Mini-serie positiva che prosegue anche nel nuovo anno per il Milan, che recupera 3 punti alla Sampdoria vincendo in maniera sofferta contro il Crotone.

Dopo i due 1-1 di sabato, con la Fiorentina che ferma anche l’Inter pareggiando nel recupero e lo stop (in casa del Chievo) della serie di vittorie dell’Udinese, si arrivava a domenica con una situazione di classifica che rimane parecchio deficitaria, ma anche la possibilità di rimontare qualcosa. Buono l’esordio di Mazzarri, dato che all’ora di pranzo il Torino supera 3-0 il Bologna. Nelle cinque sfide del pomeriggio, spiccavano verso la mezz’ora del primo tempo i 5 gol già segnati a Ferrara, mentre tutti gli altri punteggi erano ancora sullo 0-0. Alla fine, succede poco altro e la Lazio batte 2-5 la Spal, che perde qualcosa in termini di differenza rete con il Crotone.

Vincono Genoa e Benevento, la seconda un po’ a sorpresa, contro Sassuolo e Sampdoria: gli “stregoni” non ci stanno a ripetere il celebre campionato dell’Ancona 2003/04. Ci mette un po’ più del previsto il Napoli ad archiviare la pratica Verona (2-0), mentre sul punteggio risicato del Milan pesa l’annullamento di un gol probabilmente valido di Kalinic nel finale. Tutto sommato si confermano le cose positive viste a Firenze: lo schema con difesa a 4, la crescita di Kessié e Calhanoglu, e qualcosina in più nel complesso che permette di portare a casa queste partite.

In serata, nuova impresa dell’Atalanta (1-2 all’Olimpico giocando 50′ in dieci) e altra vittoria esterna della Juve in casa del Cagliari, anche qui viziata da un episodio da moviola bellamente ignorato, stavolta potenzialmente decisivo a differenza di mercoledì in coppa Italia. Ma si sa, “tv e stampa sono smaccatamente anti-Juve”, “il Var serve a penalizzare la Juve e favorire le altre” e “sì, il rigore c’era ma tanto Szczesny l’avrebbe parato”: deliri gobbi letti tra i miei contatti, che ricompaiono guarda caso nel primo campionato parecchio tirato degli ultimi anni, quando cioè certi episodi servono di più.

Risultati 20^ giornata: sabato Chievo-Udinese 1-1, Fiorentina-Inter 1-1, domenica Torino-Bologna 3-0, Benevento-Sampdoria 3-2, Genoa-Sassuolo 1-0, Milan-Crotone 1-0, Napoli-Verona 2-0, Spal-Lazio 2-5, Roma-Atalanta 1-2, Cagliari-Juventus 0-1.

Classifica: Napoli 51, Juventus 50, Inter 42, Lazio* 40, Roma* 39, Sampdoria* e Atalanta 30, Fiorentina, Torino, Milan e Udinese* 28, Bologna 24, Chievo 22, Genoa e Sassuolo 21, Cagliari 20, Spal e Crotone 15, Verona 13, Benevento 7

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

  • Mario De Magistris

    Sono due i gol validi annullati al Milan!!! Anche nel primo caso era stato Kessie ad essere stato trattenuto in area da Mandragora e non il contrario. Ma qui però c’entrano anche le responsabilità, al Var , di Massa(quello del rigore all’ultimo secondo in Juventus-Milan). Manca anche un possibile penalty commesso da Ajeti (il centrale albanese ha il procuratore amico di Tare) che ha goduto di totale impunità e si è permesso di commettere, impunito, una miriade di scorrettezze ‘massacrando’ Patrick Cutrone. Non bastasse questo, in pieno stile ‘Mafia Capitale’, Maresca ha annullato un gol regolarissimo di Nikola Kalinic. In quella azione, come avrebbe detto Carlo Pellegatti, il centrale albanese si era attaccato come un orsetto Panda al collo di Nikola Kalinic!!! Rigore? Neanche per sogno e per massima beffa l’ineffabile Maresda ha annullato il gol di Nikola che si era, in qualche modo liberato, dell’orsetto albanese. Ciononostante il centravanti croato del Milan era riuscito a segnare!!! Maresca ha annullato in maniera subdola danneggiando, ancora una volta. il Milan che ha rischiato persino la beffa del pareggio calabrese. L’arbitro Maresca ha confermato, ancora una volta, d’essere inadeguato ai palcoscenici della serie A.

  • Vittorio

    Caressa spara su tutti : da vedere !