Tre punti pesanti. Si apre così il torneo del Milan che non senza qualche difficoltà supera per 3-2 il Torino di Mihajlovic e scaccia così la potenziale maledizione dell’ex.

Parte meglio il Milan che dopo qualche occasione solo sfiorata trova il gol del vantaggio con Bacca al 39′: cross di Abate che da un paio di stagioni ha aggiustato la mira e testa del colombiano. Neanche il tempo di gioire che a inizio ripresa Belotti firma il pari anticipando Romagnoli: 1-1. Ma è ancora Bacca ad allungare prima sfruttando un errore di Moretti e poi trasformando il rigore dato per fallo di Obi su Bonaventura.

Finita? Macché: prima il cambio “sprecato” di Bertolacci dentro per Jack e subito fuori per infortunio, poi il 3-2 di Baselli e addirittura il finale thrilling con rosso a Paletta per doppia ammonizione e rigore. Il pari che avrebbe avuto il sapore della beffa è scongiurato da Donnarumma. Tante le cose da sistemare, specie dietro, ma alla fine è andata bene e la sindrome da prima giornata dello scorso anno (tutto bene prima, tutto male dopo la sconfitta 2-0 di Firenze) non si ripete. Sarà molto più dura con il Napoli, certo: Romagnoli e Montolivo sono parsi a tratti in difficoltà e San Siro ha rumoreggiato sui due palloni persi malamente dal secondo, note positive dal trio d’attacco ma anche da Abate, Jack e Kucka. La prima delle 38 gufate (pardon 17, dopo Natale Silvio e Galliani non ci saranno più) è andata male.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014