Prima uscita televisiva ad un orario decente per il nuovo Milan di Montella, al rientro dalle amichevoli prestigiose contro Bayern e Chelsea. Al netto delle tante assenze la serata di Reggio Emilia ha dato qualche indicazione a 10 giorni dall’inizio del campionato.

La prima è che un’idea di gioco si sta creando: si è vista una squadra che a sprazzi ha saputo creare sia giostrando la palla a terra sia con lanci, di Montolivo e in un paio di casi perfino di Honda e Bertolacci; Bacca si è mangiato due comode reti contro il Celta che avrebbero potuto chiudere il discorso, altre due occasioni sono arrivate con Calabria al volo e con la traversa esterna di Paletta. Alla fine rossoneri più freddi dal dischetto per un 4-2 finale che lascia soddisfatti; tanta confidenza con il pallone, in qualche caso anche troppa come per alcuni disimpegni un po’ così ma nel complesso ci siamo.

Ombre invece dalla partita con il Sassuolo. Niang segna due reti, la prima su un rigore quantomeno dubbio, la seconda su una bella azione di Suso – che sembra il gemello molto buono di quello visto nello scorso “soggiorno” al Milan -. Poi un infortunio per il francese, sperando che non sia niente di grave visto come ha giocato stasera; lo sostituisce Matri e complice anche un po’ di deconcentrazione il Sassuolo rimonta e addirittura vince 3-2. I rossoneri chiudono quindi ultimi a 2 punti, che senza tanti sprechi sarebbero potuti essere tranquillamente 6. Vero però che mancavano tanti interpreti, Donnarumma impegnato con l’Under ma anche Gomez e gli infortunati Romagnoli, Mauri, Ely e Zapata.

Quasi tutti in difesa, al punto che Montella ha dovuto inserire Antonelli centrale sinistro nella prima partita e poi ripescare Vergara; Diego Lopez, a parte la punizione del 2-2 del Sassuolo sul suo palo, si è confermato in grado di fare grandi interventi anche ora che fa il dodicesimo. Si sono rivisti anche i rientrati dai prestiti, Paletta (altalenante), il già citato Suso e Matri.

Milan “1° tempo” (contro il Celta, 4-3-3): Diego Lopez; Abate, Paletta, Antonelli, Calabria (De Sciglio); Poli (Locatelli), Montolivo, Bonaventura; Honda, Bacca, Niang.

Milan “2° tempo” (contro il Sassuolo, 4-3-3): Diego Lopez; Calabria, Vergara, Paletta, De Sciglio; Kucka, Montolivo (Locatelli), Bertolacci; Suso, L. Adriano, Niang (Matri)

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014