233025hp2Vittoria, tre punti e ancora Balotelli. Potremmo riassumere tutto così, in modo semplice e conciso quello che è successo venerdì a S.Siro contro il Parma. Servivano necessariamente i tre punti, e i tre punti sono arrivati grazie ad un Milan discreto, che ha avuto il merito di rischiare poco e ha avuto dalla sua un po’ di fortuna, per una volta.

Ma andiamo con ordine. Il cardine della vittoria di Venerdì è lo stesso che, con la sua assenza, a Cagliari ci aveva fatto soffrire e tanto. Tutto ruota attorno a Riccardo Montolivo, davvero monumentale davanti alla difesa, ruolo che a quanto pare gli si addice perfettamente visto il rendimento. Il Monto prende per mano la squadra per tutti i novanta minuti e fa più che bene il suo lavoro sia in fase offensiva che in fase di ripiegamento; migliore in campo anche senza goal, per quell’autorità guadagnata sul campo, con merito. Torna ad essere quantomeno apprezzabile anche la prestazione di Boateng, che con il cambio forzato di posizione trova il suo abitat migliore; gioca più avanzato e beneficia maggiormente dei buchi lasciati dagli avversari. L’unico neo è che lì non ci potrà giocare più, quindi urge un lavaggio del cervello a Prince per convincerlo che può far bene anche a centrocampo e che un giocatore non si giudica solo dai goal. Finisco l’apologia rossonera con l’elogio a Balotelli, perché oltre al goal fa tutto il lavoro sporco necessario a tenere su la squadra, a creare i giusti spazi per l’inserimento dei compagni. Niente da dire…solo che spero nella giusta ciliegina sulla torta fra una settimana.

Discorso a parte lo merita Niang, troppe volte lasciato da parte nei discorsi positivi che riguardano il Milan. Il lavoro del giovane francese è quello che probabilmente ha contribuito maggiormente a farci crescere nelle ultime giornate, dato che replica tutto quello di buono che fa El Shaarawy sua sua fascia, goal esclusi. Due giocatori così presenti in attacco e allo stesso tempo in difesa possono essere la chiave fondamentale per portare la squadra a livelli altissimi. A questo proposito, mi permetto una idea provocatoria: perché non pensare ad un 4-2-3-1? D’altronde il punto debole di questo schema sono i tornanti, che devono svolgere il doppio lavoro offensivo e difensivo; su questo aspetto, i due giovanissimi hanno tutte le carte in regola. In più, abbiamo già detto della capacità di Montolivo di sapersi sacrificare, di saper ricoprire quel ruolo così delicato davanti alla difesa. Ciò che ne ricaveremmo in più sarebbe la presenza del trequartista, che possa essere Bojan o Boateng, in grado di dare ulteriori sbocchi alla nostra squadra e in più infastidire i portatori di palla avversari quando partono dalle retrovie. È una provocazione, lo so, e probabilmente rimarrà tale.

A questo punto aspettiamo di sapere i risultati degli altri per capire domani a che distanza saremo dal terzo posto, o se magari lo abbiamo già raggiunto. La testa adesso va necessariamente al Barcellona, con una piccola paura per la difesa che continua a ballare e a prendere goal sempre è comunque. Bisogna fare meglio, tirare fuori tutto ciò che abbiamo, e provare a scrivere una pagina clamorosa della nostra storia. Siamo il Milan…ricordiamocelo, e portiamo in alto i nostri colori!

Nicco

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

39 Comments

  1. Borgofosco

    Bisogna fare meglio, tirare fuori tutto ciò che abbiamo, e provare a scrivere una pagina clamorosa della nostra storia. Siamo il Milan…ricordiamocelo, e portiamo in alto i nostri colori!
    Caro Nicco che dirti oltre che bravissimo!
    Concordo al 99% con te. Mi sono tenuto l’ 1% perché potevi dare anche un piccolo merito alla società che da tempo ha individuato, in Riccardo Montolivo, il ‘capitano’ di un futuro che per il Milan sarà, secondo me, grandioso e pieno di soddisfazioni per tutti i tifosi rossoneri!

    1. Più che alla società, direi al Presidente Berlusconi che ha preso questa decisione prima di Milan-Juventus e soprattutto è stato il primo a credere in Riccardo in quella posizione, nonostante molti scetticismi. Ci ha visto bene, ci ha visto giusto, ci ha visto lontano.

    2. Nicco

      Ti ringrazio!!! 😉

  2. Fa proprio male al cuore guardare la classifica e immaginare dove saremmo potuti essere senza il fattore Allegri.

    O se anche noi avessimo trovato per strada un Barzagli, un giocatore da due soldi che diventa un leader.

    1. ti meravigli???si sta solo avverando quello che dicevamo noi quando eravamo in zona retrocessione… chi giudica la situazione in maniera oggettiva difficilmente sbaglia; ma per avere un giudizio oggettivo bisogna essere liberi da ossessioni…

  3. Eh certo, il fattore Allegri, non col fattore squadra di merda. Con un altro saremmo sulla luna! Per esempio, all’inizio del campionato c’era Zeman, poi il piagnone del Napoli, grande motivatore e stratega, si vede bene. Ci sono anche stati sogni sullo scienziato delle merde!
    Cazzo, che intenditoroni di calcio!

    1. fattore Allegri o no, devi ammettere di aver sbagliato e dovresti chiederci scusa per come ti rivolgevi a noi(anche insultandoci) quando parlavamo di squadra da posto champions!!!

      1. Chiedere scusa a voi, quando darete i meriti a tutti quelli che devono averli. Non soltanto al pedopresidente!
        Comunque, non vorrei farti risvegliare bruscamente dal tuo (nostro) sogno, ma ancora a quel posto, non ci siamo arrivati eh!

        1. se mi avessi letto in qualche commento precendente sapresti benissimo che per me in questa ripresa del milan anche allegri ha dei meriti( l’invenzione di constant terzino, la gestione di niang e el shaarawy e l’accantonamento di boamerd e nocerino). ma nella prima parte della stagione non ha indovinato una mossa.

          non si siamo arrivati ma stiamo lottando per quel posto, ed è già tanto.

        2. Ti ho letto e tu sai benissimo cosa penso di Allegri, quindi non dovresti venirmi a chiedere nessuna scusa!

    2. Ma come fai a dire certe cose, ma non la vedi la classifica???

      Daiiiiii, come fate a continuare con questa storiella, siete patetici… mi dispiace per voi ma nonostante le cessioni di Thiago Soldi e Pannolimovic SIAMO ANCORA LI’… e l’anno prossimo…

      A me Zeman non è mai piaciuto, Mazzarri mi piace, da anni ottiene sempre il massimo, mentre Minimiliano è in debito di uno scudetto. Mazzarri mai esonerato, tra l’altro.

      1. Diavolo1990

        Con Mazzarri e la squadra dell’anno scorso si faceva il triplete

        1. Si, questa è come quella di Messi sopravvalutato!

        2. Bitcha

          Diavolino ma se invece di scrivere sta cagata, impiegavi il tempo che ci hai messo per pensarla e scriverla a guardarti chessò, un porno asiatico con una thailandese con due zinne giganti, ma non sarebbe stato meglio?

      2. La classifica la vedo eccome, ma conta quella finale! Spero che sia come dite voi alla fine!
        Allegri ha vinto più di piagnone Mazzarri! E si vede il massimo che ottiene: quando devono vincere, non lo fanno mai!

  4. L’allenatore non conta non può fare miracoli, dicevano a settembre.

    Ora è: l’allenatore ha fatto il miracolo! Evviva evviva Allegri!

    Gira gira la frittata, gira gira la frittata.

    1. Io non ho mai detto che l’allenatore non conta!

  5. Lo scienziato delle merde è a due su due contro Allegri nei derby.. vediamo di non fargli tre su tre e non far fare ad Acciuga quattro su quattro di sconfitte che ancora mi brucia l’epica impresa di perdere contro l’inter di Ranieri.

    1. Beh, tanto bravo, ma è sempre li, mica chissà dove. Ed è molto criticato anche dagli stessi tifosi delle merde!

  6. E se non arriveremo in Champions ripartiremo dal tridente più giovane e forte della serie A, due ottimi terzini, un gran centrocampista, basterà aggiungere un buon centrale, una buona mezzala e un portiere e il futuro sarà nostro. Non male per una squadra che nelle vostre previsioni doveva fare 15 punti meno di quelli che attualmente ha.

    1. Di terzini ne abbiamo uno passabile e con poca esperienza. Constant, non è un terzino ottimo! Il gran centrocampista, in verità è accettabile, ma demoralizzante pensando al passato anche recente! Centrale dove? A centrocampo? Serve come il pane! In difesa invece, ne servono due!

  7. Penso pure io che con un allenatore più sveglio e competente ce la giocheremo con il Napoli per il secondo posto (e non è detto che non possa comunque accadere). Sicuramente Allegri è la principale causa dell’ inizio di stagione disastroso. La sua lentezza nel capire modulo, giocatori e rosa pesa come un macigno a maggior ragione del fatto che è scadente come motivatore.

    In questi anni io ho stimato 10-12 punti persi per colpa sua. Quest’ anno anche di più. Quelli dei miracoli sono gli allenatori di Lazio e Napoli altro che il nostro.

  8. Ma è davvero bravo stramerdoni. Uno scienziato e gran motivatore. Si vede benissimo!

    1. che sia scarso è fuori dubbio ma che allegri con questo qui ha perso due volte su due anche deve far pensare….

      1. E allora? Alla fine arriviamo davanti!

        1. speriamo

        2. È gia successo eh!

  9. Bitcha

    un solo allenatore al momento in Serie A è da considerarsi superiore, e sto parlando di Vladimir Petkovic.

    Gli altri sono tutti più o meno allo stesso livello…

    Mazzarri?? La sua filosofia fatta di difesa ai limiti del catenaccio, e ripartenze paga dividendi, in Italia specialmente… poi arrivano le partite in cui la difesa e ripartenze le fanno gli altri, e vedi oggi la Sampdoria che fa un figurone, e in settimana il Viktoria Plzen che gliene fà 3 a domicilio, sta filosofia si sgretola come un cracker.

    Stramaccioni?? Ho già detto tutto…

    Montella?? Ha cannato alcune prove di maturità importanti, tipo sabato scorso con la Juve dove invece di fare esattamente le stesse cose che ha fatto all’andata, ne ha combinate di cotte e di crude.

    Il nostro allenatore è esattamente al livello di questi tre (oddio Stramaccioni per me è più scarso di Ballardini in verità)….

    1. Non ci capisci una mazza di calcio Bitcha: sono tutti dei grandi e sanno motivare i giocatori. E poi non sbagliano mai! Vai a nanna vai!

    2. più o meno concordo con te bitcha… anche se montella lo vorrei vedere in una big!

      cmq è ufficiale io <3 Borja Valero!!!

  10. Il Milan è superiore all’ Inter. Ed è anche nettamente più avanti nel processo di ringiovanimento avendo già smaltito tutti i senatori. Il mercato in più ci ha dato Balotelli che da solo ci ha portato 7 punti.

    Ritengo Stramaccioni superiore in tutto ad Allegri. La coppa Uefa pesa come un macigno per una squadra non attrezzata come l’ Inter costretta a far giocare sempre i soliti (di cui molti vecchi). Un minimo di onestà intellettuale non guasta. Il fatto che Allegri sia davanti a Stramaccioni non centra.

    In ogni caso in questo momento il vero avversario è Montella perché la Fiorentina è infinitamente più forte dell’ Inter

  11. Borgofosco

    Ragazzi….sento odore di impresa. Il clima della squadra è buono…. ‘il principe di Caravaggio’ ha chiamato a raccolta i suoi guerrieri. ‘Monto’ è concentrato, determinato e vuole dimostrare d’essere all’altezza dei fuoriclasse catalani e soprattutto di Xavi e Fabregas. Flamini è stato contaminato proprio dal ricordo di qel Milan Arsenal 0-2. Mathieu vinse allora e vuole ripetersi però con risultato favorevole al Milan. Ignazio vuole sfidare Dani Alves nei 100 metri piani. C’è euforia ed un sano ottimismo.
    Poi…Stephan ci sarà. Messi VS El Shaarawy? No! Milan VS Barça sarà sempre e comunque spettacolo perché si incontrano due tre le squadre europee più titolate!
    FORZA MILAN !!!

  12. Ecco appunto. Non dimentichiamoci che la partita che conta è quella di domenica per il derby.
    Non vorrei si sprecassero troppe energie in una sfilata internazionale.

    La storia specialmente quella recente insegna e non vorrei ripetere certi errori

  13. Per essere competitivo al Milan gli servono 2 centrali forti, due mezzali e soprattutto un grande allenatore. Montella entra di diritto fra i grandi allenatori

  14. La classifica la vedo eccome, ma conta quella finale! Spero che sia come dite voi alla fine!

    E se non fosse così? Che fai?
    Rassegnati, arriveremo comunque almeno venti punti sopra quello che immaginavate voi catastrofisti della minchia.
    Io dico che non arriviamo terzi e che non sarà assolutamente un problema. Doveva essere una stagione di sofferenza e paura e invece è una stagione di piacevoli scoperte e classifica dignitosa.

    Abbiamo battuto la Juve, se battessimo l’inter, magari il Napoli e arrivassimo quarti o quinti io non avrei molto da lamentarmi. Una positiva stagione di transizione.

    Altro che contare i punti della salvezza come facevano i tuoi amichetti.

    1. “E se non fosse così? Che fai?”

      Ma cosa vuoi che faccia? Farò quello che fai tu! Certo, se ti avessi a portata di mano, un bel pò mi divertirei!

      “Rassegnati, arriveremo comunque almeno venti punti sopra …”

      Si vedrà, ma dimenticati che questo possa dispiacermi e di sicuro, il gran merito sarà di ALLEGRI!

      “….e arrivassimo quarti o quinti io non avrei molto da lamentarmi…..”

      Nemmeno io: avevo detto: tra il quinto ed il decimo! Quello in più è bravura, sia dell’Allenatore, sia dei brocchi che hanno dato tutto!

  15. Se non arriviamo terzi è un dramma te lo dico io.

    Per i bilanci per il mercato e per gli sponsor.

    Lascia fare i catastrofisti. Sanno una sega. L’ obbiettivo minimo (ma giusto minimo) d’ inizio stagione era il terzo posto e va centrato considerando anche che dalla coppa italia siamo usciti presto e che presto usciremo dalla champions.

    Attenzione alla Fiorentina e a Montella.

    La fiorentina gioca un grande calcio ed ha un grande allenatore

    1. Borgofosco

      Calma e gesso ‘canterano’…sai benissimo che un eventuale successo, che non significherebbe illudersi di passare il turno, avrebbe un tale impatto, sull’autostima dei milanisti, che potrebbe dargli forze insperate anche per raggiungere l’obiettivo che sta a cuore a tutti, prima di ogni altra cosa, la partecipazione alla prossima Champioms League dove potremo contare sul top player Mario Balotelli. Questo non significa rinunciare ad una impresa che riempirebbe d’orgoglio tutto, ma proprio tutto, l’ambiente rossonero. Infatti già lo stadio tutto esaurito, da tempo, la dice lunga su quanto i milanisti tengano a giocare SEMPRE la Champions League.
      ps. se soltanto almeno per una volta la coppia centrale rispettasse un parametro caro a Nereo Rocco: la concentrazione sugli avversari da marcare deve iniziare già nei giorni precedenti alla partita e terminare un’ora dopo che la partita è conclusa. Se Mexes e Zapata riusciranno a rispettare questo semplice parametro…ne vedremo delle belle! FORZA MILAN

  16. il napoli ha udinese(a udine) e juve…. occhio che se le sbaglia entrambe si portrebbe ritrovare anche lei in mezzo al gruppone champions!!!

Comments are closed.