A due giorni dal semaforo “verde” della serie A, tre per il Milan, le squadre sistemano le ultime zone scoperte della rosa: che per il Milan si traducono nella solita caccia al centrocampista, al massimo all’ipotesi Ibra.

Dopo il raffreddamento della pista Witsel, opzione principe ma forse troppo caro dopo un’estate di spese, lo scambio Soriano-Nocerino pare un’opzione più probabile. L’azzurro nato in Germania è fortemente voluto dal suo ex allenatore Mihajlovic, ma almeno un esubero servirebbe a tenere un posto libero nella lista dei 25 per eventuali rinforzi (che siano a fine mese o a stagione in corso).

Sul fronte Ibra poco o nulla di ufficiale. Anche nel caso di un suo arrivo bisognerebbe piazzare almeno un attaccante; gira voce (forse stile Italia-Inghilterra di Fantozzi, forse no) che fuori Milanello alle bancarelle siano comparse la sua maglia e quella di Soriano.

Intanto si continuano a leggere commenti che chiedono la cessione di Montolivo, del tutto simili -immagino- a quelli del 2010-2011 su Pirlo, sospetto gli stessi che fischiavano lunedì, accompagnati a frasi tipo “Soriano-Bertolacci centrocampo da Sassuolo”. Almeno la difesa per ora pare salvarsi dal fuoco di fila: i “nuovi” non saranno grandi nomi, ma hanno molti anni davanti a sé nel migliore dei casi. Domenica si torna a giocare, chissà se con la formazione già “completa” di Soriano: si fa subito sul serio, sia il Milan sia la Fiorentina per ora hanno a disposizione i migliori.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

6 Comments

  1. Incoraggiamoli. Incoraggiamoci.
    Ma non nascondiamoci la verita’.
    Continua a mancare il nuovo Nesta, il nuovo
    Rajkard ed il vecchio o nuovo Ibrahimovic.
    Ad oggi non siamo ancora quello che speriamo.

  2. Silvio e Bee ( non AG ) datevi da fare nel vostro
    interesse . Non possiamo essere tali Sto arrivando! sgonfiarci se incappiamo in due sconfitte . Giova gente con grande autostima e capacita ‘ carismatica che trascini il gruppo e non si squagli al primo intoppo . Non ne abbiamo !

  3. Scrive qello che cazzo vuole lui . Na capite lo
    stesso.

  4. Borgofosco

    Infatti si fa subito sul serio e la Fiorentina, stando ad ascoltare Borja Valero, si ritiene più forte del Milan. Non saprei dire perché anche i toscani hanno rivoluzionato la squadra e contano, come noi del resto, di recuperare al meglio il giocatore più importante e sull’esplosione di alcuni giovani del vivaio paragonati addirittura ad illustri numero 10 del passato viola. La partita, lo dico da quando sono stati resi noti i calendari, è delicatissima. Ma il Milan di Mihajlovic non teme nessuno. Questo Milan ricalca la filosofia milanista di sempre. Si gioca sempre, comunque ed ovunque, per vincere. Gli uomini che scenderanno in campo saranno i migliori della rosa. I grandi e sperati rientri ci saranno quando le condizioni di forma raggiungeranno standard da ‘Milanovic’. Si comincia…era ora…la parola passa al campo!

  5. la penso come il giornalista Sconcerti oggi sul corriere della sera ha previsto questa griglia

    1) Juve 2) Roma 3) Milan a prescindere da Ibra , sembra la rosa più compatta e che segue le idee dell’allenatore

    la Fiorentina si è indebolita in difesa e davanti ci sono molte incognite vedi Rossi e tutti i giovanissimi calciatori Bernardeschi e Babacar

    1. Non sono per nulla contento di questa previsione. Potrebbe significare che ci distaccano di molti punti e che non saremmo mai stati competitori per il successo . Non sta bene a me, non dovrebbe star bene a te ed a nessun milanista . Ma sopratutto non puo’ star bene ai due artefici dell’ardito piano di crescita mondiale della Societa’. Forza Silvio , grande geniale Presidente !
      Forza Bee , ardimentoso investitore !
      E sbrigatevi a concludere se non volete
      scassarci le coronarie !

Comments are closed.