10261974_539380092839333_5562194689312655529_n

Le migliori azioni della gara

Finisce 3-5 l’ultimo test dell’Italia ed è un test che dà, forse, le indicazioni più interessanti in vista della gara d’esordio contro l’Inghilterra. Partiamo col 4-3-3 ed è un modulo che forse ci esalta e ci permette di creare gioco al costo di qualche svarione difensivo – primo su tutti quello di Andrea Ranocchia in occasione del gol dell’1-1. Con due esterni veri, però, davanti è un’altra cosa. Segniamo, segniamo spesso e segniamo tanto sfruttando anche una buona giornata di Immobile (tre gol e due assist) che andrebbe a questo punto considerato alle spalle di Balotelli nel 4-4-2: il ragazzo sembra nella stagione della vita, forse in un anno di grazia stile Paolo Rossi 1982 che sarebbe un delitto non sfruttare.

Sul 5-2 entrano i titolari e si rivedono i problemi: Pirlo è troppo lento ed inadatto per un centrocampo a 4 – nelle ultime due partite il suo rendimento è stato totalmente insufficiente. Schierarlo al caldo di Manhaus significherebbe, probabilmente, giocare in dieci. La difesa diventa forse più solida ma a lungo andare il gol lo prendiamo sempre – e anche stasera non ha fatto eccezione – tuttavia andrei con questo modulo e non con il 4-3-3 contro l’Inghilterra ma valuterei l’altra soluzione tattica nelle partite che seguiranno specie se vorremo far gioco in prima persona.

Resta il fatto che probabilmente l’Italia si avvicina per la prima volta ad un mondiale non avendo nella difesa il proprio punto di forza – anzi, presentando proprio in questa i principali problemi e le principali debolezze della squadra che appare avanti comunque ben assortita. De Sciglio ha continuato stasera la propria stagione deludente e ad oggi continua ad apparirmi più il nuovo Santon che il nuovo Maldini (meglio lasciar partire lui che Balotelli), Abate riesce a fare meno peggio del solito. Su Ranocchia abbiamo già detto mentre su Paletta le considerazioni sono analoghe – forse era il caso di mettere nei 23 un difensore diverso piuttosto che cavalcare l’onda del campionato.

A centrocampo Thiago Motta continua ad essere un oggetto misterioso – Aquilani è forse l’unico che si salva nella giornata odierna. Su Pirlo ho già detto tutto – potranno continuare ad adularlo un altro mese facendo finta che giochi bene per qualche punizione messa dentro da fermo, di fatto è un uomo in meno: Verratti tutta la vita. De Rossi è l’unico inamovibile tra i rimanenti ma, per il resto, siamo pochi e messi male. Davanti Balotelli – Immobile dovrebbe essere l’unico punto fermo non in discussione: dopo la girandola di cambi Balo è stato forse l’unico a salvarsi arrivando a procurarsi un paio di punizioni dal limite prontamente sprecate dal numero 21. Sono personalmente pessimista su questo mondiale: mancano i nomi e mancano i punti di riferimento delle tre tradizionali grandi squadre – il blocco italiano è il blocco di una squadra abituata a giocare ad un altro ritmo e, soprattutto, ad un altro metro arbitrale. A Prandelli il compito di smentirmi da sabato prossimo in poi.

Considerazioni a margine: 1) dopo un anno a vederci rinfacciato Aubameyang la cessione di Immobile da parte della Juventus al Dortmund viene insabbiata – ma il Milan controlla i media. 2) complimenti alla RAI che non è in grado di imbastire un collegamento internazionale e dà la colpa alla produzione altrui. Sì, le immagini non erano le loro infatti erano in HD (a differenza di Italia-Irlanda ed Italia-Lussemburgo). E infatti, in streaming, su Rojadirecta, si vedevano pure.

FLUMINENSE – ITALIA 3-5
Fluminense (4-2-3-1): Felipe; Bruno, Fabricio, Gum (86′ Welington Carvalho), Carlinhos; Jean, Diguinho; Conca, Chiquinho (59′ Biro Biro), Gustavo Scarpa (60′ Matheus Carvalho); Walter. All. Borges
Italia (4-3-3): Perin (63′ Mirante), Abate (63′ De Sciglio), Ranocchia (63′ Barzagli), Paletta (63′ Bonucci), Darmian; Aquilani (63′ Marchisio), Thiago Motta (62′ De Rossi), Parolo (83′ Candreva); Cerci (71′ Barzagli), Immobile (62′ Balotelli), Insigne (63′ Cassano). Ct. Prandelli
Arbitro: Marcelo de Lima Henrique
Marcatori: 24′ Insigne, 31′ Immobile, 53′ Immobile, 55′ Immobile, 56′ Insigne (I), 27′ Chiquinho, 37′ Carlinhos, 64′ Matheus Carvalho (F)
Ammoniti: Walter (F)

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.