ita irlSabato 1° giugno, ore 20.45, Craven Cottage. Prima delle tre amichevoli premondiali per gli azzurri di Cesare Prandelli, l’unica “vera” visto che le altre sono contro una nazionale di bassa fascia e contro un club. Ecco l’Irlanda di Martin O’Neill.

Rimasta fuori dal Mondiale con il quarto posto nel girone dopo la qualificazione all’europeo 2012 e quella mancata -complice il braccio galeotto di Henry- al mondiale in Sudafrica, sempre con Giovanni Trapattoni in panchina, la nazionale verde è stata affidata a Martin O’Neill, vecchio volpone nordirlandese con alle spalle grandi successi al Celtic (un po’ di anni fa, a dir la verità). La grossa difficoltà per i verdi della Repubblica d’Irlanda, che comunque se la passa molto meglio della controparte di Belfast e dintorni, è data dal fatto che non c’è ricambio generazionale con la squadra che ha portato a casa due successi importanti per una nazione di 5 milioni di persone, in cui lo sport nazionale è il rugby; anche se O’Neill ha escluso due nomi come Richard Dunne e Sean St.Ledger dal gruppo dei convocati, pescati in gran parte tra squadre “medie” della Premier e la Championship inglese. Più il primatista di gol della Nazionale, l’eterno Robbie Keane, a quota 133 presenze e 62 gol con la nazionale del Trifoglio.

Già annunciata la formazione azzurra. Spazio agli esperimenti e ad alcuni giocatori che probabilmente in Brasile non saranno titolari. 4-4-2 classico che vede Sirigu tra i pali; Darmian, Paletta, Bonucci, De Sciglio; T.Motta, Verratti, Montolivo, Marchisio; Immobile, Rossi. Mancano Buffon, Barzagli, Chiellini e Pirlo su tutti, ma anche Insigne e Balotelli nell’undici titolare. Pare a rischio invece la posizione di Abate, ma per ora l’unico certo del taglio -a meno che Sirigu o Perin non si rompano stasera- è il quarto portiere Mirante. Non c’è uno straccio di indiscrezione per quanto riguarda l’Irlanda, almeno per ora. Gli azzurri non vincono una partita -ufficiale o amichevole che sia- dal 2-1 alla Repubblica Ceca di settembre, che di fatto ha consegnato all’Italia la qualificazione al Mondiale.

Nel resto delle amichevoli premondiali del fine settimana, da registrare il 3-0 rifilato dall’Inghilterra al Perù, mentre non convincono del tutto Svizzera (1-0 alla Giamaica) e Spagna (2-0 alla Bolivia, da sempre fanalino di coda in Sudamerica). Giovedì sera c’era stata la sconfitta della Corea del Sud per 1-0 contro la Tunisia, mentre risale a martedì il debordante 4-0 della Francia sulla Norvegia. Stasera amichevole di lusso tra Olanda e Ghana, mentre domani sera tocca a Germania-Camerun.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014