AC Milan's Maldini looks on at the end of the Italian serie A soccer match against AS Roma at the San Siro stadium in MilanIl Milan si sta interizzando. Non bastavano 4 anni di Allegri (e degli allegriani). Ora ci si mettono pure i piangina dell’ ultima ora. Ed allora Fare per per fermare il piangina. Sono sinceramente allibito da quello che leggo. Non bastavano gli allegriani, ora ci si sono messi anche altri, storicamente bravi ragazzi ad inondare di lacrime la vallata rossonera, ormai più simile ad un campo di crisantemi che ad una tifoseria. E siccome la depressione cronica di gruppo non giova a nessuno, meno che meno al nuovo allenatore, è bene mettere in chiaro alcune cose:

1) Tanto per cominciare la stagione attuale e la futura sono completamente compromesse per colpa di Allegri. E’ praticamente certo che non faremo la prossima champions. Questo comporterà un buco di 35-40 milioni di euro. Quindi scordiamoci un mercato invernale ed estivo rilevante. Anzi speriamo non venga ceduto qualche buon giocatore per ripianare a giugno. Di chiedere nuovamente al presidente di spendere non se parla nemmeno. Le squadre devono andare avanti con le proprie gambe e con i propri fatturati. E’ la base per una crescita seria di lungo periodo al di la dei regolamenti europei. Anche la Roma che spende e spande la voglio vedere nei prossimi anni se non sarà in grado di adeguare i fatturati alle spese. E soprattutto voglio vedere per quanti anni sarà in grado di stare ai vertici e soprattutto quanto capitalizzeràin termine di trofei di questa sfarzoso momento. Caso diverso per la Juve che spende si tanto per costruire la squadra, ma che fattura già a livelli importanti e che sta capitalizando al meglio il momento positivo.

2) E’ bene inoltre ricordare gli obbiettivi rimasti in questa stagione. In campionato possiamo concretamente ambire ad un posto in Uefa. In Champions non si sa mai. Possiamo uscire contro l’ Atletico come arrivare in finale e magari pure vincere. La champions non è il campionato dove vince la squadra più costante o più forte. Vince la squadra più motivata, meglio allenata ed esperta che sa gestire al meglio i vari turni e la pressione nelle singoe partite. Siamo allenati da uno che ha vinto 4 champions con 3 squadre diverse. Quindi può avere un senso acquistare parametri zero di esperienza come Essien che vogliono riscattarsi in vista del mondiale. Dobbiamo fare un mercato di buone prospettive di breve termine ben considerando l’eventualità di far fronte a risultati sportivi negativi a fine stagione e rimandare a giugno la programmazione di lungo termine.

3) La squadra si è rinforzata molto, soprattutto in attacco e a centrocampo. Honda e il marocchino, trequartista ed ala sono quello che servivano per interpretare al meglio il nuovo modulo. Su Honda poi più leggo i suoi detrattori e più mi viene da ridere. Le cose più stupide che ho letto sono state: A) E’ un colpo utile solo per il Marketing B) Ha fatto prestazioni mediocri al Milan

Tanto per cominciare questo giocatore è un centrocampista puro. E come tale va giudicato. Forse ha sbagliato qualche goal ma è stato il giocatore che in assoluto ha toccato più palloni da quando c’è Seedorf. E’ nel vivo di ogni azione, vede bene il compagno, cuce il gioco e i reparti alla perfezione e soprattutto manda gli esterni o i terzini sul fondo che è una meraviglia. E’ dai tempi di Rui Costa o del primo Pirlo (o dello stesso Seedorf) che non abbiamo un giocatore con una simile visione di gioco capace di dettare i movimenti a tutta la squadra. E fino ad ora lo abbiamo visto solo al 50%-60% perchè non ancora del tutto ambientato e non al top della condizione. In ottica di crescita della società diventa una mossa strategica importante il suo acquisto per spingere il nostro brand nei mercati orientali dove è molto seguito. La crescita di una società si fa certamente puntando anche sulle strategie marketing.

Altra grande lamentela del piangina vecchio e nuovo, è che stiamo riempiendo la rosa di trequartisti, ali e mezze punte. Direi anche giustamente, visto che il nostro allenatore vuole giocare con 4 giocatori offensivi, più un regista e due terzini di spinta. Ci abbiamo messo 4 anni a smaltire uno che riempiva la squadra di fabbri e mediani e ora ce la prendiamo con Seedorf perché sta ripristinando un dignitoso livello tecnico nella rosa? Mettetevi d’accordo con voi stessi e decidete per cosa sia meglio piangere.

Il trucco è insegnare ai giocatori offensivi a sacrificarsi per la squadra e a difendere (cosa che puntualmente fanno tutte le grandi d’ Europa) e a ruotarli continuamente per averli sempre in perfette condizioni per svolgere al meglio le due fasi (Non come faceva Allegri che i giocatori non li ruotava mai per intenderci) . L’unica nota stonata di questo mercato invernale (che oltre tutto ci ha permesso di sbarazzarci di Allegri e che solo per questo merita un voto altissimo) , è la cessione di Niang. Sarebbe stato perfetto per il ruolo di Ala destra. Suo ruolo naturale. Altro che punta. Niang lo scorso anno, prima che si smarrisse per colpa di Allegri (e di chi sennò) copriva la fascia splendidamente. Non mi dimentico poi di Rami. Buonissimo difensore che finalmente non marca l’ uomo a 4 metri di distanza in pieno stile Zapata o Bonera. Insomma questa rosa ha ancora dei difetti che io identifico sostanzialmente in: Bonera, Amelia, Robinho. Tutti gli altri sono buoni giocatori, duttili che se ben gestiti ed allenati possono avere nel contesto di squadra, una resa superiore alle loro capacità tecniche. Manca un difensore centrale e un portiere per fare il salto.

Concludo infine con un apprezzamento al nostro unico centravanti vero. Pazzini. E’ un giocatore straordinario terribilmente sottovalutato. Può ripercorrere le orme d’ Inzaghi se la squadra gioca bene. Altro che Balotelli per stare in area di rigore, che non prende un cross di testa nemmeno per sbaglio. L’attaccante vero è il rapace d’ area che fa i goal apparentemente semplici e che finalizza il gioco dei compagni. I centravanti che girovagano a cazzo per tutto l’ attacco, per partecipare al gioco sono quanto di peggio ci sia. Intasano la manovra inutilmente e segnano solo (pochi) goal difficili su giocata personale o su calcio da fermo. Come appunto Balotelli che è un giocatore aprezzabile solo come seconda punta.

La Cantera

Potete inviare anche voi le vostre lettere del tifoso a rossonerosemper@gmail.com

Posted by La cantera