[match id=1810]

[liveblog]

SI TORNA AL CAMPIONATO DOPO MALAGA, AVVERSARIO PER EVITARE LA SETTIMA SCONFITTA STAGIONALE IL GENOA DEL PRESIDENTE PREZIOSI, CHE PIU’ DI BERLUSCONI HA DATO GIOCATORI A QUESTO MILAN. TANTI EX IN CAMPO, DA BOATENG A EL SHARAAWY, DA CONSTANT A MERKEL CON BORRIELLO IN TRIBUNA. SEGUITE CON NOI LA SFIDA DEGLI EX, SABATO SERA, DALLE ORE 20.45, SU ROSSONEROSEMPER

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter

2 Comments

  1. Si può vincere senza tirare mai in porta? Ho visto solo un colpo di testa alto…

  2. Sul live di Raffaele avremmo ricavato questo nostro commento da sprovveduti e meschini tifosi del Milan!

    Il nostro commento
    Il Milan scende in campo impaurito oltre ogni ragionevole timore. Sulla fascia destra Zapata dimostra che deve crescere molto se vuole diventare un giocatore da Milan. Bonera pian piano prende coscienza d’essere lui il punto di riferimento di questa sgangherata difesa. Mentre Mario Yepes perde troppo spesso la trebisonda e commette errori che, come abbiamo visto con Acerbi, potrebbero costare carissimo al Milan.
    Gli esterni sono confusi, forse a causa del nuovo modulo. Abate se la cavicchia mentre Antonini, oltre a prendere colpi da ko come fosse un pugile, è totalmente fuori dagli schemi. Molto meglio il sorprendente Constant. Ma abbiamo ammirato un nostro ex Primavera. Sampirisi che però gioca nel Genoa.
    Dei due centrali in mediana Montolivo continua a crescere e sta assumendo sempre più la posizione del ragionatore mentre De Jong fa corti e facili passaggi laterali, non si propone mai per un lancio smarcante o per un inserimento senza palla. Conoscevamo altro giocatore nella nazionale olandese.
    Una sola volta fa’ quel che deve con continuità! Ma invece del possibile rigore si becca una ammonizione.
    Le note più positive vengono dal tridente offensivo. Emanuelson si danna l’anima sulla fascia destra mettendo continuamente in ambasce Antonelli e Moretti. Una prova di carattere che ha una sola ombra quando si spaventa per l’uscita di Frey e non si avventa in area, impavido, per ottenere un penalty oppure per fare gol. Pato, secondo noi è la nota più positiva! Non fa moltissimo ed è lontano dal Papero che ci entusiasmava. Ma ha dimostrato di essersi ritrovato sul piano fisico. Quel canchero di Mazzoleni gli nega un rigore lapalissiano. Se avesse anche realizzato su penalty ora saremmo qui a glorificare Alexandre. Ora arriviamo ad El92. Una prestazione faraonica. Un impegno ed una abnegazione degne dei grandi giocatori del Milan del passato. Un piccolo fenomeno, ma questo noi lo diciamo da due anni. Auguri Stephan per i tuoi ventanni, te li facciamo di cuore anche perché questa sera hai dimostrato di meritare le ovazioni che la curva ti ha dedicato.
    Dulcis in fundo Pazzini ed Allegri. Un fiorentino ed un livornese che stanno cercando di capire cos’è Milano, cosa sono le squadre di calcio meneghine e cosa significa poter essere considerati allenatore e giocatore da Milan. Ancora non ci siamo. Ma se la società ha scelto questa strada noi abbiamo il dovere di pazientare ed attendere che tutto il team cominci a comportarsi da Milan e dia quelle gioie di cui, in primis il presidente, visto cosa gli stanno facendo, e successivamente i tifosi che anche questa sera hanno sofferto le pene dell’inferno!

Comments are closed.