L’andata degli ottavi di Champions League ha emesso le sue sentenze e sono purtroppo, nella maggioranza dei casi,  sentenze definitive e senza appello.

Appare evidente che la partita di mercoledì sera ha definitivamente  sancito che l’Inter di questa stagione non è più l’Inter fortissima dell’anno scorso, ponendo fine alle illusioni dei sostenitori interisti. Tifosi che in questi giorni sono corsi a cancellare la musichetta della Champions come suoneria dei loro cellulari. Per i  cugini nerazzurri il sogno è finito, l’Inter è ritornata ad essere quella solita, quella  che in Champions League usciva sempre prima del Milan.

I nostri avversari hanno subito un’involuzione preoccupante nella qualità del gioco, i giocatori  della rosa che l’anno scorso facevano la differenza, quest’anno  sembrano la controfigura di loro stessi. Se fino ad ora è sempre stata nei loro riguardi utilizzata la scusante dei passati infortuni  da parte dei media, ora sembra finalmente fare capolino la nuda verità: questa squadra è per larga parte da rinnovare e ringiovanire .

Bisogna anche evidenziare che l’Inter sta ritornando a vincere per qualità e quantità il derby degli infortuni: le assenze di Samuel, Milito, Ranocchia e Cambiasso hanno un maggior peso specifico  delle assenze di Pirlo, Ambrosini e Inzaghi e tenuto conto che  nelle prossime 5 partite, probabilmente si deciderà il campionato, la situazione infortuni, sta di nuovo volgendo a favore del Milan.

Anche il Milan dal turno di Champions esce ridimensionato nelle ambizioni, anche se la società per la prima volta da molti anni,  ha chiaramente posto come primo obbiettivo la vittoria dello scudetto . Gli acquisti fatti nel mercato di gennaio da Galliani e soci, ne sono la controprova, in quanto  giocatori non utilizzabili in coppa.

Domani sera a San Siro con il Napoli si giocherà la partita più importante della stagione al pari del derby. Un Milan riposato arriva all’appuntamento con un Pato voglioso di giocare da titolare e che per la prima volta svolge allenamenti supplementari. Bisogna doverosamente sottolineare che da Milanello parlano di un ragazzo che in queste ultime settimane appare positivamente trasformato e maturato.

L’affermazione definitiva di Pato sarebbe la ciliegina sulla torta, torta che già adesso presenta dei fuoriclasse e che per il futuro prevede finalmente un rafforzamento deciso del reparto difesa. Le ultime prestazioni dei terzini in organico del Milan hanno finalmente convinto la proprietà a orientare la prossima campagna acquisti estiva  in quel reparto.

La notizia in anteprima di mercato  che vi affido è la seguente  gli osservatori rossoneri nel prossimo mese di marzo osserveranno in giro per i campionati stranieri, solo  difensori e per la maggior parte terzini; questo la dice lunga su come la società si senta scottata  dalla situazione presente e voglia correre ai ripari.

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.