26 07 14Ci sono scritte e scritte. C’è chi parla dei propri trofei, chi appone una scritta commemorativa per una particolare partita, e poi ci sono loro. I “veri milanesi”, come ebbe a dire l’allora presidente Massimo Moratti alla consegna di un’Ambrogino “extra” alla squadra dopo che lo stesso presidente interista si era risentito per la mancata assegnazione. A opera della cognata Letizia, all’epoca sindaco di Milano. Tutto in famiglia.

“I tifosi dell’Inter sono sempre stati considerati i milanesi veri, l’Inter ha dato di più alla città anche se poi anche il Milan ha fatto bene”. Una piccola lezione di storia: l’Inter nasce nove anni dopo, da una scissione pro-stranieri (“dal nulla”, come disse l’avvocato Prisco; beh, come nulla non c’è male). Il primo scudetto, ovviamente, lo vincono i rossoneri, nel 1901, con i soci ancora tutti uniti. La prima Coppa dei Campioni, preceduta da un paio di Coppe Latine -che nel computo dei trofei internazionali non valgono- arriva sempre ad opera del Milan. Perfino la casa comune delle due squadre era stata costruita per il Milan. Quanto al “Milano siamo solo noi”, la cosa mi lascia del tutto indifferente; sarà che vengo da fuori provincia e la questione poco mi interessa, ma la cosa più importante è batterli. Chi rappresenta il “vero orgoglio della città” è una provocazione che lascia il tempo che trova. Anche perché poco dopo fu messa a tacere dal famoso derby del 3-0, la penultima partita da grande di un Pato già entrato nel vortice di infortuni e malanni che lo avrebbe allontanato da Milanello.

Ma evidentemente quella frase piace anche alla nuova dirigenza. Infatti una classica scritta di quelle che solitamente si trovano nei sottopassi, sui muri o sui cartelli, e cioè “Milano è solo l’Inter”, dall’anno prossimo campeggerà sulle maglie nerazzurre. Spesso si dice che il bisogno di rimarcare continuamente la propria superiorità (che tra l’altro a guardare le bacheche, e il bacino di tifosi, neanche esiste) nasconde profondi complessi di segno opposto. Basti pensare alla reazione oltremisura di un noto tifoso interista vip, mio compaesano “acquisito”, e cioè Roberto Vecchioni. Nato in Brianza e di origini meridionali, giusto perché essere veri milanesi è il must per essere interisti, il cantautore se la prese a morte con la Gazzetta perché aveva usato come titolo per la presentazione di Ronaldinho “Luce a San Siro”. Il titolo della sua canzone forse più nota, al singolare. Tanto bastò per far incazzare Vecchioni, che paragonò alle corna in una relazione l’uso di un suo verso riferito al Milan. L’ossessione è sempre dietro l’angolo.

Parlare sempre del triplete, del mai stati in B e altre amenità. Presentarsi come presidente cantando “chi non salta lossonelo è”. Dire che c’è un complotto per far rientrare il Milan degli investimenti fatti (con la vecchia squadra appena smantellata?). Non mischiarsi alla plebe rossonera e lavarsi le mani dopo averle strette a un milanista. Le peggiori offese a un giocatore fuori per malattia, che 5 mesi dopo andrà proprio all’Inter e per un breve periodo diventerà idolo nerazzurro sparando a zero sulla squadra che l’aveva salvato. Sono solo alcune delle pagliacciate arrivate negli ultimi anni da Appiano e dintorni. A parte lo “scudetto nel c…” di Ambrosini non ricordo altrettante dichiarazioni di parte milanista, visto anche che il presidente Berlusconi è sempre stato molto “piacione” nei confronti dell’Inter, forse a causa del suo mai chiarito tifo ai tempi dell’Edilnord.

La storia dice anche che, dalla presidenza Moratti in poi, ci sono state parecchie cessioni di giocatori tra le due squadre. Con una differenza: i passaggi da Inter a Milan sono stati molto più di successo. Da Ganz, fino a Pirlo (2001) e Seedorf (2002), dati per bolliti, su tutti. Mentre di là arrivavano Coco, Guly e Helveg, buoni mestieranti prima e dispersi dopo. Vieri l’eccezione che conferma la regola, anche perché svincolato. Ronaldo 2007 è stato uno smacco per l’Inter, certo: anche perché il Fenomeno, prima di rompersi di nuovo, segnò tanto. Ibrahimovic, prima odiato, poi idolo e poi di nuovo odiato dagli interisti, pure. Da qui, forse, la molla che portò Moratti a prendere prima Leonardo e poi Cassano, per spirito di emulazione. Due fallimenti. E ora l’imitazione pure nella scritta sotto lo stemma, un tentativo poco riuscito di scimmiottare il “Club più titolato al mondo”. Già, perché nonostante tutta la prosopopea del triplete, la bacheca internazionale nerazzurra pesa esattamente la metà di quella rossonera. Qui l’emulazione non è ben riuscita…

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

40 Comments

  1. Guardare in casa altrui con strafottenza nelle condizioni in cui ci ritroviamo è quantomeno irresponsabile.

    Chissà cosa dicono gli altri di chi è partito a giugno cercando Mandzukic e iTurbe, a luglio pensa a Campbell e Douglas Costa e finirà ad agosto a prendere Giovinco (a 15 milioni, ça va sans dire) e Paolucci.

    In questo momento non sarebbe affatto male se Milano fosse solo l’inter e noi scomparissimo per qualche tempo, indicativamente fino alla dipartita dell’antennista monzese con la cravatta gialla.

    1. Diavolo1990

      Il Milan non ha MAI cercato Mandzukic. Era una pura invenzione giornalistica. Iturbe? A 31 milioni l’affare lo fa chi lo vende.

    2. perche’ in che condizioni ci troviamo? Dai non scherzare

  2. Insomma, come disse il Presidente Berlusconi a quella trasmissione radiofonica: forza inter, con grandissima felicità!

  3. Borgofosco

    Caro Peter vorrei aggiungere che per i milanesi, quelli popolani che mettevano la camicia rossa e si recavano a casa loro, allo stadio San Siro, costruito sulla cripta del Santo, che è stato(per me scandalosamente) scalzato da un nome che i veri milanisti non hanno mai accettato(dichiarò che l’unico suo rimpianto fu quello d’aver giocato nel Milan). Caro Peter questi qui hanno memoria corta. Persino Gianni Brera riconosceva l’animo popolano dei milanesi-milanisti. Ma loro sono soltanto una derivazione malriuscita del Milan. Cosi facendo evidenziano la loro condizione di eterni frustrati. Lo evidenziano persino sulla maglia? E’ un loro problema! La storia dice altre cose. Loro erano diventati l’Ambrosiana in ossequio ai loro ‘protettori d’allora’ ed avevano persino rinnegato le loro origini di squadra internazionale formata, quasi totalmente, da stranieri, così come avevano argomentato per la scissione. Avevano il loro ‘tempio’ che si chiamava Arena, nei pressi del centro della città, ed erano seguiti dalla cosiddetta ‘Milano snob’ in camicia nera. Non mi risulta che tutti i gerarchi fossero milanesi…anzi… Quindi di cosa cianciano e soprattutto che senso ha mistificare la storia? Poveracci….compatiamoli!

  4. Credo che questo, indipendentemente dalla differenza di tifo, sia il post più stupido che abbia mai letto in vita mia.

    1. Borgofosco

      Non avevo letto….. ma una cosa capisco da sempre…. a certa gente, che non sa nulla di storia ‘pallonara’, non è abituale l’uso razionale della ragione. Questo semplicemente perchè non posseggono la capacità di usare quel neurone che forse posseggono. Costoro non mi tangono tanto più se sono inter-tristi o nostalgici di quel ‘Balilla’ che a me non è mai stato simpatico(non per motivi politici ma perché ha ‘vomitato’ sulla maglia del Milan)ps. Esattamente come, in modo ancor più offensivo, fate voi con Balotelli al quale propinate fasi dispregiative che vanno ben oltre l’insulto anzi…sono vere e proprie frasi razziste.

  5. Matto, scemo tu che perdi tempo a leggerlo. Io ho guardato il titolo, le figure e letto quattro parole in neretto, le ho messe assieme e ho capito che razze di post dev’essere.

    Il Milan non ha MAI cercato Mandzukic. Era una pura invenzione giornalistica.

    Hai dimenticato di dire: invenzione giornalistica di giornalisti pagati per screditare il Milan in una vergognosa campagna mediatica. Tipo Pellegatti.

    1. Diavolo1990

      Pellegatti sa poco o niente. Chi sa è Suma.

      1. Intanto mi sono fatto un giro in qualcuno dei blog pseudo milanisti spazzatura di punta.

        Secondo me sono foraggiati da qualche testata giornalistica per fare terrorismo mediatico sul Milan. Un blog non puo’ realmente scrivere tante idiozie gratuitamente.

        Meno male che c’ e’ Inzaghi che punta sugli ottimi giovani con decisione. Altro che mercato. La vera risorsa per ricostruire un ciclo sono loro.

        1. Riguardo all’ Inter direi che e’ la squadra che ha piu’ impressionato in queste amichevoli estive. Tutte le altre per ora non hanno fatto benissimo. Ma gli storditi che fanno polemiche per le amichevoli di luglio li abbiamo solo noi in formato bimbi minchia da tastiera.

        2. Diavolo1990

          Secondo me sono foraggiati da qualche testata giornalistica per fare terrorismo mediatico sul Milan. Un blog non puo’ realmente scrivere tante idiozie gratuitamente.

          Testata giornalistica?

        3. E che ci sarebbe di strano? Come disse qualcuno il calcio e’ voti e tutto cio’ che riguarda i voti interessa ai media o a chi per loro. Se ci sono giornalai e giornaletti che ci fanno informazione contro figurati se non ci sono blog asserviti a questi giornaletti che si fanno comprare per 2 spiccioli

    2. Che il Milan venga screditato internamente ed esternamenteve’ un dato di fatto. Che venga fatto in mala fede e’ da dimostrare ma insomma…

  6. Ah! Ora qualcuno si accorge che il Milan viene metodicamente screditato esternamente ed INTERNAMENTE . Forse anche su questo Blog ? Forse a cominciare dalla figura che lo rappresenta ? O , no ?

    1. Chi rappresenta questo blog il Milan dei due lo difende anche se ha delle remore con il suo presidente.

      La vera feccia e’ quella distruttiva a prescindere su societa, allenatore presidente e rosa

    2. anzi lo difende a spada tratta. Questo mi sembra un dato di fatto

  7. Non parlavo per te . Ma molti altri su questo blog hanno confuso la politica con il tifo . Leggo sopra che Diavolo chiude . Mi dispiace . Saluto tutti e forza Milan .
    Anche sotto il diluvio . Continuera ‘ a piovere giallo finche non spuntera’ l’alba rosa e giovane del domani .
    Ciao a tutti .

    P.S. La Cantera , Borgofosco , altri , perche’ non continuate voi ?

    1. Secondo me questo blog e’ al 90% diavolo. Tolto lui rimangono dei buoni appassionati con poco tempo e voglia di provare a prendere un eredita’ difficile

  8. Allora si puo’ commentare ? Forza , riaprite !

  9. Prova di comunicazione

  10. Ok, questo canalje di comunicazione e’ rimasto aperto ed io invito tutti a continuare a scrivere. Chissa’ che Diavolo ci ripensi o qualcun altro raccolga il testimone .
    Voglio dire subito che mosso da curiosita’ sono andato a fare un giro per vedere se valesse la pena di partecipare a qualche altro blog . Zero assoluto , il che fa aumentare il rammarico per questa decisione ed al contempo mette in evidenza i meriti di Diavolo . A prescindere dal fatto , peraltro utile delle diversita’ di opinioni . Mi mancano perfino gli insulti scambiati con La Paura e magari con Sadiq . Insulti goliardici e certo non cattivi . Forza Diavolo ti sei riposato , sai che apprezziamo il tuo impegno e magari per scaramanzia ripensaci e m ricominciamo . Alle volte che le cose si sistemino e la squadra vada bene! Un ( uno ) buan acquisto lo abbiamo fatto : Lopez e’ un gran portiere e ne avevamo assoluto bisogno . L’attacco e’ completo . Abbiamo preso Menez , facciamolo giocare . Magari prendiamo Taarabt ma lasciamo perdere Cerci. Ad ogni costo
    dobbiamo prendere un grande centocampista.

    1. Vai tranquillo, io sono ancora qui e se vuoi essere insultato fammi un fischio!

  11. Per gli insulti c’e’ tempo piu’ appropriato . Oggi e’ tempo per le lacrime . Ed intanto vi do’ una notizia con sicurezza 90% : Balotelli e’ stato venduto ! Per me e’ una pessima notizia !

  12. @ Vittorio

    mi sa che oltre all’arrivo di Cerci non si muove nulla di importante

    @ Diavolino

    mi dispiace che hai deciso di chiudere , spero che ci ripensi , grazie di tutto

  13. Che cosa c’e’ ancora da dire ?
    PEZZI DI IDIOTI. PEZZI DI IDIOTI. PEZZI DI IDIOTI. ! …………

  14. Sappiate che il prossimo e’ De Jong .

    1. Chi è il prossimo?

  15. Sappiate che il prossimo e’ De Jong .

  16. Meno male che e’ rimasto questo angolino per sfogarsi . Grazie Sadiq . Il prossimo ? Intendi dopo De Jong ? Credo Mexes .Ma la cosa che mi inorridisce e’ pensare che si possa pagare Destro piu’ di quello che abbiamo preso per Balotelli . Affare Matri numero due ? Mi aspetto , ma non mi sorprende affatto , di finire affogato sotto una
    melma gialla…….

    1. alla fine arriva un ex giocatore come Torres più qualche parametro zero

      che vergogna , neanche l’Inter fa queste cose

  17. Esatto. La faccia di pietra piatta fa il paio con il fu manichino che ride sempre . Bisogna pregare che qualche idiota ( magari lo stesso ) ci tolga anche questo dalle palle con un bel contrattone come si usa ora . Parlando di mercato, tanto per parlare , Borini sarebbe il profilo giusto per alternativa a Pazzini titolare . Tutti i soldi disponibili
    andrebbero spesi per un fuoriclasse a centrocampo .

    1. non so voi ma siamo arrivati al livello più basso dell’era Berlusconi ,

      non mi ricordo una squadra più scarsa di questa

    2. vittorio volevo dirti

      in attesa della riapertura di questo blog

      mi trovi a commentare sul blog milanista milanblogiobloggo

      non perdiamoci di vista

  18. Non sono riuscito a trovarti . Dammi piu’ indicazioni . Ti firmi sempre Boldi 1 ?

    1. Vai, così ti rincoglionisci ancora un po’!

      1. sadyq

        doppio compagno di fede ,

        grazie per l’indicazione che hai dato a Vittorio su dove trovarmi ,

        in quel blog Vittorio mi firmo boldini

        Sadyq tu sei sempre nel blog di Marcovan giusto ?

  19. Troppi giocatori. Prevedo guai per Inzaghi . Gli altri Blog fanno schifo . Riaprite .

Comments are closed.