A due giorni dal semaforo “verde” della serie A, tre per il Milan, le squadre sistemano le ultime zone scoperte della rosa: che per il Milan si traducono nella solita caccia al centrocampista, al massimo all’ipotesi Ibra.

Dopo il raffreddamento della pista Witsel, opzione principe ma forse troppo caro dopo un’estate di spese, lo scambio Soriano-Nocerino pare un’opzione più probabile. L’azzurro nato in Germania è fortemente voluto dal suo ex allenatore Mihajlovic, ma almeno un esubero servirebbe a tenere un posto libero nella lista dei 25 per eventuali rinforzi (che siano a fine mese o a stagione in corso).

Sul fronte Ibra poco o nulla di ufficiale. Anche nel caso di un suo arrivo bisognerebbe piazzare almeno un attaccante; gira voce (forse stile Italia-Inghilterra di Fantozzi, forse no) che fuori Milanello alle bancarelle siano comparse la sua maglia e quella di Soriano.

Intanto si continuano a leggere commenti che chiedono la cessione di Montolivo, del tutto simili -immagino- a quelli del 2010-2011 su Pirlo, sospetto gli stessi che fischiavano lunedì, accompagnati a frasi tipo “Soriano-Bertolacci centrocampo da Sassuolo”. Almeno la difesa per ora pare salvarsi dal fuoco di fila: i “nuovi” non saranno grandi nomi, ma hanno molti anni davanti a sé nel migliore dei casi. Domenica si torna a giocare, chissà se con la formazione già “completa” di Soriano: si fa subito sul serio, sia il Milan sia la Fiorentina per ora hanno a disposizione i migliori.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014