contatore visite free

Destinazione Lisbona – 2° puntata: Dentro Celtic e Schalke

paokDelle dieci partite dei playoff di Champions’ League, nove si sono concluse con i risultati attesi dopo l’andata. L’unica vera sorpresa è arrivata questa sera dal Celtic Park: i padroni di casa, dopo aver rimontato a cavallo dell’intervallo (reti di Commons e Samaras) il doppio vantaggio acquisito all’andata dallo Shakhter Karagandy (che, preciso, si legge Shakht-IO-r), hanno allontanato l’ombra dei supplementari con il gol, al 92° minuto, di Forrest in uno stadio esploso dalla gioia. Per i kazaki, comunque, resta l’orgoglio di esserci andati vicini, e di essere la prima squadra del loro paese ai gironi di Europa League. Nessuna sorpresa nelle altre partite del mercoledì, con il 4-2 dello Zenit sul Paços de Ferreira (da segnalare la doppietta di Danny e il gol di Arshavin su rigore), l’1-0 esterno del Viktoria Plzen sul Maribor del portiere Jasmin Handanovic (cugino di Samir, già a Mantova in B), e il 2-0 della Real Sociedad sul Lione, con doppietta di Carlos Vela e la coppia Seferovic – Griezmann in grande spolvero.

Per quanto riguarda la giornata di martedì, il risultato più importante è stato la vittoria al cardiopalma dello Schalke 04 a Salonicco: i tedeschi, in vantaggio per due volte con Szalai e Draxler, sono stati rimontati dal PAOK dell’ex Huub Stevens prima con Athanasidis e poi con Katsouranis. Nonostante l’inferiorità numerica (espulsione di Jones prima del 2-2 del PAOK) la squadra di Gelsenkirchen ha vinto al 90° grazie a un gol del solito Szalai, conseguendo la prima vittoria dopo due pareggi e due sconfitte tra campionato e Champions. Nelle altre quattro partite della giornata, da segnalare una Dinamo Zagabria vicina al colpaccio esterno: dopo aver rimontato da un 1-0 all’1-3, sarebbe passata grazie ai gol in trasferta, se una rete all’82° di Kienast (entrato da pochi secondi) non avesse portato gli austriaci ai gironi. Per il resto, 2-2 tra Legia Varsavia e Steaua Bucarest (con i rumeni qualificati anche grazie al terzo gol in quattro partite europee di Federico Piovaccari), e due 2-0 interni tra Basilea e Ludogorets e tra Arsenal e Fenerbahce: doppietta di Ramsey, cosa che avrà fatto accapponare la pelle a molti personaggi famosi data la sua fama di “marcatore ogni morte di VIP”.

Per quanto riguarda le fasce, la notizia più significativa è stata l’eliminazione del Lione da parte della Real Sociedad, squadra da diversi anni rimasta fuori dall’Europa che conta: la conseguenza diretta è la Juve in seconda fascia. E, mi dispiace per i gobbi, la cosa non è propriamente da definirsi “positiva”. La terza fascia, infatti, è uno spauracchio per tutti, con squadre del calibro di Zenit, Ajax, Bayer Leverkusen, ma soprattutto Borussia Dortmund e Manchester City: molto peggio rispetto alla seconda, quella di Milan e Juve, che, a parte il pericolo PSG e l’Atletico Madrid, presenta squadre non (o meglio, non più o non ancora, vedasi lo Schalke) al livello di quelle sopracitate, come Shakthar, Marsiglia e CSKA. Sì, per i gobbi forse era meglio che passasse il Lione. 

I soliti pericoli dalla prima fascia: Barça, Bayern, Real, Chelsea, United e Arsenal, con le sole eccezioni di Porto e Benfica a rappresentare compagini più abbordabili. Le due spagnole sono il pericolo maggiore, anche perché una tedesca o un’inglese (e se fosse l’Arsenal, tanto di guadagnato), eviterebbero sicuramente al sorteggio almeno una tra il Dortmund e il City in terza fascia. Poche le insidie dalla quarta fascia: se per le grandi straniere il nome da evitare è certamente il Napoli, i rossoneri devono guardarsi dalla possibilità di capitare contro la spumeggiante Real Sociedad vista ai preliminari, o contro un Celtic comunque uscito ridimensionato dal faticoso passaggio del turno contro i kazaki. Per il resto, Copenhagen, Anderlecht, Steaua, Viktoria e Austria Vienna sembrano abbastanza abbordabili. Ma sappiamo che spesso, negli ultimi anni (il girone dell’anno scorso è l’eccezione che conferma la regola), i sorteggi sono risultati tutto fuorché benevoli per i rossoneri. Ma non facciamo dei sorteggi una questione campale: se giochiamo come abbiamo dimostrato di saper fare, non dobbiamo temere nessuno, nonostante tutto.

LE FASCE DEI SORTEGGI: ALLE 18 IL LIVE SU ROSSONEROSEMPER

FASCIA 1 FASCIA 2 FASCIA 3 FASCIA 4
 Barcelona
 Bayern Monaco
 Chelsea
 Real Madrid
 Manchester United
 Arsenal
 Porto
 Benfica
 Atletico Madrid
 Shakhtar Donetsk
 Milan
 Schalke 04
 Marsiglia
 CSKA Mosca
 Paris Saint-Germain
 Juventus
 Zenit St Pietroburgo
 Manchester City
 Ajax
 Borussia Dortmund
 Basilea
 Olympiakos
 Galatasaray
 Bayer Leverkusen
 Copenhagen
 Napoli
 Anderlecht
 Celtic
 Steaua Bucarest
 Viktoria Plzen
 Austria Vienna
 Real Sociedad

1 commento

  1. Attenti alla Real Sociedad.
    Ma tanto pescando il Barça la evitiamo.

I commenti sono disabilitati.