgoglio? Devo veramente iniziare a pensare che ci sia chi tifa contro solo perchè ad agosto aveva deciso che quest’anno sarebbe stato tutto uno schifo? Suvvia, schiena dritta e petto in fuori: andiamo a giocarcela. Mi sembra evidente che non abbiamo nulla da perdere, ma solo tutto da guadagnare. Mi farebbe incazzare molto ma molto di più un pareggino misero ottenuto senza lottare, che non una sconfitta dopo averci messo tutto. Non facciamo i provinciali, che tanto non lo siamo.

Come giocarsela? Vediamo, qua le teorie possono essere molteplici. Io imposterei una partita offensiva senza dubbio ma, almeno inizialmente, con criterio. Diciamo che ripetere il primo tempo di Roma (primi 10′ a parte) dal punto di vista dell’aggressività e dell’intensità non sarebbe male. Se la si sblocca presto, la partita cambia. Due gol non sono pochi, ma nemmeno troppi. Il tempo c’è, io aspetterei almeno un tempo prima di passare all’attacco arrembante (che, per definizione, è pure disordinato e incasinato). A partita in corso dovrà essere bravo Leonardo a scegliere il momento giusto per abbandonare la calma e buttare nella mischia tutte le alternative possibili in fase offensiva. Dipenderà molto da quanto saremo cinici. Più sbagli, più ti innervosisci. Occhio ai contropiedi, per questo motivo sceglierei Bonera a destra e non Abate e lo terrei piuttosto bloccato con Nesta e Thiago, Antonini spinga pure e porti via l’uomo a Ronaldinho. A partita in corso qualche minuto per Superpippo lo troverei, così come in queste occasioni non rinuncerei mai a Seedorf che tra l’altro ha effettuato tutto un lavoro di preparazione in vista di questa gara.

Poi vada come vada, nessuno si strapperà i capelli in caso di uscita. L’obiettivo degli ottavi è stato raggiunto, ora non resta che uscire a testa alta da quel campo. Qualunque sia il risultato. E l’unico modo per uscire a testa alta è dare tutto. Al Teatro dei Sogni dobbiamo essere il loro incubo.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI MANCHESTER UNITED – MILAN

Champions League in tv: Manchester-Milan (Rai 1, SKY Sport, Mediaset Premium)MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): 1 Van der Sar; 2 Neville, 5 Ferdinand, 23 Evans, 3 Evra; 18 Scholes, 24 Fletcher; 13 Park, 25 Valencia, 17 Nani; 10 Rooney. (29 Kuszczak, 28 Gibson, 21 Rafael, 9 Berbatov) All. Ferguson

Champions League in tv: Manchester-Milan (Rai 1, SKY Sport, Mediaset Premium)MILAN (4-3-3): 12 Abbiati, 20 Abate, 13 Nesta, 33 Thiago Silva, 77 Antonini; 21 Pirlo, 16 Flamini, 23 Ambrosini; 80 Ronaldinho, 22 Borriello, 11 Huntelaar (1 Dida, 25 Bonera, 18 Jankulovski, 8 Gattuso, 10 Seedorf, 32 Beckham, 9 Inzaghi) All. Leonardo

Posted by LaPauraFa80

67 Comments

  1. Diavolo1990

    LPF la gazzetta ti ha copiato il titolo 😐

  2. mancestere, facce sognà

  3. Diavolo1990

    Ti piace tifare facile? Ponzi ponzi po po po…

  4. Stasera sono convinto ke il milan farà una grande partita…ma nn penso possa passare il turno i 3 gol subiti in casa purtroppo pesano parecchio

  5. E vai con la musica Champions! 😀

  6. si, la musichina della famiglia addams

  7. apocal: zio Fester è zio Fester, ma la musica è proprio da cuori rossoneri!
    Qui a Sassuolo ci sono 40 cm di neve. Lì da te?

  8. Diavolino mò gli faccio causa alla gazzetta.

    Nota cromatica: giocheremo in maglia nera. Come a Bari e a Verona col Chievo.

  9. Diavolo1990

    MANCHESTER — Per avere conferma del fatto che le stagioni non fossero più quelle di una volta non serviva volare fino a Manchester per scoprire che qui il freddo è meno freddo che a Milano.
    Piuttosto il ritorno in uno stadio cult come l’Old Trafford potrebbe avere un senso se riuscisse a dimostrarci che pure il calcio non è più quello di una volta: al di là delle leggende metropolitane, nel calcio di una volta il Milan ha infatti faticato, e parecchio, tutte le volte che in Champions League si è trovato a giocare lontano da San Siro. Rileggendo infatti le trasferte rossonere nella fase ad eliminazione diretta a partire dalla stagione 2001-2002, quella dell’incoronazione di Carlo Ancelotti, in effetti si scoprono cose interessanti.
    Ad esempio che il Milan ha giocato 14 di queste sfide, vincendone soltanto 3: una di queste peraltro (il 2-0 a Monaco di Baviera dell’aprile 2007 che ribaltava il deludente 2-2 di San Siro) è risultata fondamentale lungo la strada della vittoriosa finale di Atene. Le altre due? Quella per 1-0 proprio qui a Manchester nel febbraio del 2005 con gol di Crespo e quella, trasformata poi in un 3-0 a tavolino per decisione dell’Uefa, nell’aprile dello stesso anno contro l’Inter: il famoso derby di Coppa sospeso per le intemperanze della curva nerazzurra sull’1-0 per i berlusconiani.
    E il resto? Tante piccole-grandi delusioni a cominciare dagli 8 pareggi, di cui addirittura 6 (Ajax, Sparta Praga, Lione, Barcellona,Celtic, Arsenal) per 0-0, per finire con le 3 pesanti sconfitte (10 gol complessivi al passivo) con Deportivo La Coruña, Psv e ancora Manchester United (il 2-3 dell’aprile 2007 che fece da battistrada al 3-0 di San Siro, la famosa partita perfetta). Insomma, per riemergere dalla sconfitta casalinga di tre settimane fa, il Milan di Leonardo dovrà comportarsi in maniera sostanzialmente antitetica a quello di Ancelotti, di cui pure è un’emanazione riveduta e corretta. In parole povere se vorranno ribaltare gli scenari dopo la rete di Scholes e la doppietta di Rooney, trasformando in oro zecchino il colpo di tacco di Seedorf, stasera i rossoneri dovranno ricopiare il Milan dell’Allianz Arena, l’unico vero acuto ancelottiano fuori casa, e non il Milan di stampo ragionieristico dei (troppi) pareggini.
    A onor del vero va detto che, più che terrorizzato, Leonardo sembra piacevolmente stimolato dall’idea di sfidare la tradizione secondo cui mai, in ambito europeo, lo United ha perduto in casa con due gol di scarto, quelli che servirebbero ai rossoneri per entrare nell’eternità, «perché anche nella partita di andata, nonostante la sconfitta, ci sono state così tante cose positive che tutto è ancora aperto: sarà una sfida non solo tattica ma pure psicologica». «E noi — ha chiosato capitan Ambrosini — abbiamo la serenità di chi sa di potercela fare».
    In questa atmosfera da notte prima degli esami ha relativamente poca importanza sapere chi giocherà e chi invece partirà dalla panchina, se Pato ce la farà (e non ce la farà) oppure se Huntelaar sarà riproposto ancora da esterno destro (e sarà riproposto). «A fare la differenza sarà l’atteggiamento e non i singoli» avverte Leonardo. Dunque anche la trepidante attesa di David Beckham, con il suo cocktail di emozioni per questa prima volta da «nemico» all’Old Trafford, finisce ai margini della vigilia.
    Il conteggio alla rovescia è scattato mai nervi del Milan, anziché tendersi, si allentano. Questo — l’Europa, un grande stadio, una sfida epocale—è il suo habitat naturale: «Il Real Madrid ha vinto il nostro girone di qualificazione e con lo Zurigo ha fatto 6 punti — filosofeggia Adriano Galliani —. Noi invece con lo Zurigo abbiamo fatto un solo punto, ma al Real ne abbiamo strappati 4. Io preferisco così: fare un punto con lo Zurigo e 4 con il Real. Noi siamo grandi, nel bene e nel male».
    La missione è semplice e insieme terribile: partire da qui, cioè dall’Old Trafford, per arrivare all’eternità.
    Che ne sarà del Milan di Leonardo?
    Alberto Costa

    Dal corriere di oggi

  10. bel posto… io non ci credo ma ci spero!!!!

  11. anche nesta è in dubbio…-.-

  12. Sì, almeno che l’atteggiamento sia quello giusto. Poi vada come vada.

    Occorre normalmente molta fortuna in Coppa, figuriamoci quando devi compiere una rimonta del genere.

    Comunque teniamo a mente che sono esistiti Istanbul, la Corea (Nord e Sud), lo scudetto del Milan di Zac, la champions del Milan 2007, Douglas che mandò KO Tyson, gli universitari USA che vinsero l’oro di Hockey alle olimpiadi invernali di Lake Placid 1980 contro i favoritissimi professionisti Sovietici (il dilettantismo in quel Paese si sa, era una colossale balla di regime).

    Se sono accadute queste cose, nello sport può accadere di tutto.

  13. Nesta dovrebbe farcela, si dice.

    Che palle però. Non riusciamo mai ad affrontare una partita importante con tutti a disposizione.

  14. Rispondo ad Adamos dal post predente.
    Potendo scegliere, io non avrei mai dubbi tra campionato e Champions. Tutta la vita quest’ultima.

    Ovviamente è un ragionamento che lascia il tempo che trova, mica sputo sul campionato (che tra l’altro ad oggi è molto difficile che lo vinceremo, ma meno della Champions).

    Però in linea teorica scelgo sempre la Coppa.

  15. PEGGIORA IL QUADRO. Nesta e Antonini sono a un passo dal forfait. Bonera va a fare il centrale con Jankulovksi a sinistra e Abate a destro. Ecco la probabile formazione del Milan: Abbiati; Abate, Bonera, Thiago Silva, Jankulovski; Flamini, Pirlo, Ambrosini; Huntelaar, Borriello, Ronaldinho…

    Non ho parole….nella partita più importante della stagione abbiamo fuori: Pato, Nesta e Antonini…nel derby eravamo senza Pato e Nesta….altro che tutti i santi del calendario….ci vorrebbero due calendari oggi 🙁

  16. yom, è nevicato ieri, per oggi non so, me ne sono rimasto a letto per precauzione, vedo dalla webcam esterna che ancora non nevica ma è brutto brutto brutto…

  17. più passa il tempo e più arrivano notizie di merda…

  18. Non fasciamoci la testa prima di rompercela.

    Siamo il Milan, fuori le palle. Non piangiamo.

  19. insomma, con questa storia che siamo il milan
    è meglio perdere ridendo
    o vincere piangendo ❓

  20. Se vinci non piangi.
    Quello che dico è: aspettiamo.
    Quando ci sarà l’ufficialità allora lì ci starà un bel vaffanculo, perchè non riusciamo mai a giocarci una partita decisiva con tutta la rosa a disposizione.

    Ma per ora niente drammi, già solo recuperare uno tra Nesta e Antonini (inutile dire che preferirei Nesta) sarebbe una buona cosa.

  21. che sfiga ragazzi….pazienza, godiamoci la partita di stasera e poi pensiamo al campionato. c’è una qualificazione in champions da difendere

  22. chi mi conosce sa che non mi faccio mai delle seghe mentali e, per onestà dovuta nei vostri confronti vi dico la mia.
    in tutte e 7 le coppe di latta che vi ritrovate in magazzino, quanta percentuale di latta e quanto percentuale di oro placcato c’è, nessuno di voi lo saprà mai, e non sarà mai importante saperlo.
    le 7 coppe sono lì e basta, che è l’unica cosa che conta
    così, l’unica che conta per stasera è superare il turno vincendo con 2 reti di scarto, senza bisogno di cadere in piedi con le palle in imano
    ben venga il risultato anche di riffe o di raffe
    anche ottenuto con un ovrebo a favore

    l’unica cosa che resterà nella storia sarà se riuscite a superare il turno o no
    altri tipi di magre consolazioni, improbabili soddisfazioni, lasciatele a squadre come la fiorentina
    al di là di ogni inutile retorica

  23. Apocal la mia consolazione è vedere una squadra che dia il massimo e che non parta rassegnata.
    Se poi non ce la si fa, va bene uguale. Ma se l’idea è quella di “prenderne il meno possibile” non ci sto.

    E’ più che evidente che porterei a casa volentieri la vittoria in qualunque modo arrivasse, ma per farla arrivare questa vittoria, serve necessariamente una gran gran partita. Altrimenti due gol (o più) all’Old Trafford non li fai. Difficile che il culo ti faccia segnare due (o più) volte.

  24. una squadra che parte con una SCONFITTA MINIMA per 2-3, NON PUO’ PARTIRE RASSEGNATA, ha il dovere morale di crederci anche se invece di essere il milan fosse il siena
    all’old trafford la partita inizia 0-0 e state sicuri, se c’è una squadra che avrà paura di perdere partita e qualificazione questa non sarà il milan ma il manchester nonostante le dichiarazioni dell’avvinazzato rubeoso ferguson

  25. Apocal siamo d’accordo, lo sono meno molti altri milanisti.
    Personalmente l’ho detto nel posto: abbiamo il dovere di provarci, non quello di riuscirci.

    I segnali sono poco incoraggianti, perdiamo pezzi di ora in ora, ma tant’è: la partita comunque la si deve giocare, tanto vale provarci.

    p.s: l’avvinazzato rubeoso Ferguson mi sta sulle palle. 👿

  26. il dovere di riuscirci non potrà mai esserci, altrimenti sarebbe inutile persino giocarsi le partite

    la paura. poi. è un sentimento umano che magari uno ha dentro di se e proietta nei destini del calcio, spesso al di là di quella che è la realtà.
    insomma ora sono le 16 ed è ANCORA TUTTO DA DECIDERE

  27. il dovere di riuscirci non potrà mai esserci, altrimenti sarebbe inutile persino giocarsi le partite

    Ma certo Apocal. Intendevo un’altra cosa però: noi dobbiamo essere tranquilli e consapevoli che uscire non sarebbe una tragedia. Sono loro che hanno molto più da perdere.

    Infatti non sono per niente agitato. Solo un po’ incazzato per affrontare un’altra partita delicata senza alcuni giocatori importanti.

  28. … se del caso, nessuna tragedia
    nessun milanista farà il pietrino vanacore

  29. Ottimo Post Lpf….bravo!

  30. lpf, è bravo a scrive i posts, peccato è tirchio e non paga i redattori :mrgreen:
    bari, elby e ghost, fatevi pagare bene 😥

  31. Apocal, siamo al verde ❗

    NESTA E PATO IN TRIBUNA.
    Fonte: Milannews

  32. lpf, se bari, elby e ghost te pigleno troop, se fanno gli esosi e voglieno puro ‘e marchette, cacciali e mettece tre cinesi che scriveno ‘e poste anche de domenica notte nel sottoscala del blogghe al lume de candela, ‘sti sfrogetati 😈

  33. MalatoDiMaldini 10 Marzo 2010 at 16:52

    pronti con il pallottoliere…. Tiriamo i remi in barca assorbiamo questa eliminazione e ripartiamo verso il campionato.
    Praticamente le partite fondamentali del nostro campionato le giochiamo sempre con a rotazione fuori uno tra Nesta,Pato,Thiago e Borriello.
    Guarda caso insieme a Dinho vai a vedere chi sono i 5 giocatori fondamentali della nsotra stagione….

    Quando le cose devono andare male…
    MI accontento solo della prestazione fuori i coglioni e vediamo di giocarcela.
    Se perdiamo tutto nella norma, se vinciamo bene se passiamo (0.6%) mi faccio bannare da Bc!ahah

  34. c’è mdm toccate subito la prima cosa di metallo a portata di mano…

  35. Diavolo1990

    E se cominciassimo a sabotare qualche luce in tribuna? Potrebbe essere una idea…

  36. fareste come a marsiglia

  37. Spero almeno in un recuperaro di Antonini. Non voglio vedere Fankulovski!!!

  38. Però: animo, non rompiamoci la testa adesso…che di tempo per farlo ce ne sarà.

  39. no lpf, a diavolino lasciala rompere la testa, non succede niente

    apocal, sezione cattivo 😈

  40. MalatoDiMaldini 10 Marzo 2010 at 17:12

    Ma un po di bassa pressione che porta sta cazzo di neve nei pressi dell’Old Trafford??? partita rinviata al 29 marzo no? ahah

  41. Diavolino, ci sei un attimo su MSN?

  42. mdm, facce ‘na macumba

  43. Diavolo1990

    Si ma veloce che son in uni

  44. MalatoDiMaldini 10 Marzo 2010 at 17:23

    Vediamo se funziona.
    Pronostico un sole incredibile a Manchester. Un caldo esagerato… tutti i giocatori del Manchester in perfetta forma e pronti a correre per mille mila minuti! ahah

  45. intanto il manchester city vuole poli…..se lo vogliono loro noi ce lo possiamo sognare…..un altro anno con gattuso e pirlo titolari…

  46. Elbi, abbiamo altri problemi ora, altro che Poli 😈

  47. no mdm, nun vabbene, te ce vo la pupazzetta de pezza, te tagli una vena bona, cor sangue ce scrivi sopra rooney, poi prendi gli spilloni della nonna, le maledici con la formula
    mourinho merda
    e c’enfilzi le ginocchiette ‘nnocenti d’a pupazzetta
    rooney cadrà a terra come un cavallo abbattuto nei film de’ ‘ndiani
    e la qualificazione è vostra

  48. lpf, l’unico nostro problema è qualificarci alla prossima champions e rinforzare la squadra dell’anno prossimo per fare una buona stagione. il primo obiettivo è quasi raggiunto, il secondo è lontanissimo.

    non vedo quali altri problemi abbiamo.

  49. Elbi, eccheppale che sei! 😛
    Nessuno piangerà se stasera si esce, ma che dobbiamo fare? Proviamoci no?!

    Suvvia, il terzo posto è al sicuro (per quanto possa esserci di sicuro nel calcio), proviamo a guardare un po’ oltre! E se non succede niente…pazienza!

    Chissenefrega di Poli adesso :mrgreen:

  50. lpf, che fo, nella pupazzetta ce scrivo elbonito ❓

  51. Eh ma io a queste cose non ci credo!
    Fanne una per lui con scritto Leonardo..! 😕

  52. MalatoDiMaldini 10 Marzo 2010 at 17:57

    Fanne una con su scritto JulioCesar, Moratti, Maicon, Samuel, Sneijder, Zanetti, Eto’o e una doppia per Milito e io sono apposto… ahah

  53. lpf, sono cose TREMENDAMENTE VERE, credimi
    a leonardo non lo farei mai
    queste SO’ COSE SERIE, mica si scherza

  54. lpf, prima tutti a lamentarsi che la dirigenza decide la campagna acquisti l’ultima settimana di agosto, poi quando ci sarebbe da protestare per la mancanza di un progetto, che anche quest’anno si sta puntualmente verificando, sono l’unico a parlarne. già adesso tutta la campagna acquisti dovrebbe essere di fatto pianificata.

    non me ne frega un cazzo di vincere oggi, se poi l’anno prossimo siamo allo stesso livello di quest’anno!

    poi però non vi lamentate se a giugno ci saranno ancora zero acquisti e si prospetterà un’altra stagione con zambrotta, oddo e gattuso!

  55. mdm, se fai così, poi alla fine la fo su di te
    NUN ME PROVOCA’
    te vojo ‘bene

  56. sono l’unico a parlarne.

    Eh???
    Lo si è detto prima e dopo il derby, prima e dopo Manchester, prima degli infortuni di Pato…lo si è sempre detto!
    E non ti innervosire, che tanto la mia era una battuta! Figurati cosa mi interessa ORA di Poli…magari domani già di più…adesso ho altri pensieri, ma tranquillo che scherzavo…parla pure di Poli 😉

    Già mi scoccia parlare di mercato in estate che tanto si fanno mille nomi e non arriva nessuno, farlo ora, 10 marzo, a tre ore da una partita di Champions proprio non mi interessa. A me.

    Che la società abbia le idee chiare e un progetto in testa già ora me lo auguro, ma dovranno dimostrarlo da giugno in poi…

  57. elby, poli è già a libro paga dell’inter

  58. lpf, il problema è che la società per ora sembra non avere per nulla un progetto chiaro…il problema mica è poli, il problema è che non vedo giovani che si dice debbano arrivare al milan!

    ho parlato adesso di poli perché la notizia è uscita adesso. se la notizia fosse uscita ieri ne avrei parlato ieri.

    che poi mi fa ridere il fatto che abbiamo discusso per due settimane di una cosa che sapevamo tutti benissimo, e cioè che pato non avrebbe giocato, era assolutamente impossibile. e come se non bastasse ancora adesso c’è qualcuno che dice che forse nesta all’ultimo ce la farà…dalle esperienze precedenti non si impara nulla evidentemente.

    apocal, tu ci scherzi ma non mi sorprenderebbe affatto che moratti si prendesse pure quel ragazzo. non sarebbe il primo giovane che doveva andare al manchester city e che è finito all’inter.

    ma a noi che ci frega, tanto abbiamo un progetto che prevede mancini e beckham….

  59. guarda elby io non ci scherzo affatto, che poli è sotto attenzione degli uomini-mercato dell’inter è vero.
    e di questi tempi quando l’inter mette gli occhi su qualcuno, è difficile che non se lo porti a casa, sa come fare

  60. purtroppo per noi milanisti hai pienamente ragione, apocal

  61. apocal habeat semper ragionem 😆

  62. Elbi, ma che cazzo di giovani devono arrivare adesso?
    Ma sì dai, lo sappiamo che sarà un’altra campagna acquisti di merda, ma aspettiamo che inizi e aspettiamo di potercene rendere conto con i (non) fatti, per ora sono solo parole.

    Parlare di acquisti che non verranno fatti da marzo ad agosto mi sembra paradossale.

    Ma vabbè, fai pure, tutto è nato da una battuta.

    ESORCIZZIAMO JANKU!

  63. si si, scriviamo jankuloski sulla pupazzetta

  64. Comunque vada, non scoraggiatevi mai. Se pensate: “E’ impossibile, nelle mie condizioni non ci riuscirò mai”, fallirete. Un proverbio tibetano afferma. “Scoraggiandosi non si esce dalla miseria”.

  65. Diavolo1990

    NUOVO POST

  66. se je se fa ‘a macumba a jankuloski prima d’a partita, esso, er macumbo, cade come er cavallo abbattuto ner firm d’ndiani già durante che sale ‘e scale der tunnelle d’orde trafforde, provocando er cambiamento d’a formazzione da titolare. 😛

  67. ……….:
    Tenzin Gyatso

Comments are closed.