Alzi la mano chi a settembre avrebbe detto che il Bayern sarebbe arrivato a Madrid. Alzi la mano chi l’avrebbe detto dopo i 19 punti nelle prime 14 giornate. Alzi la mano chi lo avrebbe detto prima della partita con la Juve in cui i bavaresi erano praticamente fuori e Van Gaal era praticamente esonerato. Sì ok, una vecchia regola non scritta del calcio è “non sottovalutare mai i Tedeschi”, però…

Complimenti al Bayern e complimenti a Van Gaal, dunque, che dopo un avvio pieno di problemi ha saputo far quadrare il cerchio e passo per passo  è andato a prendersi lo scudetto in patria e tra due settimane si giocherà la possibilità di compiere un’impresa. Un’impresa per quanto detto sopra (ossia le premesse di inizio stagione) e perchè, oggettivamente, i tedeschi partono sfavoriti.

Il cammino del Bayern si apre con un secondo posto nel girone, alle spalle del Bordeaux, ma davanti alla Juve, cacciata fuori nell’ultimo turno con la vittoria esterna per 4-1. Agli ottavi è la Fiorentina ad essere eliminata, il Bayern passa grazie ai gol segnati in trasferta (e a macroscopici errori arbitrali). Ai quarti è il turno del Manchester, strepitosa rimonta dei bavaresi che sotto di tre gol riescono a trovare con Olic e Robben i gol-qualificazione (anche qui grazie alle reti in trasferta). Tutto facile in semifinale, doppia vittoria sul Lione e biglietto per Madrid staccato.

Ora l’inter. Sulla carta non c’è storia, ma non sottovalutiamo Van Gaal (maestro di Mourinho). Mancherà Ribery, il Bayern ha tentato la via del ricorso, ma la UEFA non ha accettato. Viene così a mancare uno dei due elementi qualitativamente migliori della squadra di Monaco. L’altro è Arjen Robben, pericolo numero uno. Il resto della squadra è composto da buoni giocatori e onesti mestieranti. Il punto debole sta in difesa, Demichelis e Van Buyten non sono in grado di dare sicurezza contro Eto’o, Milito e Sneijder.

Per il Bayern è l’ottava finale di Champions della storia, i trofei sinora alzati sono quattro: tre a cavallo degli anni dal 1974 al 1976 e uno vinto a San Siro ai rigori contro il Valencia nella stagione 2000-01, ultima finale disputata.

Posted by LaPauraFa80