Fischio d’inizio alle 20.45 al Santiago Bernabeu per quello che è il maggiore antipasto di “vero” mondiale in queste qualificazioni a Russia 2018. Spagna contro Italia, rivincita – di fatto – del quarto di finale dell’ultimo Europeo.

Gli ultimi precedenti sorridono agli azzurri, con due 1-1 (in amichevole a marzo 2016 e nelle qualificazioni a ottobre) e un 2-0 nei suddetti quarti. Ma è anche vero che nell’ultima sfida in Spagna sono stati gli iberici a vincere 1-0 in amichevole. Chi vincerà avrà un piede e mezzo al primo posto, che vale la qualificazione diretta al Mondiale; in caso di pareggio è la Spagna ad essere avanti nella differenza reti (e deve ancora affrontare per la seconda volta il Liechtenstein). Importante comunque non sprecare punti nelle altre sfide, sulla carta scontate.

Potrebbe essere il 4-2-4 il modulo definitivo di Ventura; l’infortunio di Chiellini diminuisce le opportunità di difesa a 3. Buffon; Darmian, Barzagli, Bonucci, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. Per la Spagna invece ci sarà un 4-1-4-1 con: De Gea; Carvajal, S. Ramos, Piqué, Jordi Alba; Busquets; Isco, Koke, Iniesta, D. Silva; Iniesta. Arbitro della partita l’olandese Kuipers. Negli altri gironi, intanto, vincono (e allungano) Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra e Belgio; l’unica prima a fermarsi battuta 4-0 dalla Danimarca è la Polonia nel gruppo E. Scenderanno in campo anche i gironi D e I, i più equilibrati senza una vera e propria big.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche “Destinazione” da ottobre 2014

  • Mario De Magistris

    Se queste saranno le scelte di Ventura… non le condivido. Avrei insistito con il 3-5-2 oppure avrei optato pe un 4-3-3, Lo sperimentato 3-5-2 necessitava di un sostituto al posto di Chiellini. In futuro, con il ritorno alla piena efficienza di Alessio Romagnoli, per attuare il 3-5.2 rimarrà soltanto la scelta, tra Caldara e Rugani, su chi dovrà affiancare l’inamovibile Bonucci . In questo periodo, per quel che si è visto negli approcci al nuovo campionato ed alle Coppe, fare a meno di Andrea Conti e del Caravaggio è delittuoso. Infatti ieri nella under 21 l’Italia ha giocato quanto meno alla pari dei pari età spagnoli. La differenza l’hanno fatta i due centrali ed il portiere azzurro. Tre errori individuali e la mancanza di affiatamento tra l’altro attaccante e Patrick Cutrone. Il ragazzo milanista si è trovato spesso a configgere con un attaccante statico. Questo non accadrà certamente con i due attaccanti della nazionale maggiore: Immobile e Belotti. Proprio partendo dalla buona prestazione degli ‘azzurrini’ Ventura potrebbe schierare una formazione vincente contro la Spagna. Lo dico sin dalla partita di Torino…se Ventura non rinnega se stesso…questa è la volta buona che l’Italia potrebbe battere la Spagna a casa loro e dopo 70 anni.

  • Milanforever

    Assolutamente indifferente alle vicende dei colori azzurri. Penso che comunque ci toccherà fare gli spareggi.