Non commettiamo l’errore di pensare di essere più forti degli altri solo perchè ci chiamiamo Milan. Un tempo era così, da 4-5 anni non più.
Un conto è dire che, a differenza dello scorso anno dove avevamo già perso in partenza, con gli inglesi ce la possiamo giocare, un’altra cosa è affermare che non possiamo fallire.

Parto col dire che il Tottenham al gran completo a mio modesto avviso è superiore al Milan al gran completo. Non ha grandi fuoriclasse, ma ha l’esterno più forte del pianeta e soprattutto hanno tanti ottimi giocatori. Woodgate, Gallas, Assou-Ekotto sono tre buoni difensori, Lennon una grande ala e Modric un centrocampista centrale molto talentuoso, anche se ancora non ha fatto il salto di qualità. In attacco Pavlyuchenko e Defoe due grandi attaccanti (che giocano nelle loro rispettive nazionali), come alternative giocatori esperti di caratura internazionale come Jenas, Keane, Pienaar e Crouch.

Insomma, il Milan ha una buona squadra, qualche fuoriclasse in più degli avversari, ma nel complesso non si può affatto  dire che siamo nettamente più forti. La qualificazione ce la possiamo e ce la dobbiamo giocare fino alla fine (anche perchè martedì ci sono assenze importanti per loro), sperando nella serata buona dei nostri attaccanti e soprattutto nella speranza che i nostri terzini facciano una prestazione al di sopra del loro standard abituale, ma dire che la sconfitta sarebbe uno scandalo sarebbe ingiusto nei confronti di un allenatore e dei giocatori che comunque stanno facendo già il massimo che possono fare.

Qualcuno dirà che il Tottenham tutto sommato è solo in quarta posizione nel campionato inglese, mentre noi siamo in testa al campionato italiano. Però mi pongo e vi pongo una domanda: se nel campionato in cui gioca il Milan ci fossero Manchester United, Chelsea, Arsenal, Manchester City, Liverpool e appunto Tottenham, il Milan in quale posizione sarebbe? Di sicuro non al primo posto.

Posted by elbonito