Ci eravamo tutti illusi, siamo tornati parzialmente sulla terra al 94′. Ed è davvero un peccato, perchè sarebbe stata una gara da leggenda. Il Milan ci ha comunque regalato una partita strepitosa dal punto di vista delle emozioni, e già per quello possiamo ritenerci soddisfatti. E anche per il risultato non possiamo lamentarci, perchè mai mi sarei aspettato di prendere un punto contro quella squadra di mostri.

Il fatto che SuperPippo abbia firmato una doppietta e il migliore in campo sia stato Gattuso, mentre Pato e Boateng facevano la figura dei ragazzini che puliscono le scarpe ai campioni adulti, ci fa ben capire perchè purtroppo ancora ci si deve aggrappare ai “senatori”. E attenzione, queste cose che sto dicendo non sono affatto positive, perchè se ancora dobbiamo agrapparci a questi vecchietti vuol dire che qualcosa non va. Ma pazienza, ora ci godiamo questa partita, poi si vedrà.

Ribadisco una riflessione sulla stagione del Milan fino ad ora: al momento secondo me sta conducendo una stagione soddisfacente. Siamo terzi in classifica (ma prima è la Lazio) in campionato, e in Champions siamo secondi, esattamente come le altre due italiane, che però hanno un girone infinitamente più semplice. Credo che nessuno può criticare questa squadra per ora.

Note tecniche: grande Allegri nello scegliere Abate, che rimane uno scarsone ma era l’unico che poteva rompere le scatole a Cristiano Ronaldo, che infatti non ha fatto quasi nulla. E grandissimo anche il cambio SuperPippo-Ronaldinho, che nessuno ha capito ma che ha dato risultati sorprendenti. Malissimo Pato e Dinho, per motivi diversi: il papero non mi preoccupa, il dentone penso che ormai in partite con questi ritmi possa fare solo la seconda punta. Ma farei notare che se Ibra faceva il suo dovere il gol era merito di Ronaldinho, che dunque rimane sempre decisivo. E poi io non dò la colpa ad Abbiati per il secondo gol, penso che la responsabilità sia stata di una copertura sbagliata della difesa: in pratica non doveva uscire T.Silva sul passaggio ma Zambrotta (lui era nella posizione giusta), di conseguenza il brasiliano sarebbe stato in grado di coprire su Pedro Leon con Nesta che gli sarebbe andato in aiuto. Insomma, paradossalmente i due gol sono causati da due singoli errori dei due nostri centrali, che in realtà hanno giocato una partita mostruosamente bella. Soprattutto Thiago Silva, che non stava bene e si vedeva, è stato monumentale. Davvero un fuoriclasse

Chiudo con una strepitosa frase di Nesta rivolta ai giocatori del Real: “Facile essere sportivi sul 3 a 0”. Sono forse la squadra più forte insieme a Chelsea e Barcellona, ma l’atteggiamento che hanno avuto quando sono andati sotto (che io non critico, sia chiaro) è segno di forte insicurezza. E alla lunga, questo è un difetto che peserà… Carletto, mangiateli!

Pagelle: Abbiati 6, Abate 6, Nesta 7, T.Silva 7,5, Zambrotta 5,5, Gattuso 8, Pirlo 6,5, Boateng 6, Ronaldinho 5, Pato 4, Ibrahimovic 6, Inzaghi 9,  Ambrosini 6, Seedorf sv.

Posted by elbonito