https://i1.wp.com/guidatv.sky.it/app/guidatv/images/epgimages/2010/03/25/160236b_Arsenal-Barcellona-visore-lp.jpg?resize=268%2C153

Chi l'aveva detto a settembre?

Prima parte della prima giornata degli ottavi, spezzatinati, come vuole Platini, su due settimane. Sarà che la finale si gioca a Wembley ma i risultati più sorprendenti arrivano proprio dalle due Londinesi. Della vittoria degli Spurs a San Siro ne abbiamo già parlato troppo, ma torneremo, in finale di post. Parliamo invece dell’Arsenal, che qualcuno a settembre già pronosticava tra le favorite di questa coppa. La risposta è quindi, finalmente: sì, c’è anche l’Arsenal tra le pretendenti.

Ne avevo anche parlato nei giorni scorsi, il Barça soffre troppo le difese basse, soprattutto quelle con centrali di livello. Cosa che nella Liga nessuno ha, Real compreso. Messi impalpabile, come quasi sempre negli ultimi due anni quando la gara conta, fosse stato un po’ più alto e col naso più lungo si sarebbe montato un caso. Ma a proposito di Liga, da rivalutare se anche questa, a pare le ultime due, non sia veramente un campionato di livello più basso, almeno rispetto a Bundesliga e Premier League. Il Valencia infatti, intanto, pareggia con il mediocre Schalke, al Mestalla, con un Raul che riaggancia Inzaghi nella classifica dei goleador Europei e la squadra di Huntelaar che si conferma favorita per il ritorno. Questa Champions può diventare quindi una sorta di FA Cup come già accaduto nel 2007 2008 e nel 2009 dove vi erano tre inglesi nelle prime quattro?

Vale quindi la pena di pensare alla Premier League, sempre più ricca, sempre più modello da seguire per il calcio italiano e non. Non bastasse infatti la sconfitta del Milan ne arriva una anche più assurda, della Roma, in casa, con lo Shakthar Donetsk, che certifica la crisi dei giallorossi. Per noi è quindi quasi ufficiale la presenza, dal 2012/2013, di sole tre squadre in Champions League. Cosa ha causato tutto questo? Lo sappiamo benissimo. Nel 2006 sono state smembrate due delle più forti squadre d’Europa con calciopoli. Nel 2007 di fatto abbiamo vinto la coppa da Outsider, stessa cosa ha fatto l’Inter lo scorso anno. Da quel triste 2006 in italia si è cambiato modo di giocare, non più di classe, ma di fisico, e questo ci ha penalizzati a livello internazionale. Meno soldi anche dai diritti TV, infatti mentre tutti i campionati spacchettavano e spezzatinavano ulteriormente per vendere più partite in italia e all’estero noi non ci siamo adeguati, se non parzialmente, e in ritardo, quest’anno. Probabilmente lotteremo in Italia fino alla fine per il titolo, e forse lo vinceremo. Ma ci hanno tolto le nostre notti, quelle che hanno fatto grandi noi e l’Italia nel Mondo. Quelle che solo in parte abbiamo rivissuto l’anno scorso a Madrid. Il Milan era la Champions League, e la Champions League era il Milan. Ora non più. Era veramente questo, che volevamo?

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.