Balotelli esulta dopo il 2-1

Balotelli esulta dopo il 2-1

Arrivano dal piede di Balotelli i primi tre punti di questa Confederations Cup nella gara contro il Messico che, sulla carta, può essere quella decisiva per il passaggio al turno successivo visto che il Giappone, sulla carta, dovrebbe essere inferiore. La tattica del Messico è essenzialmente attenderci per colpirci in contropiede o – in alternativa – abbattere i nostri al limite dell’area di rigore (ed è proprio in una di queste occasioni che arriva il gol di Pirlo su una punizione che Corona, forse, aveva battezzato fuori). La partita dopo l’1-0 sembra quindi totalmente in discesa se non fosse che Barzagli, all’improvviso, si dimentica di giocare in nazionale e non per la Juventus facendo un fallaccio da rigore che nemmeno in seconda categoria.

Il pareggio del Messico è tanto inaspettato quanto immeritato e fa suonare più di qualche campanello d’allarme nella testa dei nostri che, nonostante il grande sforzo del primo tempo, si sono trovati sul risultato di parità: risultato che è durato fino a pochi minuti dalla fine quando Balotelli ha fatto il Balotelli, uscendo vincente in mezzo a tre difensori messicani e consegnandoci la vittoria nella gara inaugurale del girone nonostante la larga inferiorità numerica in campo data dallo schieramento dal 1′ di Marchisio e Giaccherini: il primo fuori ruolo – il secondo, addirittura, fuori luogo.

Il resto è sempre la solita fanfara mediatica che esalta il solito Pirlo – su cui nessuno mette in dubbio le qualità nel momento in cui gioca da fermo e non marcato se non fosse che il problema con lui sorge quando si gioca a ritmi alti (citofonare Milan, Inter, Spagna e Bayern Monaco) – e, addirittura, Giaccherini scelto da Sky nei due migliori in campo dell’Italia mentre i milanisti, non potendo godere di analogo trattamento mediatico, si godono l’ennesimo gol di Balotelli (uscito tra gli applausi di tutto lo stadio) ed una straordinaria prestazione di De Sciglio – titolare in una competizione con la nazionale a soli 21 anni e passato sotto un generale silenzio in considerazione del fatto che non gioca nella seconda squadra di Torino. Ora tra Mercoledì e Giovedì si va a giocarsi la qualificazione col Giappone per evitare sorprese col Brasile che già ci eliminò quattro anni fa dalla competizione con la certezza che, comunque, contro un Messico che sta rischiando di uscire dal mondiale per mano di Honduras ci vuole, forse, qualcosa di più.

MESSICO-ITALIA 1-2 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: Pirlo (I) al 27’, Hernandez (M) al 34’ p.t.; Balotelli al 33’ s.t.
MESSICO (4-2-3-1): Corona; Flores, Rodriguez, Moreno, Salcido; Zavala (dal 39’ s.t. Jimenez), Torrado; Aquino (dall’8’ s.t. Mier), Dos Santos, Guardado; Hernandez. (Ochoa, Reyes, Molina, Barrera, Reyna, De Nigris, Meza, Herrera, Torres, Talavera). All. De la Torre.
ITALIA (4-3-2-1): Buffon; Abate, Barzagli, Chiellini, De Sciglio; De Rossi, Pirlo, Montolivo; Marchisio (dal 23’ s.t. Cerci), Giaccherini (dal 43’ s.t. Aquilani); Balotelli (dal 39’ s.t. Gilardino). (Sirigu, Marchetti, Maggio, Bonucci, Astori, Candreva, Diamanti, Giovinco, El Shaarawy, Gilardino). All. Prandelli.
ARBITRO: Osses (Cil).
NOTE: spettatori 74.000 circa. Ammoniti Barzagli, Moreno, Dos Santos, Balotelli, De Rossi. Recupero: 1’ p.t., 3’ s.t.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

20 Comments

  1. Sarà che nessuno al mondo (?) prova a marcarlo, ma io vedo sempre un Pirlo bello fresco. Per dire, il suo sostituto Van Bommerd si é già ritirato..

    1. quanti rimpianti per Pirlo purtroppo ,

      dobbiamo ringraziare il fenomeno che abbiamo in panchina che non lo voleva tra i piedi e adesso abbiamo un centrocampo modesto

      tornando alla partita di ieri avversario modesto ,
      solo 4 titolari hanno giocato bene De Sciglio Chiellini Pirlo e Mario per il resto abbiamo concesso 2 occasioni per errori dei nostri difensori Abate e barzagli

      non ho capito perchè Prandelli non ha fatto entrare Diamanti o il faraone ma bensì Gilardino e Cerci

      Giaccherini e Gilardino vanno bene con questi modesti avversari ma con il Brasile e la Spagna non puoi giocare con loro , pena una sonora lezione di calcio

    2. Pirlo sta bello fresco in queste gare, poi quando si alza il ritmo scompare – motivazione per la quale è stato ceduto. Chiedere a Bayern, Inter, Milan, Roma e compagnia in questa stagione.
      Nessun rimpianto perché il Monto ora gli è ampiamente superiore.

  2. Ok, bene, siamo tutti d’accordo che non era il caso di dare tutti quei soldi a Pirlo perchè poi un folle lo facesse giuocare mezzala per mettere al suo posto un Van Bommerd che se non era più bollito di Pirlo, lo era quantomeno allo stesso livello.

    Però basta rosicare su Pirlo, non se ne può più. L’anno scorso era perchè giocava una volta a settimana (“vedrete quando farà la Champions”) quest’anno è perchè non lo marcano e i ritmi son bassi (cazzi degli altri, se mai fosse vero). Intanto lui è lì, gioca, fa assist, fa gol, si diverte ed è contento e ieri migliore in campo.

    Disinteressatevi a Pirlo piuttosto, ma queste rosicate fanno solo godere gli juventini e Pirlo stesso.

    1. Infatti quest’anno non ha fatto molto di più di quello che era insufficiente al Milan, eh. Solo che siccome è della Juve la stampa lo esalta.

      1. L’unica cosa che un Milanista dovrebbe fare, ma io non ho voglia, è prendere le videocassette e quel che è delle partite di Pirlo nel Milan dal 2002 al 2008 e mandarle alla redazione di Sky Sport con scritto: lo vedete questo (cit.)? E’ lo stesso Pirlo che per voi esiste da due anni.

        Consiglio: mandate Milan-Benfica del girone di CL 2008.

        1. Quello era un livello superiore

  3. intanto vediamo dove va a finire Tevez

    perchè se lo prende la juve , l’argentino fa fare un bel salto di qualità all’attacco juventino

  4. Mah, Giaccherini non l’ho visto male, mi è sembrato propositivo. Per dire, Abate è stato tipo mille volte peggio.
    Comunque tra il Pirlo del 2010/2011 e il Van Bommel del 2010/2011 sceglievo mille volte Van Bommel. Ma netto proprio.

    1. Il problema di Abate è semplice:
      la Juve gioca a 3, il Napoli pure. Se in nazionale giochi a 4 i terzini tocca portarli noi.

    2. Se vogliamo fare gli spiritosi su Giaccherini facciamolo, altrimenti se facciamo i seri dobbiamo dire che – strano quanto volete – ma Jackerini è un onesto jolly che potrà non piacere ma il suo contributo lo da. Ieri molto meglio di Marchisio e De Rossi, ma spesso anche con la Juve ha segnato gol importanti o giocato partite buone.

      Complimenti ad Antonio Conte. Io lo scambierei domani con Boateng. Se volte continuare a deriderlo poi fate pure.. ma agli allenatori fa solo piacere avere un jolly così.

      Abate basterebbe che il suo allenatore di club lo mettesse in panchina e sarebbe un problema di meno. Invece spostiamo De Sciglio per far posto ad Abate. Se ci penso guarda, vi vengono su tante di quelle madonne e cristi …

    3. Comunque tra il Pirlo del 2010/2011 e il Van Bommel del 2010/2011 sceglievo mille volte Van Bommel. Ma netto proprio.

      Peccato che dopo una cosa buona detta su Jackerini ti incespichi su questa. Cioè, dici una cosa vera, ma tre mesi dopo Van Bommel è scoppiato e Pirlo è ancora in giro a rendimenti quantomeno discreti.

  5. “L’unica cosa che un Milanista dovrebbe fare, ma io non ho voglia, è prendere le videocassette e quel che è delle partite di Pirlo nel Milan dal 2002 al 2008 e …..”

    Invece ai nostalgici di questo gobbo di merda, facciamogli vedere la cassette del Milan, dal 2008 in poi. Ma col sonoro, così sentono le maledizioni ed i vaffanculo che gli mandavamo! Che se ne stia dov’è, non ci manca e non ci mancherà qualsiasi cosa faccia altrove!

    1. Io non l’ho mai maledetto, capisco che c’è gente che ha maledetto Baresi, Maldini, Seedorf, Pirlo, Inzaghi, Gattuso perchè negli ultimi anni di carriera hanno avuto un calo di rendimento (ma và?). E quando invece la società ha venduto prima del calo (Shevchenko e Kakà) ad essere maledetti sono stati Berlusconi e Galliani. Soprattutto il primo.

      Questo per dire che secondo me c’è gente che ha troppa fretta di maledire.

      Tra l’altro Pirlo è stato l’uomo decisivo per raggiungere i preliminari di CL nel 2002-03 da cui poi è nata l’epopea del Milan ancelottiano. Senza alcuni suoi gol nel finale di quella stagione, chissà, magari, forse la storia sarebbe stata diversa.

      Per me il saldo di tutti quei giocatori resterà sempre ampiamente positivo, fottesega se passati i 32 anni hanno sbagliato qualche partita, ma stiamo scherzando? Quanti errori fate voi, li rinfacciate agli altri?

  6. Parlavo di maledizioni nel senso delle cose che si dicono durante le partite. Lo fsrai anche tu sicuramente, conoscendoti!
    Quel “primo” di cui parli, si merita tutto quello che gli mandano. Comunque parlavo degli anni seguenti alla coppa del 2007 e non era soltanto qualche partita, ma ha fatto cagare molte più volte. Praticamente per 80% almeno! Negli anni prima niente da dire, anzi! Non lo accosterei comunque a Persone come Baresi, Maldini e nemmeno Gattuso. Loro sono stati Milanisti dentro e lo hanno dimostrato!

  7. Ma guarda, sono piuttosto tranquillo e silenzioso durante le partite, a parte allo stadio dove la butto in caciara, se posso preferisco addirittura guardarmele da solo. Poi quando ci sono i partitoni qualche urlo per sfogare lo faccio, ma non sono un chiaccherone.

    Per quanto riguarda il “milanismo” credo siano gusti, io sono più legato a Pirlo che a Gattuso ma per il modo di giocare. Però ricordo che anche Rino negli ultimi anni se ne è prese di maledizioni nonostante la malattia e un calo normale dopo aver portato le borse per anni a tutti i compagni di reparto. E’ normale che il top lo si raggiunga tra i 27 e i 30 anni poi si cala.

  8. Quindi, nessun rimpianto per pirlolo!

  9. Quando fai quello sguardo… brrrividi su tutta la schiena, Presidente!

    Ahahahahah …. slurp, slurp, slurp …… ma non ti vergogni cazzo? Ma che minchia di uomo sei? Vergognoso!

    Berlusconi: potrà cacciare il tecnico quando meglio crede se non verrà accontentato dal giuoco e dai risultati. Semplicemente trionfatore.

    Non te l’hanno mai detto? Il presidente proprietario, può cacciare l’allenatore quando vuole, in qualsiasi momento, sempre! Non c’è bisogno di ricatti o chissà quale bel “giuoco”. Il suo problema è che dovrebbe pagare comunque! Per questo non l’ha fatto!

    Ma non si può commentare perchè hai paura che i visitatori che entrano, scivolino nella bava? È per la loro sicurezza vero?

    1. Ho risolto, ora si può. Grazie.

  10. we tessera pidielle 80, dovrei ribattezzarti drugo maiale numero 80, vai all’hello kitty stadium a tifare per i tuoi beniamini, vai all’anagrafe e fatti mettere 31 (ovviamente sul campo) e un bell’asino come foto segnaletica.

    Non so se diavolino l’ha notato, ma l’80% dei commenti qua dentro sono le ragliate del gobbo numero 80 e il resto sono i deliri contro allegri. I discorsi con un minimo di senso logico bisogna cercarli con la lente di ingrandimento.

    Sadyq, nn ti curar di loro ma guarda e passa

Comments are closed.