MI2005Vi ricordate il post di settimana scorsa? La stampa alla ricerca della giustificazione perfetta per la caduta della Juventus in terra turca? Ebbene, questa volta abbiamo l’onore, sempre che di onore si tratti, di assistere all’episodio inverso. I fatti, come voi sapete, riguardano il presunto coinvolgimento di Gennaro Gattuso e Christian Brocchi nello scandalo calcio scommesse. Il finimondo: accuse da tutte le parti per Ringhio, mafioso, criminale, delinquente, facinoroso e chi più ne ha più ne metta. Prove? Certezze? Nessuna: si spara a caso a prescindere, perchè i calciatori guadagnano troppo, il calcio è malato, gli ultrà comandano tutto, andare allo stadio è pericoloso, le partite sono truccate. Bravo italiano medio, hai cannato in pieno: ma se fosse solo l’italiano medio non sarei qua a scrivere. Tra tutta la merda che si è spalata addosso a Gattuso, vi rendo partecipi di quello che è un attacco becero e disonorevole, un tweet scritto da un giornalista del Corriere della Sera e poi ragguardevolmente cancellato. Il tweet recitava: “Amici milanisti, il vostro Moggi era in campo. Scorretto nel gioco e nella vita”. Il personaggio in questione, oltre ad aver violato diversi punti della deontologia giornalistica, è incappato in una colossale figuraccia: prima pubblicando il tweet, e poi cancellandolo etichettandolo come battuta. Senza conoscere, senza sapere, scritto tanto per scrivere: non mi stupisce la crisi della carta stampata se questa è la qualità del prodotto.

Periodo natalizio, periodo di feste, regali e felicità, oltre che periodo delle pubblicità con le canzoncine a tema più irritanti dell’universo. I bambini sognano regali magnifici, da giocattoli a videogiochi; siamo a natale e lasciate sognare un po’ anche me. Lasciatemi sognare un 4-2-3-1, con Rami che si rivela buono e Mexes e Zapata che si alternano riuscendo a ritrovare il giusto spirito e la giusta forma. Lasciatemi sognare una diga De Jong – Nainggolan a centrocampo, anche se prendere il belga in prestito con diritto di riscatto da Cellino è più difficile di andare a piedi sulla Luna. Lasciatemi sognare un El Shaarawy resuscitato definitivamente,un Balotelli più convinto e un Honda che si dimostra degno, non chiedo di più, del numero che porta. Lasciatemi sognare un Milan che gioca a pallone in modo decen…ah già, l’allenatore. Ma avete sentito cos’ha detto De Jong all’hangout di ieri? Riporto testualmente “Al Milan invece ho imparato che qui è molto importante la fase difensiva, in Italia non bisogna prendere gol, solo dopo si pensa a costruire l’azione”. Questo trasmette il Livornese ai suoi! Cerchiamo di non prenderle e davanti palla lunga e pedalare! Questa è la più pura mentalità provinciale! Capite ora quanto manca un allenatore vero a questa squadra?

Domenica c’è il derby più gramo degli ultimi dieci anni minimo, dopo di che il nulla fino al primo gennaio, giorno di apertura del calciomercato. La prima parte di stagione sta per terminare, e il bilancio vede molte più ombre che luci. La finestra di mercato invernale si preannuncia infuocata, soprattutto dopo il sorteggio di Champions che ci opporrà all’unica squadra non imbattibile del lotto: i nomi sono tanti, l’impressione è che qualche rinforzo serio arriverà. I soldi per acquisti importanti al momento mancano, ma in caso di qualificazione la situazione cambia: gli introiti derivati dal passaggio ai quarti permetterebbero di pagare eventuali riscatti di giocatori acquisiti a gennaio. Sarà il clima, saranno le canzoncine irritanti, ma voglio essere fiducioso per questa volta.

Amici miei, per me questo è l’ultimo post del 2013. Voglio ringraziare tutti voi che ci seguite e ci leggete ogni giorno, perchè è grazie a voi e al vostro supporto che andiamo, e vado, avanti. Ringrazio ovviamente anche chi mi ha dato l’opportunità di scrivere per questo blog, per il quale cerco sempre di fare del mio meglio. Vi auguro di vivere un felice Natale e un festoso capodanno, trascorrendo tanti bei momenti felici con i vostri cari. Buone feste a tutti e sempre Forza Milan!

Giangi_Ceresara

Posted by Giangi_Ceresara

Classe '93, studente di Linguaggi dei Media in Cattolica, è redattore del blog da quasi un anno. Il Milan è la passione di una vita, nel bene e nel male rossonero per sempre.