den itaVenerdì 11 ottobre, ore 20.15, Parken. Nona giornata del gruppo B delle qualificazioni a Brasile 2014; l’Italia già qualificata con due turni di anticipo va a Copenhagen per sfidare la Danimarca.

La nazionale che ci eliminò all’Europeo 2004 non naviga in ottime acque da un pezzo, avendo mancato la qualificazione a Germania 2006 e a Euro 2008, e avendo abbandonato già nella fase a gironi Sudafrica 2010 e Euro 2012. La truppa del ct Morten Olsen, comunque, anche stavolta è in una situazione complicata, dovendo giocarsi la qualificazione ai playoff in una lotta all’ultimo sangue tra 4 squadre. La situazione di classifica del girone vede ancora la Bulgaria seconda con 13 punti, a seguire proprio la Danimarca con 12, e Armenia e Repubblica Ceca ferme a 9. Ipotizzare tutte le possibili evoluzioni è complicato, ma possiamo dire che l’Armenia (in casa con la Bulgaria e in trasferta contro gli azzurri) all’80% non sarà della partita.

Stelle della nazionale danese sono il capitano, Daniel Agger del Liverpool, il talento dell’Ajax Christian Eriksen e l’eterno Dennis Rommedahl, che a 35 anni ha raggiunto quota 125 presenze in nazionale, nonostante abbia rischiato di rimanere a piedi l’estate scorsa (era svincolato dal suo club, il Brondby). Nella rosa anche due ex “italiani” come Simon Kjaer, ex Palermo e Roma, e l’ex punta da 0 gol alla Juve Nicklas Bendtner, che però in Nazionale non ha perso il posto, se è vero che viene dato titolare. Curiosità: il terzo portiere è Kasper Schmeichel, figlio dell’ex portiere dello United Peter, che dopo un promettente inizio di carriera (al City!) si era un po’ perso, ma che ora è titolare al Leicester, in Championship. Probabile 4-3-3 per i danesi, con: Andersen; Jacobsen, Kjaer, Agger, Wass; Kvist, Kristensen, Eriksen; Rommedahl, Bendtner, Krohn-Dehli. Nell’Italia già ampiamente qualificata di Prandelli mancherà Insigne, oltre a Balotelli; non è ancora certo se il modulo sarà un 4-3-2-1 o un tridente, ma gli interpreti dovrebbero essere: Buffon; Abate, Ranocchia, Chiellini, Balzaretti; Marchisio, Montolivo, Motta; Giaccherini, Diamanti; Osvaldo. Tralascio volutamente di commentare le affermazioni degli ultimi giorni sulle convocazioni, piuttosto ridicole, che provengono da un certo allenatore.

Come sempre nell’ultimo periodo, le gare interessanti sono spesso quelle degli altri, dove c’è ancora lotta per la qualificazione. Nel nostro gruppo c’è l’insidiosa trasferta in Armenia per la Bulgaria (se Manolev e soci perdessero, si riaprirebbe tutto) e la partita tra Malta e Repubblica Ceca. Nel C ultima possibilità per l’Austria, che va in trasferta a Solna contro la Svezia con un solo risultato possibile. Irlanda già fuori, con Trapattoni andato definitivamente in pensione. Ungheria, Romania e Turchia lottano per il secondo posto nel gruppo D; nell’E sono addirittura in 4 per un solo posto, e ancor più ravvicinate che nel nostro gruppo; nell’F la lotta è tra Russia e Portogallo per il primo posto, ma visto il calendario le cose potrebbero rimanere come sono ora (Russia avanti di 1 punto); stessa situazione nel G tra Grecia e Bosnia, ma le due squadre sono pari. L’attenzione andrà in gran parte verso il gruppo H, che attualmente vede l’Inghilterra in testa con 16 punti, Montenegro e Ucraina a 15 e Polonia a 13; il doppio scontro diretto (Ucraina-Polonia e Inghilterra-Montenegro) dovrebbe schiarire le idee, con le due squadre di casa favorite. A meno di sorprese, nell’I i giochi sono fatti: Spagna prima e Francia seconda. A domani, contando che una vittoria non sarebbe del tutto inutile; infatti, metterebbe in cassaforte un posto da testa di serie al sorteggio del Mondiale (che nei fatti c’è già, per via del ranking FIFA, ma che senza almeno una vittoria potrebbe essere messo in discussione).

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

15 Comments

  1. Peggio di questa partita, c’è solo la merda.

    Poi, più giù della merda, c’è il post odierno del MoVimento 5 Acciughe, con annesso commento del Gran Capo dei Lobotomizzati.

    Oh Gesù.

    1. Diavolo1990

      Racconta un po’ che dice perché io di là mi rifiuto

  2. Comunque, una cosa giusta la dice anche il MoVimento: vanno divise le colpe.

    Quando l’anno scorso dicevo che si poteva vincere lo Scudetto del Bilancio e al tempo stesso essere ultracompetitivi, fui oggetto di una vergognosa macchina del fango.

    La Roma dimostra come si possa puntare al doblete: Scudetto del Bilancio e ultracompetitività. Io avevo ragione. 8)

    Alla luce di tutto questo – cioè che i soldi non contano – le responsabilità vanno equamente divise tra Galliani ed Allegri.

    Assurdo incolpare Berlusconi di qualunque cosa, se è DIMOSTRATO che si possono costruire squadre forti col Bilancio in Attivo.
    Da questo non si scappa: la Presidenza non ha responsabilità ALCUNA.

    1. Diavolo1990

      La roma ha vinto lo scudetto?

      Dividere le colpe è un po’ democristiano. Se è colpa di tutti è colpa anche di nessuno. La colpa è di chi ha la colpa maggiore, in questo caso il sig. Allegri

      1. “Dividere le colpe è un po’ democristiano. Se è colpa di tutti è colpa anche di nessuno”

        Bella questa stronzata. Dove l’hai letta?

    2. “Assurdo incolpare Berlusconi di qualunque cosa …..”

      E certo, sia mai! Lui non ha mai colpa di nulla, povera bestia!
      GONZO! Sono quelli come te che mi fanno vergognare di essere Milanista!

  3. Mah, le solite troiate inconcepibili.. Allegri meglio di Rudi Garcia, avrebbe fatto grandi cose alla Roma (MA PERCHE’ L’HA SOTTOSTIMATA?) citano Castan e Benatia come fossero Beckenbauer e Cannavaro2006, confronti tra le rose, loro c’hanno Bradley noi Nocerino (avessi detto Paul Scholes) bla bla bla bla…

    Insomma, i nostri son tutti scarsi. Gente con oltre 100 partite in serie A e che è stata nelle nazionali è scarsa.

    Nocerino è il giocatore osceno degli ultimi due anni, secondo loro. Non gli viene il dubbio che non è un campiona, ma potrebbe fare molto di più. Non gli viene il dubbio che se Balzaretti è rinato, anche Constant potrebbe fare di più.

    Che se Mazzarri ha rivitalizzato giocatore che facevano ridere il mondo, un motivo ci sarà.

    No.

    1. Diavolo1990

      Gente che ad Agosto dava la rosa più scarsa della nostra e poi corre ai ripari, insomma…

  4. E se le tue riserve si chiamano Amelia Zaccardo e Bonera (vecchie cariatidi), Muntari, Emanuelson, Robinho, Niang e non Skorupski Jedvaj e Romagnoli (giovani), Torosidis, Bradley, Ljajic, Borriello?

    Hai capito? Dove vuoi andare senza SKORUPSKI? (tra l’altro fa comodo citare i loro giovani e non citare Cristante, prostituta intellettuale!).
    Loro c’hanno Borriello.. noi Pazzini (non citato, volutamente, troia intellettuale). Torosidis meglio di Zac Zac Zaccardo. Bradley di Nocerino. Ljajic meglio di EL92 (questo sì, ma loro amano EL92 per cui..).

    E poi citano dei tweet tuoi e di Giangi CheGuevara e loro. Che classe!

    Insomma, unammerda. Ma ognuno scrive per come è, chi èmmerda, scrivemmerda.

  5. E certo, sia mai! Lui non ha mai colpa di nulla, povera bestia!
    GONZO! Sono quelli come te che mi fanno vergognare di essere Milanista!

    Non è un parere, è un DATO DI FATTO.

    L’accusa a Berlusconi è quella di non investire pesantemente nel Milan, causandone la mancata competitività.
    Ma è un DATO DI FATTO che si possano costruire squadre competitive mantenendo il Bilancio in ordine. Ergo, zero colpe.
    (tralasciando quelle pretestuose che Gli attribuite anche quando finiscono i biscotti o inciampate per strada o vi esce un brufolo)
    .
    .
    Poi ci sarebbe da chiedersi PERCHE’ il Presidente Berlusconi non ha più la possibilità di investire nel Milan e allora ci sarebbe da tirare fuori sentenze “strane” che Lo affliggono anche sul piano economico, ma andremmo sul politico.

    Non invento niente, nè interpreto niente. E’ la realtà in sè e per sè, basta solo sforzarsi di guardarla senza pregiudizi.

    1. Allora, senza pregiudizi, non c’è nessun dato di fatto che dimostri quello che dici, perché non c’è mai stato nessuno che abbia vinto senza aver speso, tranne forse il Cagliari di Scopigno e Riva. Loro sono stato il frutto di diversi colpi di culo che hanno contribuito a creare una squadra mitica. Il mantenere una squadra competitiva dopo 8 partite che poi alla fine arriva tra le prime dieci, me lo posso sbattere sulle palle. E pure lo scudetto del bilancio me lo sbatto sulle palle! Io sono un tifoso e voglio che la mia squadra vinca e che ci provi fino all’ultimo. Con dignità!
      E poi diciamo che se il trufdatore non vuole spendere, magari potrebbe reinvestire i soldi delle vendite, invece di utilizzare i soldi del Milan per ripianare i buchi fatti per mogli varie e olgettine! Si liberi dei pesi morti che fanno solo male e si occupi del Milan se vuole continuare ad esserne il proprietario!
      Sul tuo discorso conclusivo sorvolo ma posso dirti che mi son ribaltato dalla sedia per le risate. Sei proprio ganzo quando fai le battute sull’attualità politica e sulla cronaca nera. Davvero divertente!

  6. C’è un mio commento in moderazione

    1. Diavolo1990

      Non scrivete “gonzo/gonzi” è un filtro per i commenti interisti che vengono qua

  7. la roma in estate ha venduto osvaldo( punta titolare), lamela(miglior esterno in rosa), marquinos( miglior difensore in rosa)….. se il milan avesse venduto el shaarawy(miglior esterno in rosa), balotelli(la punta titolare) e mexes ( miglior difensore in rosa) sarebbe scoppiata la rivoluzione….

  8. Sono stati venduti giocatori più importanti di mecses, molto più importanti e non è scoppiata nessuna rivolizione! Il problema è, che se levi Balotelli e il Faraone rimane soltanto la merda e non posso immaginare cosa si sarebbe detto di Allegri quando ci saremmo trovati in serie b!
    Tanto riuscite ad essere sportivi e senza pregiudizi ….. si, si!

Comments are closed.