31 ottobre 1993, stadio Marassi. La corazzata Milan guidata dal grande Fabio Capello va a Genova per la difficile gara contro la Sampdoria. Difficile fino a un certo punto, ovviamente, visto che il Milan è primo in classifica con la Juventus che però le sta subito dietro. E’ un Milan che appare ai più invincibile, che può permettersi di mettere ogni tanto in tribuna fuoriclasse assoluti del calibro di Rijkaard, Boban, Savicevic, Laudrup e Donadoni. Per questa partita Capello decide di lanciare Brian Laudrup e Savicevic, che insieme promettono di dare spettacolo. E i rossoneri iniziano alla grande grazie ad Albertini, che all’11’ porta in vantaggio i rossoneri con un bel tiro da appena dentro l’area che si infila sotto la traversa. I rossoneri, fino a quando l’arbitro non diventa il protagonista (in negativo) della gara dominano in lungo e largo, ed è Laudrup a raddoppiare al 25′: solita azione strepitosa della più grande ala italiana di tutti i tempi, Donadoni, che dalla sinistra salta il suo marcatore e poi di esterno mette al centro una palla che il danese controlla prima di scaraventare in rete con un preciso rasoterra. La partita sembra finita vista anche la totale superiorità dei rossoneri, e invece l’arbitro decide di rovinare tutto. Al 56′ Gullit in evidente fuorigioco mette al centro per Katanec, che di testa batte Ielpo. Poi viene fischiato un fallo inesistente di Costacurta su Mancini, ed è lo stesso attaccante doriano a trasformare dal dischetto. Infine la ciliegina sulla torta: Mancini stoppa un pallone di mano e lancia Gullit, che con un bel diagonale batte per la terza volta Ielpo. Il Milan esce sconfitto in una partita assurda, che avrebbe dovuto stravincere ma che per colpa degli errori arbitrali perde. E per una giornata diventerà secondo in classifica. Storica l’arrabbiatura di Baresi in una trasmissione sportiva, forse l’unica volta che ho visto il Capitano così adirato fuori dal campo.

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini, Rossi (55′ Bertarelli), Gullit, Vierchowod, Sacchetti, Lombardo, Katanec, Platt, Mancini (89′ Serena), Evani. All.: Eriksson
MILAN: Ielpo, Panucci, P. Maldini, Albertini, Costacurta, Baresi II, Donadoni (87′ Al. Orlando), Boban, Laudrup, Savicevic (64′ Massaro), Simone. All.: Capello
Arbitro: Nicchi
Reti: 11′ Albertini, 25′ Laudrup II, 56′ Katanec, 71′ rig. Mancini, 78′ Gullit

Posted by elbonito