Domenica 22 aprile 1990, stadio Bentegodi, Verona. Il Milan va a Verona nella penultima giornata di campionato, e si gioca il tutto per tutto nella sfida a distanza con il Napoli, impegnato a Bologna. In quell’anno si completa la riunificazione della Germania che torna ad essere un’unica nazione, si tengono le prime elezioni libere in Unione Sovietica e Gorba?ëv è confermato presidente a larga maggioranza. Il 2 agosto, infine, l’Iraq invade il Kuwait e qualche mese dopo si scatenerà la Guerra del Golfo.
Nel Milan sono assenti Ancelotti e Borgonovo, a centrocampo gioca il jolly Massaro, mentre in avanti spazio a Simone, visto che Gullit è reduce da un infortunio e si accomoda in panchina. Rossoneri in vantaggio al 39′ (dopo aver dominato in lungo e largo) con una punizione di Simone non difficile da parare, ma che inganna Peruzzi. I padroni di casa si svegliano dopo quel gol, e impegnano Pazzagli almeno in due occasioni.
Nel secondo tempo il protagonista della gara diventa l’arbitro, Lo Bello, che ne combina di tutti i colori: dopo due interventi molto brutti su Massaro e Van Basten, Sacchi si infuria per il comportamento tenuto dal direttore di gara e viene cacciato. Il nervosismo assale i rossoneri, e  Sotomayor pareggia clamorosamente. Il finale è una vergogna: viene prima cacciato Rijkaard per una doppia ammonizione a dir poco discutibile, poi Van Basten, all’ennesimo fallo che non gli viene fischiato, butta la maglia a terra e viene espulso. Infine tocca a Costacurta lasciare il campo, e il Milan ridotto in condizioni proibitive subisce il secondo gol nel finale da Pellegrini.
Fu un campionato ingiustamente strappato alla squadra di Sacchi, che era la più forte e avrebbe meritato ampiamente. E invece per colpa di questa partita e soprattutto una vittoria a tavolino assegnata al Napoli per una monetina lanciata dal campo ad Alemao (cose che al giorno d’oggi sarebbero assurde) ci tolsero uno scudetto sacrosanto.

VERONA: Peruzzi, Sotomayor, Pusceddu, Gaudenzi (80′ Magrin), Favero, Gutierrez, Pellegrini, Prytz, Gritti, Giacomarro, Fanna (72′ Bertozzi). All.: Bagnoli
MILAN: Pazzagli, Tassotti, P. Maldini, Massaro, Coatacurta, Baresi, Donadoni, Rijkaard, Van Basten, Evani (67′ An. Colombo), Simone (59′ Gullit). All.: Sacchi
Arbitro: Lo Bello
Reti: 33′ Simone, 63′ Sotomayor, 89′ Pellegrini

Posted by elbonito