Ecco a voi le pagelle di oggi:

Abbiati 6: Fa il suo dovere e lo fa bene. A fine primo tempo ci salva con una parata super. 

Bonera 6: Ritorno importante in quella fascia, viste le assenze. Ha giocato una partita discreta senza sbavature e con tanta dedizione.

Rami 6: Non il migliore Rami che abbiamo visto, ma solido, compatto e bravo nelle uscite.

Bocchetti 6: Buona partita, si fa trovare sempre pronto e non fa passare nessuno. Bravo.

Antonelli 6,5: Abbiamo un terzino sinistro che sa attaccare e difendere. Si procura anche il rigore. Altro non serve aggiungere.

Montolivo 6: Anche il suo è un ritorno importante, nonostante l’inizio di partita sottotono, si riscatta nel resto della partita giocando con il cuore. Suo il pallone dato a Jack per l’1-0. All’80’ viene sostituito da Van Ginkel sv: pochi palloni toccati e tutti verso Abbiati.

De Jong 6: Siamo lontani anni luce dal De Jong che conosciamo, detto questo, non ha fatto passare nessuno ed ha recuperato molti palloni. Ottimo lavoro Nigel.

Poli 6: Come al solito un leone in campo, si sacrifica in attacco, centrocampo e difesa. Si divide in 3 persone e cerca di fare da collante.

Bonaventura 7: Non c’è santo che tenga, il migliore acquisto degli ultimi 3 anni. Indispensabile.

Menez 5: tanto dribbling e poca sostanza. Si gioca in 11 e anche oggi se ne è allegramente dimenticato. Almeno in 3 occasioni poteva fornirre assist ai compagni che ha deciso di non dare. All’85’ viene sostituito da Cerci 6: entra e fa prendere un giallo all’avversario. In poco più di 5 minuti ha messo 4 cross in area. Lo vogliamo titolare Pippo.

Destro 5,5: non gli arriva un pallone nemmeno a pagarlo. Si sbraccia in continuazione in attesa di qualche cross ma non ne arrivano. Un 5,5 che non è colpa assolutamente sua. Al 63′ viene sostituito da Pazzini 6: Entra e non incide come vorrebbe e dovrebbe. Ha il pregio di segnare il rigore del 2-0, speriamo che questo gol lo sblocchi!

 

Filippo Inzaghi 6,5: Questa volta non sbaglia. Forse io avrei messo un XI titolare diverso, ma ha avuto ragione e questo è quello che conta, almeno per oggi.

Posted by MargheritAxen

19 Comments

  1. Un voto da incompetente totale a Menez . Non capisco perche’ affidate la stesura delle pagelle , valutazioni squisatamente tecniche , a chi di calcio capisce poco o niente . Serginho ha nominato Menez migliore in campo , dico Serginho , ed una suffragetta ci deve rifilare il suo sciocco giudizio , A simpatia !
    Menez , per chi il calcio lo conosce e lo ha giocato , e’ DI GRAN LUNGA il miglior giocatore che abbiamo . ALLA VELOCITA’ con la quale arriva , spesso uscendo da un sorpasso in dribbling , e’ spesso impossibile vedere il compagno e passare la palla . Allora lui tira e spesso fa gol . Chi capisce apprezza , chi non capisce non capisce .

    1. Io sto con Margherita. Menez tra i flop di oggi. Fuori dalla squadra, pochi passaggi, irritante.

      1. menez è indubbiamente tra i flop di oggi, ma anche montolivo è tra i flop degli ultimi 3 anni, una lentezza indescrivibile in un ruolo che per nulla la richiede( e non lo dico per motivi societari o altro), davvero una delle peggiori espressioni di centrocampo deli ultimi 20 anni di milan

        1. Ma non tutti i centrocampisti sono veloci, eh. La velocità è richiesta a chi deve recuperare i palloni, non a chi deve impostare. Stiamo parlando di calcio o atletica?

  2. Quindi anche tu ne capisci piu’ di un grandissimo campione come Serginho.
    Siete meravigliosi . Meglio di Stanlio e Ollio . La comicita’ delle vostre pagelle e non solo ci fa sghignazzare a piu’ non posso . Mi avete messo di buon umore.
    Grazie.

    1. Non è che se Serginho parla è verità assoluta. Lui la pensa così, io penso che il migliore sia stato Jack, e non per il gol. Quando abbiamo avuto difficoltà a centrocampo, ha svolto un ruolo non suo andando nei 4 CC coprendo la difesa, ed ha fatto un lavorone unico per la squadra come sempre.
      Lui è il migliore di oggi, non Menez.
      Se passava almeno 2 palle delle 5 che ha avuto eravamo 3-0 facile, invece si intestardisce a fare dribbling e a fare tutto solo quando si è in 11 a giocare. Basta.
      Poi se per te avere questa opinione vuol dire non capire un cazzo di calcio, va bene, ma risulta un giudizio affrettato e quanto meno maleducato (tanto per essere gentile).
      Quando si gioca a calcio si gioca di squadra, altrimenti si gioca a golf o a bowling. Quelli son sport singoli.

    2. In effetti gli articoli sui giornali sportivi, notoriamente, li scrivono ex-giocatori perché capiscono di calcio più dei giornalisti

  3. Per Margherita : tu , non io , hai usato la parolaccia . Io sono educato con chi lo merita e comunque SEMPRE con le donne . Ho detto che non capisci niente di calcio e ti debbo ricordare che in altri interventi lo hai ammesso da te . Poi , cerca di essere attenta ed intelligente quando rispondi : tu non hai dato un voto piu’ alto a Bonaventura , cosa che non ti avrei contestato . Hai dato a Menez il voto piu’ basso di tutta la pagella . Mi dispiace , Margherita , ma ti sei coperta di ridicolo .
    Per diavolino : che i giornalisti capiscano di calcio piu’ dei fuoriclasse calciatori , piu’ di Medicina dei grandi medici , piu’ di musica dei grandi musicisti piu’ di giustizia dei giudici,piu’ di tutti di tutto E’ COSA NOTA ED ARCINOTA . Anche tu , povero aspirantello giornalista sei convinto di sapere tutto . Per amor di patria non dico cosa realmente sai .

    1. Io so di sapere. Tu ti vedo un po’ nervoso, quasi sperassi di perdere….

      1. Io spero di vincere SEMPRE . Proprio per questo cerco di neutralizzare gli effetti negativi portati da quelli come te . De Jong , che volete fuori , torna ,
        non pigliamo gol e giochiamo . Menez che ci tiene su dall’inizio lo volete far fuori . Io non voglio perdere a causa di tifosi coglioni e traditori se non peggio !

  4. ALLORA , visto che preferite il giudizio dei giornalisti , leggi la Gazzetta :
    ” poi si lascia guidare dalle fiammate di Menez. È da una sua accelerazione al 22’ che nasce il gol del vantaggio: il francese sfreccia sulla sinistra e serve Bonaventura al limite. Destro preciso, 1-0 ”
    E ANCORA:
    Pazzini. Che ci prova un paio di volte (di testa e con un diagonale che finisce
    sull’esterno della rete), sempre imbeccato da un Menez in giornata di grazia

    Confermo il giudizio : pagella ridicola stilata da incompetenti .
    E presuntuosi , che capiscono di calcio piu’ dei fuoriclasse e pure del piu’ autorevole quotidiano sportivo .
    Ma per favore !

    1. Incompetenti e presuntuosi detto da te è un complimento.

  5. Comincia bene la settimana!
    Io un mezzo punto in più ad Abbiati e Poli l’avrei dato.
    Sinceramente non puoi dare un voto più alto a Destro di Menez. Destro in una formazione come quella di oggi non toccherà mai palla. Ma anche Pazzini sarebbe inutile. Menez rappresenta gioie e dolori del Milan di Pippo perchè è nato per fare il finto nueve, ma è costato il posto a Torres. Destro però adesso non puoi non farlo giocare (è andato a citofonargli a casa l’AD) e collocare il francese diventa un’impresa. E’ l’uomo più tecnico e geniale che abbiamo, ma rischiamo di morire con lui e per lui.
    In giro per il web comunque trovi voti tra il 6 e il 7. Personalmente gli darei una sufficienza.

    1. Su Abbiati infatti ti do ragione, sono stata stretta..
      E’ l’unica cosa che cambierei con il senno di poi, perché effettivamente quella parata valeva di più.

    2. Ti spiego il voto di Destro.
      Gli ho dato mezzo punto in più perché da punta i movimenti giusti li ha fatti, ma resta difficile per uno come estro incidere senza toccare pallone.
      Non a caso non è sufficiente, ma a differenza di Menez che cerca ogni volta gloria e non giocate per la squadra, Destro si sbraccia, fatica e chiede palla. Era due volte in area da solo senza marcatura e Menez ha fatto quel che gli pareva.. Una punta in una condizione così non potrà mai essere sufficiente ma l’impegno di Destro era evidente..

      1. Però, nonostante abbia detto che il problema di questo Milan è proprio Menez, i due assist a Bonaventura per il gol e per il palo li ha dati lui.

        1. La capacita’ di ammettere di avere sbagliato e di cambiare le’proprie convinzioni contraddistingue le persone intelligenti .

  6. abbiamo un caso Cerci , non si capisce perchè debba giocare sempre Menez , un vero mistero

  7. Cerci deve giocare come giocava Donadoni , dietro le punte Destro e Menez .
    Bonaventura e Honda debbono essere annoverati fra i centrocampisti ed aumenterebbero di molto la qualita’ e la quantita’ in quel ruolo . Cosi’ ci scordiamo di Muntari ed Essien .

Comments are closed.