Si chiude ancora con un pari la giornata di campionato del Milan. Pari che sta stretto, ma più che altro all’Inter, più volte vicina al gol della vittoria nel secondo tempo e che recrimina per un mani di Antonelli in area. In ogni caso, il pari non smuove la classifica per nessuna delle due milanesi, che quindi non approfittano delle sbandate di Fiorentina e Sampdoria.

Già, perché proprio i blucerchiati non vanno oltre lo 0-0 casalingo contro un Cesena combattivo, che se avesse fatto gli stessi punti già nel girone di andata non sarebbe di certo al terzultimo posto. In serata, bastano pochi minuti alla Juventus per passare in vantaggio (doppio) e poi controllare contro la Lazio; il 2-0 bianconero porta la firma di Tevez e Bonucci, e proprio qui finisce la lunga serie positiva laziale. Dopo l’1-1 tra Torino e Sassuolo, dove al rigore di Berardi risponde Quagliarella, la Roma poteva tranquillamente sfruttare lo scivolone dei cugini battendo -in casa- l’Atalanta quartultima, e invece non va oltre il pari. Totti e Denis gli autori dei gol, entrambi su rigore: e l’Olimpico si fa sentire, con fortissimi fischi al termine della partita. Pessimo epilogo per una squadra che ad inizio stagione, si diceva, puntava allo scudetto.

Nel resto del pomeriggio di Serie A, pari 1-1 tra Chievo e Udinese, bel successo del Palermo sul Genoa (2-1) ma la partita più emozionante è, per assurdo, Empoli-Parma, la sfida tra una squadra già fallita e un’altra praticamente salva. 2-2, che regala probabilmente il punto decisivo ai toscani per la salvezza (rimane +11 sul Cesena a 7 partite dalla fine). Ennesimo crollo casalingo per il Cagliari contro il Napoli, che rimane anche in 10 ma vince 0-3 contro i sardi reduci dall’aspra contestazione di qualche giorno fa. In serata, come detto, il derby: che più che altro verrà ricordato per le coreografie nel pre-partita. Parte meglio il Milan poi l’Inter esce alla distanza e sfiora ripetutamente il successo. Finisce a reti bianche, con un gol annullato (giustamente) per parte. Mancava solo Fiorentina-Verona: e a sorpresa gli scaligeri espugnano il Franchi e di fatto si salvano. Dopo un rigore sbagliato da Diamanti è Obbadi a firmare, nel finale, la vittoria dell’Hellas.

Risultati 31^ giornata: sabato Sampdoria-Cesena 0-0, Juventus-Lazio 2-0; domenica Sassuolo-Torino 1-1, Chievo-Udinese 1-1, Empoli-Parma 2-2, Palermo-Genoa 2-1, Roma-Atalanta 1-1, Cagliari-Napoli 0-3, Inter-Milan 0-0; lunedì Fiorentina-Verona 0-1

Classifica: Juventus 73, Lazio e Roma 58, Napoli 53, Sampdoria 50, Fiorentina 49, Genoa e Torino 44, Milan 43, Inter 42, Palermo 41, Sassuolo, Verona e Chievo 36, Udinese 35, Empoli 34, Atalanta 30, Cesena 23, Cagliari 21, Parma (-7) 13.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014