Se ieri ci interrogavamo sui contratti in entrata, oggi è il momento di andare a vedere i giocatori il cui contratto scade a fine stagione. Il giochino è sempre lo stesso: a chi rinnovereste?

Roma (37 anni). Per quanto è stato utile in questi due anni, io sarei per richiamare Donnarumma dal Gubbio – che non sta facendo nemmeno male. Considerando che il suo ingaggio non è nemmeno leggerissimo, Non rinnovo.

Nesta (35 anni). Con Mexes e Thiago Silva può rimanere come terzo difensore e sarebbe una riserva di lusso. Non rinuncerei comunque ad un difensore che sà ancora giocare partite ad alti livelli. Rinnovo., anche se vista la sua carta d’identità deve essere l’ultimo. Magari con una riduzione d’ingaggio: non mi sembra il tipo da impuntarsi per queste cose.

Yepes (35 anni). Non penso assolutamente un quarto centrale sia pleonastico, anche inserendo un giovane come quinto: in più Marione dà sempre grandi garanzie. E non mi sembra ci sia in vista tutto ‘sto giro di centrali. Rinnovo, alle stesse condizioni di Nesta.

Zambrotta (34 anni). In quel ruolo abbiamo già Taiwo e Antonini, e di loro mi fido abbastanza. In aggiunta, fossi in Allegri, riproverei Emanuelsson nel ruolo in cui tanto bene aveva fatto all’Ajax. Non rinnovo.

Mark Van Bommel (35 anni). In quel ruolo è praticamente certo l’arrivo di Montolivo, in più sembra che sia stato più un exploit quello dell’anno scorso, che qualcosa di veritiero sulle sue condizioni. Non rinnovo., ma io farei di tutto per cederlo a gennaio.

Gennaro Gattuso (33 anni) Se torna in buone condizioni, io lo terrei tutta la vita. Un giocatore con la sua grinta e la sua verve agonistica, per me, avrebbe anche meritato la fascia di capitano. Rinnovo.

Mathieu Flamini (27 anni) A cosa serve tenere un giocatore dall’ingaggio così alto e dal rendimento così basso, pur sapendo che Allegri non può vederlo? Non rinnovo.

Clarence Seedorf (35 anni). Per favore! Leviamocelo dalle scatole prima possibile. Non posso sopportare un giocatore pleonastico, che rallenta il gioco e spara assurde pretese sulla sua titolarità. Non rinnovo tutta la vita..

Pippo Inzaghi (38 anni). Dopo l’infortunio di Palermo, la sua carriera è praticamente finita. Non rinnovo, ma io proverei a cederlo ora: a qualche squadra europea in cui potrebbe rimettersi in gioco come Raul, oppure in America o negli Emirati. Ma io non ce lo vedo, a svernare tra il jetset di Hollywood o a sguazzare nei petrodollari: ha una dignità, Pippo mio.

I sostituti? Merkel, Strasser, El92 che abbiamo già preso…non c’è da spendere una lira – se non eventualmente per un terzino sinistro – ma solo da risparmiarci.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.