Fischio d’inizio alle 20.45 al Santiago Bernabeu per quello che è il maggiore antipasto di “vero” mondiale in queste qualificazioni a Russia 2018. Spagna contro Italia, rivincita – di fatto – del quarto di finale dell’ultimo Europeo.

Gli ultimi precedenti sorridono agli azzurri, con due 1-1 (in amichevole a marzo 2016 e nelle qualificazioni a ottobre) e un 2-0 nei suddetti quarti. Ma è anche vero che nell’ultima sfida in Spagna sono stati gli iberici a vincere 1-0 in amichevole. Chi vincerà avrà un piede e mezzo al primo posto, che vale la qualificazione diretta al Mondiale; in caso di pareggio è la Spagna ad essere avanti nella differenza reti (e deve ancora affrontare per la seconda volta il Liechtenstein). Importante comunque non sprecare punti nelle altre sfide, sulla carta scontate.

Potrebbe essere il 4-2-4 il modulo definitivo di Ventura; l’infortunio di Chiellini diminuisce le opportunità di difesa a 3. Buffon; Darmian, Barzagli, Bonucci, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. Per la Spagna invece ci sarà un 4-1-4-1 con: De Gea; Carvajal, S. Ramos, Piqué, Jordi Alba; Busquets; Isco, Koke, Iniesta, D. Silva; Iniesta. Arbitro della partita l’olandese Kuipers. Negli altri gironi, intanto, vincono (e allungano) Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra e Belgio; l’unica prima a fermarsi battuta 4-0 dalla Danimarca è la Polonia nel gruppo E. Scenderanno in campo anche i gironi D e I, i più equilibrati senza una vera e propria big.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014