Per “l’angolo del tifoso” riceviamo e pubblichiamo oggi la lettera di La Cantera – vi ricordo che potete scriverci le vostre impressioni a rossonerosemper@gmail.com

allegri-gallianiCaro Diavolo, 

 
Vorrei che questa mia  lettera fosse pubblicata. 
 
Come ben sai Allegri è ancora l’ allenatore del Milan e le speranze, dei tanti  tifosi milanisti veri di cambiamento, sono miseramente decadute dopo l’incontro con il presidente. 
 
Non prendiamoci in giro. Sapevamo da giorni sarebbe finita così. Una certa stampa vicina a Galliani  del resto aveva fatto egregiamente il suo lavoro per preparare al meglio il terreno a questa conferma (di cosa ci stupiamo?). E’ stato comunque bello nutrire una speranza di cambiamento, almeno per qualche giorno.  
 
Non entro nel merito di come come questa decisione allontanerà inevitabilmente dal Milan i tifosi veri, prima illusi da un possibile ingresso di Paolo Maldini in società,  poi sedotti da nomi suggestivi come quelli di Seedorf o Van Basten ed infine delusi dalla conferma di Allegri avvenuta grazie alle pressioni di Galliani che certamente aveva tutto l’interesse a mantenere Allegri ed ad ostacolare l’ingresso di una personaggi ingombrante come Maldini. 
 
Parlare inoltre  dei pessimi risultati ottenuti in 3 anni da questo allenatore (uno scudetto che avrebbe vinto chiunque, un campionato regalato ad una squadra più debole, un secondo posto regalato ad una squadra più debole e solo per miracolo non è stato regalato anche il terzo posto ad una squadra più debole che certamente per il gioco espresso avrebbe meritato più di noi, niente di che in champions), del suo non gioco e del suo modo discutibile  di gestire i giovani, sarebbe tempo perso e non aggiungerebbe veramente nulla di nuovo a cose dette e ridette centinaia di volte da tanti tifosi. 
 
Vorrei invece approfondire il come alcuni “media” hanno trattato questa vicenda. 
 
Di recente ho letto su alcune testate che Allegri sarebbe stato appoggiato da tutti i tifosi, o dalla maggior parte di essi, oltre che dallo spogliatoio. 
 
Non so bene quale sia stato il campione di tifoseria considerato. So solo che se parlo di Allegri con 10 milanisti, 1 storce il naso, 6 lo giudicano totalmente inadeguato ad allenare il Milan (e hanno da ridire sui risultati ottenuti), 1 non si esprime, 2 lo difendono. Anche le indicazioni che via via sono arrivate dalla rete, non hanno mai attribuito ad Allegri un largo consenso fra i tifosi. Sarebbe stato più opportuno e probabilmente più rispettoso nei confronti di tanti tifosi, descrivere  Allegri come il pupillo di Galliani e di una ristretta parte  di tifoseria milanista  per lo più schierata contro il  Berlusconi politico (e che puntualmente  usa il Milan per fare politica),   per offrire ai lettori un dato più attendibile e coerente con la realtà. 
 
Esprimere il rammarico e la delusione in questo frangente non servirebbe a nulla. Inutile piangere sul latte versato. 
La società ha scelto i tifosi (o più probabilmente i tifosotti) che intende prendere in considerazione e quali no. Dobbiamo prendere atto delle scelte fatte, accettare serenamente la sconfitta, sgombrare il campo e farci da parte, almeno  fino a quando non sarà cambiato l’ allenatore. Ci penseranno gli Allegriani (molti di loro guardano le partite del Milan in streaming da anni  e si lamentano pure se la società non spende per il mercato) a sottoscrivere gli abbonamenti per seguire il Milan e il loro “uomo dei miracoli”. Ci penseranno gli allegriani a “discutere di calcio” sui blog rossoneri. Pazienza se il livello delle discussioni sul Milan scemerà inesorabilmente e costantemente sul calcio mercato e sui (giustamente) mancati investimenti del presidente. Noi non siamo tifosi graditi, L’AC Milan non vuole le nostre attenzioni e probabilmente nemmeno i nostri soldi o quelli degli sponsor (i quali certamente non smaniano per un allenatore mediocre e per uno stadio costantemente semi vuoto). 
Fabio I.
Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.