20131019_kakaCon un 2-1 in rimonta, l’Udinese ha battuto – meritatamente – un Milan privo di fiato, in una sfida che potrebbe essere tranquillamente divisa in due parti e analizzata separatamente. A fare da ideale spartiacque, l’uscita di Zapata (molto positivo fino ad allora) per un problema fisico, sostituito da Mexes, la cui prestazione sarebbe fin troppo generoso definire “inguardabile”. Grazie alla sua inconsistenza (nonostante una prova tutto sommato sufficiente del compagno di reparto Rami), si sono subito aperte delle falle mostruose in difesa, che hanno portato nel primo tempo all’intervento scomposto di Emanuelsson su Widmer (rigore sacrosanto), e nel secondo a numerose palle gol per i friulani, anche senza considerare il gol di Nico Lopez, arrivato più che altro per merito di un gran tiro dalla distanza dell’ex Roma.

La prestazione di buona parte della squadra è stata insufficiente. Anche giocatori che in questi ultimi mesi hanno retto la baracca come De Jong (che oggi non ha azzeccato un disimpegno) e Kakà (molto impreciso) si sono persi nella mediocrità, per non parlare di Emanuelsson e Nocerino, levati dal campo solo negli ultimi minuti – abitudine troppo allegriana per essere accettabile dall’uomo che dovrebbe rappresentare una svolta radicale. A salvarsi per tutta la partita il solo Balotelli, che si è dannato l’anima in tutto il campo e dai cui tiri sono arrivati gli unici veri pericoli da parte rossonera di tutto il secondo tempo, rintuzzati da un buon Brkic.

Eppure il leitmotiv della prima mezz’ora di gioco era stato ben altro. Era sembrato un compendio degli elementi migliori della squadra vista a Verona: una grande che gioca da grande contro una provinciale che gioca da provinciale, una squadra con un’identità spiccatamente offensiva ed efficace, dove anche un giocatore come Birsa è riuscito a dare il suo contributo e dove l’idea dei terzini alti ha funzionato. Ora, il problema è capire quale delle due squadre viste oggi sia davvero il Milan di Seedorf, se quella dal gioco offensivo e arioso e quella banale e lenta alla Allegri. Ma la differenza che intercorre tra le due è principalmente fisica, e il problema è che il Milan non riesce a reggere più di 30 minuti ad alti ritmi. Ma ne sarebbero serviti 90: ormai l’ultimo treno per l’Europa sembra perso.

MILAN – UDINESE 1-2
Milan (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zapata (36′ Mexes), Rami, Emanuelson (42′ st Abate); De Jong, Nocerino (37′ st Honda); Birsa, Kakà, Robinho; Balotelli. A disp.: Coppola, Gabriel, Constant, Iotti, Mastalli, Modic, Pinato, Di Molfetta. All.: Seedorf
Udinese (3-5-2): Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Widmer, Badu, Allan, Lazzari (48′ st Pinzi), Gabriel Silva; Fernandes (24′ st Pereyra), Muriel (30′ st Nico Lopez). A disp.: Kelava, Scuffet, Basta, Bubnjic, Douglas, Naldo, Jadson, Maicosuel, Zielinski, Di Natale. All.: Guidolin
Arbitro: Guida
Marcatori: 6′ Balotelli (M), 41′ Muriel, 33′ st Nico Lopez (U)
Ammoniti: Abbiati, Emanuelson, Birsa, De Sciglio, Mexes (M), Lazzari, Heurtaux, Danilo (U)

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

25 Comments

  1. Allegriani usciti dalle fogne. Mi fanno pena.

    Ancora a parlare di singoli…. i singoli han fatto 72 punti…. stasera in campo c’era gente come Kakà, Robinho, De Sciglio, De Jong e Zapata che andrà al Mondiale. Chi andrà al mondiale dell’Udinese? Nessuno.

    Purtroppo ci sono problemi molto gravi che non si risolvono subito tra cui una preparazione fisica fatiscente.
    Provo sinceramente pena per quelli che non aspettavano altro per sparare a zero. Post preparati già domenica scorsa in caso di fallimento col Verona. Idioti patentati.

  2. Allora cercherò di fare un analisi lucida della partita.

    Il Milan di Seedorf si è visto solo a tratti. Soprattutto ad inio partita quando la squadra aveva la benzina.

    Poi si è più visto il Milan di Allegri.

    Gli Allegriani sono un popolo che si deve vergognare. Stasera il Milan ha fatto male perchè Seedorf ha tardato i cambi e soprattutto per colpa di Allegri. Nel senso che è impensabile si possa ricostruire una squadra distrutta nelle gambe e nella testa per 4 anni. Ci vorrà tempo. Tempo ed organizzazione.

    Tanto per cominciare Kaka, Birsa, Robinho non hanno 90 minuti nelle gambe ad alti livelli (si e no 30) specialmente giocando ogni 3 giorni. Balotelli non ha più di 45 minuti nella testa, dopo di che passati i quali comincia a non azzedccarne una e a giocare da solo.

    l’ eredità di Allegri è ancora pesante e si vede ancora nella testa dei giocatori ancora troppo precipitosi nella gestione del pallone.

    Per giocare con questo modulo occorre tanto Turn Over e una migliore gestione dei cambi. Al 60′ del secondo tempo è importante fare i cambi. Ritardarli è deleterio ed infatti stasera abbiamo perso per un ennessimo ritardo degli stessi.

    Chi pensa questa rosa sia scarsa non capisce un bene emerito cazzo di calcio. Questa rosa è semplicemente in una condizione fisica oscena (la preparazione invernale l’ ha fatta Allegri) ed infatti la condizione fa schifo e ci sono già stati 3 problemi muscolari (Pazzini, Bonera e Zapata) per colpa di Allegri.

    Comunque con i recuper di Abate, Costant, Montolivo, Cristante e la crescita di Hondà potremo gestire meglio le risorse.

    Il Milan di Seedorf è solo a livello embrionale ma le cose positive si sono già viste

  3. Questa squadra ha bisogno di allenarsi tanto. Deve imparare a sacrificarsi di più e a gestire meglio la palla.

    errore grave non aver esonerato Allegri prima della sosta di Natale. Seedorf avrebbe dovuto seguire lui la preprazione. Invece di ereditare la preparazione di Allegri che ci mette mesi a far entrare i giocatori in forma (se non s’ infortunano prima per problemi muscolari)

  4. Il Milan è apposto così. Sarebber stupido fare mercato ora. Il Milan dopo gli anni della devastazione deve ritrovare gioco, schemi e voglia di giocae un bel calcio.

    Questa è una stagione di transizione. A Seedorf chiediamo di provare ad entrare in UEFA e soprattutto di collaudare la squadra per il prossimo anno.

  5. Ma questo tanto osannato possesso palla a cosa dovrebbe servire? Ad impedire agli avversari di fare gol evidentemente, e invece neanche a quello visto che a loro bastano pochi minuti e … ci infilano. Allora d’accordo sulla scarsa preparazione atletica, ma saltare l’uomo o provarci, mai??? Si e’ persa la qualita’ Milan e la fame di vincere; al di fuori di Balo, unico spiraglio di luce stasera, Richi, sotto tutti i profili indiscutibile anche se puo’ avere serate non positive, la mediocrità generale condiziona tutto il gioco. Clarence deve rassegnarsi a fare il pane con la farina che ha senza pretendere che riescano a cambiare modo di giocare in poco tempo. Modulo coperto, squadra compatta e pedalare sulle fasce. Sperem ben!

  6. concordo su tutto quello che avete detto.

  7. Carissimo La Cantera
    Debbo dire che condivido quasi tutte le tue opinioni da me lette e, sopratutto,quelle che riguardano lo sfacelo combinato dal Manichino che ride (rideva) sempre fresco come una rosa.Esattamente come accadde con Zaccheroni uno scudetto che era meglio non vincere ci ha ridotto peggio di una tremebonda squadra di provincia.
    Allegri,come tutti i mediocri presuntuosi odia i migliori e piu’ dotati di talento,li invidia e preferisce i mediocri come lui e per questo fedeli sgobboni.Ha allontanato talenti come Ronaldinho,Pirlo,Cassano,Pato….e forse anche Ibra.Seedorf e’ un talento e persona molto intelligente ,non fara’ questi errori ma dovra’sudare molto e noi con Lui prima di ricostituire l’autostima dei giocatori.Non vi e’ dubbio che abbiamo un buon numero di ottimi elementi ma in pessime condizioni sia fisiche che mentali.Inoltre miduole il cuore a dirlo ma va allontanato Tassotti.Nella partita di questa sera con l’udinese ho capito che Seedorf ovviamente ascolta i consigli di Tassotti ma questi sona nella continuita’del rovinoso passato.All’inizio del secondo tempo dovevono essere fatti subito almeno due cambi.Poli,Saponara,Cristante,Petagna erano in panchina?
    Per la coppa Italia non ho rimpianti.E’ molto megli concentrare le forze sul campionato e sopratutto la Champion.ed e’ inutile andare in Europa serie B.Non e’ da Milan e ci farebbe ulteriore danno all’orgoglio ed all’autostima.Mai considerarsi appagati dai surragati.Rispondimi, La Cantera,sarebbe un piacere dialogare con Te.
    Saluti Rossi e Neri!

  8. Altrove dove vantano tanti commenti non fanno altro che piangere. E ovviamente ad imprecare contro la rosa e a dire che solo il mercato risolverebbe i problemi.

    Meno male che qui siamo pochi. Pensare di essere in tanti, magari pieni di gente che viene qui a spararle sarebbe davvero brutto. E ci credo che diavolo fa riferimento alla qualità!

    Ma se manca un identità precisa di squadra, ma se il gioco deve essere trovato, ma se la condizione fisica della squadra è al 20% cosa può fare il mercato a parte i danni?

    Prima il gioco, poi il consolidamento della squadra e solo dopo il miglioramento con il mercato.

    Ho letto di critiche a Robinho, Kaka, Birsa e Honda.

    Robinho è stato un grande campione e a tratti sono convinto possa essere ancora utile al Milan. Kaka è un giocatore straordinario che certamente non può giocare tutte le partite ininterrottamente. Fa la riserva di el Shaarawi che è rotto.

    Honda è un grande giocatore. Ma è la dimostrazione più evidente che il mercato non risolve i problemi. Ha bisogno di ritrovare la condizione d’ inserirsi nel gioco del Milan. In Russia era il faro di una squadra in cui tutti gli altri gli giravamno intorno. La boiata peggiore che ho letto è quella che il Milan non sarebbe da 5- 6′ posto. Infatti siamo da 4′- 3′.

    Avessimo avuto Montella ad inizio stagione adesso eravamo a lottare per un posto in champions

    Questa è una stagione compromessa, a cosa serve spendere per una stagione compromessa???

    Si sfrutti l’ occasione semmai per lanciare qualche primavera e per valutare al meglio le potenzialità della rosa. Cristante, Petagna, Saponara ci sono di già, basta solo farli giocare.

  9. Il preparatore atletico di questa squadra andrebbe preso a pugni per una notte intera. Incredibile.

    I giocatori hanno dimostrato di non tenere all’Europa. Prendiamone atto ed agiamo di conseguenza in sede di mercato.

    Anzi, agisca! Lui! Il Re del Mercato!

    Non è più tollerabile vedere Jorginho che va via per 5 milioni e noi ancora con Binho, Nocmerdino, Bombonera e schifezze del genere.

    L’amministratore delegato della parte sportiva faccia il suo lavoro. Non ne posso più.

  10. Speriamo di perdere anche domenica, non sia mai che poi il 31 il Condor decida di fare qualche acquisto. Ma soprattutto qualche cessione che da tre anni dobbiamo fare, tre anni cazzo!!

  11. Mexes ieri era alla continua ricerca della cagata, regalava sistematicamente palla agli avversari, se vuole andare vada pure risparmieremo un po di soldi( ingaggio, solarium e infermieria)

    nocerino manco in Cina se lo prendono, quelli li puntano a Diamantino….

    robinho gioca ad un ritmo simile a quei 50enni che organizzano una partitella al campetto dopo 10 anni di inattività

    kakà è cotto

    abbiati non para un rigore dal 1999

    emanuelson alterna partite mediocri a partite di merda dove combina una vaccata clamorosa

    ieri in panchina c’erano mexes,constant abate e honda ed una decina di bambini della primavera, dove minchia sono finiti i vari muntari, saponara ecc??? è possibile che se ne infortunano 1-2 al giorno??? montolivo dove era??? petagna s’è rotto????
    .
    .
    .

    occhio ad invocare il mercato che il Condor si presenta con qualche vecchio inutile tipo zazzardo …

  12. VERGOGNOSO! E’ ORA CHE LA SOCIETA’ FACCIA SUL SERIO TABULA RASA DI QUESTI MERCENARI! RINNOVARE SOCIETA’ E ROSA. VIA SUBITO (NELL’ORDINE): ABBIATI, RAMI, NOCERINO, MEXES, ZACCARDO, GABRIEL, BIRSA, CONSTANT, SILVESTRE, VERGARA, ROBINHO, BALOTELLI. IN FORTE BILICO: POLI, HONDA, ZAPATA, BONERA, KAKA’, MATRI, EMANUELSON. DA CONFERMARE: MONTOLIVO, DE JONG, DE SCIGLIO, SAPONARA, CRISTANTE, PAZZINI.

    1. Via Balotelli? Ma per favore…

  13. per l’Equipe Mexes sarebbe vicino al Trabzonspor con Essien in entrata…

  14. Scambia Kakà con Montolivo e sono d’accordo.

    E’ ORA DI FARE MERCATO PORCAPUTTANA.

    1. Mercato di riparazione per una stagione compromessa? Inutile.

  15. per l’Equipe Mexes sarebbe vicino al Trabzonspor con Essien in entrata…

    Essien… uno che manco suo padre (JM) fa più giocare… pensa come sta… e immagino in prestito, così a giugno se ne va e ricominciamo da capo. Metà squadra in comproprietà, gente che viene, gente che va, Poli non verrà riscattato, stai a vedere ne pigliamo un altro ma sempre a metà, Saponara che si fa?

    1. il problema è che non riesci a vendere..

      robinho, mexes, muntari, nocerino, zaccardo, amelia hanno uno stipendio 3/4 volte superiore al loro reale valore, chi se li prende????

      inoltre a giugno avrai sul groppone di nuovo gentaccia come traorè, matri, didac vilà…

      tutta gente inutile e in molti casi dannosa…

  16. occhio ad invocare il mercato che il Condor si presenta con qualche vecchio inutile tipo zazzardo …

    Mercato di riparazione per una stagione compromessa? Inutile.

    Mi dite così perchè ormai siete rassegnati all’idea che fare mercato significhi prendere in comproprietà mezzi giocatori uno leggermente meno peggio dell’altro, che poi alla lunga si accumulano come la merda nel water.

    Forse avete ragione. Io quando intendo “fare mercato” intendo farlo oggi ma che serva anche domani. Intendo comprare Jorginho a metà, farlo crescere e averlo pronto e inserito a giugno. Intendo vendere quei cessi che abbiamo subito, immediatamente, senza rivederli a luglio.

    Il giorno del raduno della prossima stagione bisogna partire e lavorare, lavorare e crescere tutti insieme ma solo chi lo merita. Basta con le zavorre.

  17. Ovviamente il problema è che Galliani non è in grado di prendere giocatori che non siano riserve del Parma in comproprietà.

    Un bel problema.

  18. galliani non è in grado di prendere un giocatore che non sia sotto la procura dei suoi amici Raiola, Damiani ecc…

    1. Giusto. Poli, Kakà, Matri?

      1. matri?? porcd** dobbiamo parlare dell’affare che ha fatto con Matri????

        poli è in comproprietà quindi non è ancora nostro del tutto.

  19. Poli non l’ha comprato. E’ in comproprietà. E quindi suppongo che da qui a giugno non giocherà per poter tirare sul prezzo.

    Matri era meglio non lo prendeva con quello che ci è costato.

    Kakà è Kakà. E doveva essere la ciliegina su una torta che non c’è. Dovevamo aiutarlo ad andare al mondiale, invece gli tocca correre per 10 e in avanti non è lucido, risultato: al mondiale non ci andrà. Grazie a G.

  20. La colpa non è del tappettino Galliani,ma del Berlusca che oltre a non metterci soldi sono mesi che non si presenta ad una partita.
    Ma che presidente di merda è?
    A Seedorf gli consiglio di passare ad un 4-4-2
    Quello di ieri sera più che un 4-2-e fantasia mi sembrava una cozzaglia di turisti in villeggiatura.

Comments are closed.