Finiti -o quasi- i 14 mesi di qualificazioni all’Europeo, è già tempo di bilanci anche se gli ultimi 4 posti vanno ancora assegnati. Tante “facce” ma soprattutto bandiere nuove, e l’eliminazione shock dell’Olanda.

Le prime esordienti sono Irlanda del Nord e Albania. Giovedì e domenica, i gironi D, F e I hanno emesso i loro verdetti, con il sorprendente 1-0 dell’Irlanda (repubblica) sulla Germania, l’eliminazione della Scozia raggiunta proprio all’ultimo dalla Polonia, e domenica sera proprio i polacchi che battono l’Irlanda con l’ennesimo gol di Lewandowski che pareggia il record di 13 reti nelle qualificazioni del nordirlandese Healy. Passano Germania e Polonia, Irlanda ai playoff. Va meglio ai cugini del Nord, che già giovedì preparano le valigie per la Francia grazie al 3-1 sulla Grecia, seguiti a ruota dalla Romania che supera per 0-3 le Far Oer all’ultima, mentre l’Ungheria cade al Pireo contro la Grecia nella partita forse più spettacolare dell’intera sei giorni. 4-3 il punteggio e magiari costretti agli spareggi. Nel gruppo I, l’Albania compie un’impresa ancora più clamorosa dei verdi irlandesi: prima qualificazione in assoluto a un torneo maggiore, contro Danimarca, Portogallo e Serbia in un girone da 5.

Venerdì e lunedì ecco i gruppi C, E e G. Nel primo, copione abbastanza scontato, con la Spagna che vince entrambe le partite e la Slovacchia (terza esordiente) brava ad approfittarne in Lussemburgo; toccheranno così all’Ucraina gli spareggi. Nel secondo, l’Inghilterra mantiene lo straordinario punteggio pieno (30 su 30) battendo anche Estonia e Lituania. Con gli inglesi avanza alla fase a gironi anche la Svizzera, probabilmente la selezione più “immigrata” d’Europa, mentre la Slovenia giocherà gli spareggi. Resta tutto com’era nel gruppo G, dove la Russia mantiene il secondo posto e la Svezia il terzo. Tripla vittoria per le due nordiche e l’Austria già prima e in grado di terminare con 28 punti il proprio torneo; prima volta da qualificati per Arnautovic e compagni, che avevano giocato Euro 2008 ma solo da organizzatori del torneo.

Per chiudere, le notizie più fresche arrivano da ieri sera. L’Italia conclude in testa e imbattuta il girone H, vincendo meritatamente 2-1 con la Norvegia, che perde anche il secondo posto a vantaggio della Croazia. Nazionale in crescita, ma non basta per essere teste di serie nel sorteggio dei gironi a dicembre. Infatti, nel gruppo B, il Belgio vince 3-1 con Israele e rimane davanti agli azzurri nel ranking, facendo anche un grosso favore alla Bosnia. I balcanici vincono 2-3 a Nicosia in una partita tiratissima e per il rotto della cuffia entrano nei playoff, grazie anche al successo sul Galles di sabato. Ma è nel gruppo A che si consuma la sorpresa più grande: Olanda fuori ancora prima di iniziare, quarta con addirittura 5 punti di scarto dalla Turchia (che si qualifica come miglior terza). La vittoria in Kazakistan non basta agli oranje, che poi perdono 2-3 dopo essere stati sotto 0-3 contro la Repubblica Ceca, mentre ai turchi guidati ancora una volta dal lontano ex di Fiorentina e Milan Fatih Terim va tutto bene. Appuntamento a domenica per il sorteggio dei 4 spareggi. Qui di seguito risultati e classifiche:

Girone A: sabato Kazakistan-Olanda 1-2, Rep. Ceca-Turchia 0-2, Islanda-Lettonia 2-2, martedì Lettonia-Kazakistan 0-1, Olanda-Rep. Ceca 2-3, Turchia-Islanda 1-0. Classifica: Rep. Ceca (Q) 22, Islanda (Q) 20, Turchia (Q) 18, Olanda 13, Kazakistan e Lettonia 5.

Girone B: sabato Andorra-Belgio 1-4, Bosnia-Galles 2-0, Israele-Cipro 1-2, martedì Belgio-Israele 3-1, Cipro-Bosnia 2-3, Galles-Andorra 2-0. Classifica: Belgio (Q) 23, Galles (Q) 21, Bosnia (pl) 17, Israele 13, Cipro 12, Andorra 0.

Girone C: venerdì Macedonia-Ucraina 0-2, Slovacchia-Bielorussia 0-1, Spagna-Lussemburgo 4-0, lunedì Bielorussia-Macedonia 0-0, Lussemburgo-Slovacchia 2-4, Ucraina-Spagna 0-1. Classifica: Spagna (Q) 27, Slovacchia (Q) 22, Ucraina (pl) 19, Bielorussia 11, Lussemburgo e Macedonia 4.

Girone D: giovedì Georgia-Gibilterra 4-0, Irlanda-Germania 1-0, Scozia-Polonia 2-2, domenica Germania-Georgia 2-1, Gibilterra-Scozia 0-6, Polonia-Irlanda 2-1. Classifica: Germania (Q) 22, Polonia (Q) 21, Irlanda (pl) 18, Scozia 15, Georgia 9, Gibilterra 0.

Girone E: venerdì Inghilterra-Estonia 2-0, Slovenia-Lituania 1-1, Svizzera-San Marino 7-0, lunedì Estonia-Svizzera 0-1, Lituania-Inghilterra 0-3, San Marino-Slovenia 0-2. Classifica: Inghilterra (Q) 30, Svizzera (Q) 21, Slovenia (pl) 16, Estonia e Lituania 10, San Marino 1.

Girone F: giovedì Irl. del Nord-Grecia 3-1, Romania-Finlandia 1-1, Ungheria-Far Oer 2-1, domenica Far Oer-Romania 0-3, Finlandia-Irl. del Nord 1-1, Grecia-Ungheria 4-3. Classifica: Irl. del Nord (Q) 21, Romania (Q) 20, Ungheria (pl) 16, Finlandia 12, Grecia e Far Oer 6.

Girone G: venerdì Liechtenstein-Svezia 0-2, Moldavia-Russia 1-2, Montenegro-Austria 2-3, lunedì Austria-Liechtenstein 3-0, Russia-Montenegro 2-0, Svezia-Moldavia 2-0. Classifica: Austria (Q) 28, Russia (Q) 20, Svezia (pl) 18, Montenegro 11, Liechtenstein 5, Moldavia 2.

Girone H: sabato Azerbaijan-Italia 1-3, Croazia-Bulgaria 3-0, Norvegia-Malta 2-0, martedì Bulgaria-Azerbaijan 2-0, Italia-Norvegia 2-1, Malta-Croazia 0-1. Classifica: Italia (Q) 24, Croazia (Q, -1) 20, Norvegia (pl) 19, Bulgaria 11, Azerbaijan 6, Malta 2.

Girone I: giovedì Albania-Serbia 0-2, Portogallo-Danimarca 1-0, domenica Armenia-Albania 0-3, Serbia-Portogallo 1-2. Classifica: Portogallo (Q) 21, Albania (Q) 14, Danimarca (pl) 12, Serbia (-3) 4, Armenia 2.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014