Stagione 1986-87. I milanisti venivano da anni difficili, con la società in totale crisi, e il rischio di vedere scomparire una delle squadre più gloriose di sempre. Il club era stato acquistato da un anno circa da Silvio Berlusconi, ma nessuno avrebbe mai immaginato l’exploit che la squadra avrebbe fatto gli anni successivi.
In quella stagione il Milan riuscirà a condurre un campionato che allora i milanisti definirono “più che soddisfacente” (come sono cambiati i tempi), ma la qualificazione diretta alla Coppa Uefa dell’anno successivo non arrivò facilmente.

Bisogna prima giocare lo spareggio con la Sampdoria del grandissimo Cerezo, una squadra considerata dai più superiore al Milan.
Torino, 23 maggio 1987: sulla panchina dei rossoneri siede un giovane considerato da chi lo conosce bene un allenatore di grandissime capacità e intelligenza calcistica, Fabio Capello. Aveva appena sostituito il grande Liedholm, e consapevole della forza dei blucerchiati organizzò una gara impeccabile dal punto di vista tattico.

La partita non si sblocca, e quando arrivano i tempi supplementari tutto lascia pensare che saranno i rigori a decidere quale fra le due squadre avrebbe partecipato alla Coppa Uefa 87-88. E invece, già da allora, ci pensò “Provvidenza Massaro”, con un perfetto colpo di testa (dopo un altrettanto cross perfetto dal fondo di Tassotti) a risovere la gara. Una vittoria che allora valeva molto, prima di tutto perchè il Milan di allora era abituato a dare più delusioni che soddisfazioni ai suoi tifosi, ma anche perchè la Coppa Uefa di allora non era quello di adesso. A quei tempi, quando il calcio era più bello, anche questa competizione contava qualcosa.

Posted by elbonito

42 Comments

  1. La ricordo perfettamente. A casa di un amico juventino, il quale addirittura non gufava (allora facevamo meno paura della Samp, per dire). Una gara durissima, una tensione siimile ad altre provate negli anni successivi per gare assai più importanti. E poi Don Fabio, che prese il posto del mio adorato nonno Nils nelle ultime giornate. Mi dispiacque ammetterlo, ma Capello cambiò la squadra nel poco tempo a disposizione, afferrò per i capelli lo spareggio (forse con Liedholm non ce l’avremmo fatta) e si aggiudicò l’ingresso in UEFA. Allora non lo sapevamo che quello sarebbe stato l’inizio dell’epoca d’oro.

    Arrivò Sacchi (Capello tornò dietro la scrivania), vincemmo lo scudo, ma da quella competizione UEFA conquistata con tanta fatica fummo sbattuti fuori dall’Espanyol al secondo turno (mi pare).

    Proprio vero, altri tempi. Ci si accontentava. Sarà per questo che anche quest’anno per me tutto sommato non è da buttare via.

  2. non ho potuto scriverlo nel post perchè non ho trovato nessun documento che lo possa confermare, quindi vado a memoria: subito dopo il triplice fischio il giornalista della rai andò a intervistare capello, le sue prime parole furono: “E’ un capolavoro”. concordo.
    in quella partita capello dimostrò già di essere uno dei pochissimi allenatori al mondo davvero decisivi. conoscendo il personaggio e il suo carattere, penso che quella sia la partita di cui va più fiero insieme alla finale di champions contro il barcellona.

  3. Diavolo1990

    Bel post di elby come sempre…
    Oggi non ci sarebbero stati spareggi con le nuove regole 🙂

  4. Diavolino, per trovarselo, c’ha bisogno del microscopio elettronico. 😛

  5. Capello è il più grande allenatore che abbiamo avuto, un filo sopra (ma solo un filo) anche a Nereo Rocco.

    Se tornasse farei salti di gioia, ma non accadrà mai. Lui pretende investimenti, ché le figure di merda non gli piacciono. E poi la sua personalità farebbe ombra a qualcuno. Si dice infatti che all’origine della disastrosa stagione del suo ritorno in cui arrivammo decimi, ci sia stata qualche incomprensione interna con Galliani. Si dice, ma è verosimile…

  6. Diavolo1990

    Apocal sul mio di recente si è votato per le provinciali altro che microscopio… :mrgreen:

  7. non ero proprio a conoscenza di questa partita figuriamoci… bei tempi quando c’erano gli spareggi…. e iniziava a muoversi un nuovo grande allenatore…

  8. concordo marcovan, capello non tornerà mai al milan fino a quando non ri rinizierà a spendere.

  9. Diavolo1990

    Ho fatto un po’ di migliorie alla barra provatele voi :mrgreen:

  10. grandissimo lavoro diavolino, ora ci capisco qualcosa!

  11. sono contento che leonardo non sarà più l’allenatore, ma mi spiace molto che se ne vada via anche come dirigente.
    a fare quel lavoro lui è il migliore, lo ha ampiamente dimostrato.

  12. Diavolo1990

    E che palle mi bruciano le notizie così… non perdetevi il punto sul mercato di domani.

  13. Diavolo1990

    Messaggio di servizio per LPF: oggi pomeriggio non ci sono, negli articoli trovi quello che sai da completare.

  14. Come mi piace questa rubrica!
    Di questa partita non ne avevo mai sentito parlare, bravo Elbi a non ricordare solo quelle trionfonali 😛
    E viva Capello, magari tornasse…

    Su Leo: peccato, ma d’altronde sarebbe stupido rifiutare il Brasile. Sul nostro futuro nè Lippi nè Tassotti-Galli mi entusiasmano e poi senza mercato è dura per chiunque.

  15. ma infatti più che all’allenatore bisognerebbe pensare al futuro di squadara e sosicetà….qua non si capisce niente davvero

  16. Buongiorno Popolo Rossonero
    bel post, elbonito.
    Ricordo anch’io quella partita e sopratutto “Massaaaaaaaaro”, urlato alla Peo Pericoli!

    Diavolino, hai fatto un bel lavoro. Certamente hai guadagnato punti con sadyq. Usali per la patente o per il Mediaworld….. 😀

  17. Diavolino hai un fatto un bel lavoro, ma se solo me lo dicevi ieri mi evitavo di fare la pagina 😡

  18. httpv://www.youtube.com/watch?v=_h9aiybJcVo

  19. httpv://www.youtube.com/watch?v=zbDVtNmFGvc

  20. complimenti ai ragazzini. questo non sposta però di una virgola il fatto che per questo milan non servono a nulla. si potranno inserire l’anno prossimo uno o due di loro, ma non come titolari e comunque non saranno decisivi. questi ragazzi (uno o due di loro, ripeto) potranno tornare utili tra 2-3 anni.

    e per l’anno prossimo, che si fa???

  21. Se le cose (come pare) rimangono così, si punta al quarto post e via…

  22. vediamolpf, su cosa si può puntare si potrà dire solo a fine agosto. vediamo che squadra allestiremo noi e vediamo che squadre allestiranno gli altri.
    certo, le premesse non sono affatto buone visto che per ora l’unico acquisto è un 34enne.
    le altre si stanno muovendo tutte, noi no.

  23. Leonardo DEVE Restare.

  24. Leonardo è già un ex…

  25. Hai ragione LPf. Anch’io la penso così.
    Generalmente, quando ci sono smentite secche della Società, la frittata è già fatta.
    Basta vedere i casi più recenti…..

  26. Accidenti, gli avete anche fatto i complimenti? Ci ha messo mesi, prima di capire che doveva fare queste “migliorie”! Ed è andata anche bene, perchè di solito, quando mette mano lui, sono tutte “peggiorie“!

    Ma che cavolo è, questo barrato? ……. vediamo!

  27. Che schifezza, ma a che serve?

  28. Non vorrei dire…ma mi pare il link “youtube” non funzioni :mrgreen:
    Io ho fatto col mio modo per mettere i video…

  29. E voi che fidate di diavolino… 🙄
    Tenete buona la pagina che ho fatto io… 😉

  30. Peggioratore!

  31. Troppo comodo prendersela con lui…
    Siete voi a fidarvi, la colpa è solo vostra 😛

  32. ho letto nel post precedente che mi pare ghost dice che pato si rompe sempre perchè fa troppa palestra
    in realtà se ben ricordo pato è uno dei calciatori che ci va di meno. ed è proprio questo il problema.
    la palestra alla lunga può provocare problemi ad articolazioni e tendini (più che altro se fatta male), ma dovrebbe proprio prevenire infortuni a livello muscolare. per intenderci, non ricordo infortuni muscolari di cristiano ronaldo, mentre gente come pato, messi e kakà ne soffre in continuazione. un altro nome? iniesta. lesione bicipite femorale nel momento più importante della stagione.

  33. quoto 🙂 . ma milan lab non dovrebbe servire anche a queste cose? ma poi, sto’ milan lab esiste davvero? 🙂

  34. Io ho sempre saputo il contrario. E cioè che a 19-20 anni la muscolatura non è ancora completa e se ti carichi di palestra come un mulo, sei soggetto più facilmente a problemi.

  35. Diavolo1990

    Stasera la Juve ne prende 4. Almeno.

  36. Gli interisti stanno ravanandosi, mentre i gobbi sorridono. Chissà perchè?

  37. roby MITICO THOR 16 Aprile 2010 at 21:32

    SISSOKO COGLIONE DI MERDA

  38. “Io ho sempre saputo il contrario. E cioè che a 19-20 anni la muscolatura non è ancora completa e se ti carichi di palestra come un mulo, sei soggetto più facilmente a problemi.”

    dipende da come viene fatta. nel basket le società di un certo livello fanno cominciare palestra ai giovani intorno ai 16-17 anni, quindi bo. comunque sia non da problemi a livello muscolare, che sono gli unici problemi che ha pato, mi pare. e poi, ripeto, ricordo un servizio tempo fa in cui il giornalista (pellegatti?) diceva che era uno dei pochi calciatori che non amano pomparsi in palestra, cosa tra l’altro visibile ad occhio nudo, direi. coincidenza?

    che fanno quelle due squadracce?

  39. MalatoDiMaldini 16 Aprile 2010 at 23:28

    Messi è un caso a parte.
    La sua malattia giovanile, una sorta di disfunzione nella crescita, ha fatto si che i suoi muscoli siano molto ma molto fragili.
    Kakà ha sempre sofferto di pubalgia, non mi ricordo grossi infortuni muscolari,

    Pato e Borriello sono molto delicati a livello muscolare, mentre Nesta ad esempio lo è molto a livello tedineo osseo.

    Circa la palestra stento a credere che sia il troppo lavoro, anche se teoricamente potrebbe essere, il problema di Pato.
    Troppi dottori e laureati girano attorno a questi campioni.
    Credo d più a una delicatezza strutturale derivante dalla crescita…

  40. MalatoDiMaldini 16 Aprile 2010 at 23:32

    Anche se c’è chi da la colpa delle continue ricadute di Pato alla distorsione che si procurò a Firenze due anni fa che non giustamente curata gli provoca una postura errata…

Comments are closed.