Domenica 29 novembre, stadio Camp Nou ore 19.00, va in scena il Clasico di Spagna, la partita per eccellenza, Barcellona-Real Madrid. Più di una partita è uno scontro tra filosofie opposte: i separatisti catalani contro la casa real, la potenza economica di Perez contro la cantera blaugrana, i galacticos di nome contro i galacticos di fatto. In campo 50 campionati spagnoli, 12 Champions League, 42 Coppe del Re, gli ultimi 3 palloni d’oro (Messi lo sarà a giorni di fatto).

In campo soprattutto quattro tra i giocatori più forti al mondo. Ibra e Messi contro Kakà e Ronaldo, il calcio sono loro: tecnica, potenza, classe, gol, velocità, spettacolo, fantasia, emozioni…

Non è ancora certa la presenza di tutti e quattro, ci sono dubbi soprattutto sul duo blaugrana, ma alla fine dovrebbero farcela entrambi per dar vita ad una sfida da sogno. Difficile stabilire quale sia la coppia più forte, da una parte Ibra e Messi rappresentano la fusione perfetta di classe, rapidità e potenza, dall’altra tutto questo è sintetizzato dal solo Cristiano Ronaldo, con l’aggiunta di Kakà, uno che certe partite sa come giocarle.

Non saprei quale coppia scegliere, in compenso non avrei dubbi a scegliere singolarmente.

Messi e Ronaldo sono una spanna sopra rispetto agli ex italiani, con il portoghese che è più completo dell’argentino. Sì, Ronaldo è decisamente il mio preferito, il giocatore più completo del mondo. Da ala si è trasformato in attaccante, trequartista e regista allo stesso tempo. Un giocatore da 25-30 gol all’anno (42 in 49 gare nell’anno del pallone d’oro, mostruoso) e segna in tutti i modi: gran tiro, bravo in area, anche di testa, mortifero su punizione, che vuoi di più?

Messi viene al secondo posto di questa speciale classifica, giocatore fantastico, ma meno completo del primo, da fuori area segna poco, non calcia le punizioni e di testa fa gol se viene lasciato libero, per caratteristiche fisiche non ha la potenza nell’andare a staccare.

Tra Ibra e Kakà è un ex-aequo, l’uno più decisivo in campionato, l’altro in Champions. Dovendo scegliere oggi prenderei Ibra nel mio Milan, anche quando non è al 100% riesce a fare la differenza col suo fisico. E’ più bravo nel tiro da fuori, nel difendere il pallone, nell’assist, di testa. Il brasiliano, come ben sappiamo, ha nella progressione la sua arma migliore, ma sotto molti altri aspetti è quasi un giocatore normale.

E voi? Qual è la vostra classifica?

Posted by LaPauraFa80