Lo squalo è una creatura mansueta,
Lo squalo non attacca l’uomo se non quando vede il sangue
Il sangue oggi lo vedrà Cassano, cacciato dal suo ex-pubblico
Quelli che erano per lui li avrà tutti contro,
ma in fondo, nella città dell’acquario, essere un po’ squali è un vantaggio.
DALLO STADIO MARASSI DI GENOVA SAMPDORIA-MILAN
SQUALI O SOGLIOLE?

https://i0.wp.com/images2.gazzettaobjects.it/Hermes%20Foto/2011/01/25/0LFHUZTR--300x145.jpg?resize=300%2C145Marassi, ore 17.30. Dopo aver eliminato il Bari è subito il momento dei quarti di finale. Il sorteggio benevolo, ma non fino in fondo, ci manda fuori casa a Genova, in casa della Samp che proprio settimana scorsa ha fermato ai rigori l’Udinese pompata dai media dopo la prestazione di domenica. Si va in situazione di emergenza, con fuori Gattuso e Nesta. A Marassi non ci saranno neanche Ambrosini (fastidio coscia destra), Flamini (ginocchio destro), Strasser (risentimento adduttore destro) che dovrebbero rientrare a Catania; Pirlo (contrattura coscia destra), che dovrebbe rientrare Martedì contro la Lazio e Boateng (infiammazione agli adduttori, rischio pubalgia…), per lui si parla di Fine Febbraio. Si va quindi, stavolta, con la classica formazione di Coppa Italia, segno che forse il 3-0 con il Bari serviva più per ritrovare la fiducia che per portare a casa il portaombrelli nazionale. La sensazione è che oggi si esca come sempre, anche se, forse, con un po’ più di dignità del solito e che ad affrontare il Palermo in semifinale il 20 Aprile e l’11 Maggio ci andrà la Samp.

Dovrebbero quindi giocare di nuovo Oddo nella difesa Yepes-Papasthathopulos davanti a Roma, con Antonini titolare dal 1′. Probabile il nuovo impiego di Thiago Silva a centrocampo, centrocampo che sarà rafforzato con i due nuovi acquisti, giocheranno tre tra Abate, Van Bommel, Emanuelson e Merkel. Davanti dovrebbe riposare Ibrahimovic, segno quindi che la volontà di passare il turno non è poi così grande. Chiuderanno quindi Robinho dietro a Pato e Cassano. Sarà in particolare Antonio a dover dare prova di grande maturità contro la sua ex-squadra da cui è stato cacciato. 6 a 4 i precedenti per il Milan, l’ultimo negli ottavi di finale del 2004. A proposito, ve l’ho già detto che quell’anno alla fine fu scudetto?

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.