Allegri mi sta piacendo. Per adesso il nuovo allenatore del Milan si sta dimostrando intelligente, capace e per nulla in difficoltà, nonostante sia stato catapultato in un mondo totalmente diverso da quello a cui era abituato e soprattutto all’interno del quale regna il caos più totale. Ma Max non si è fatto impressionare, sa bene che appena arrivato non si può permettere di mandare a quel paese tutto e tutti, ma allo stesso tempo manda frecciate evidenti a società, dirigenza e calciatori facendo sempre il gentile e l’educato (e fa benissimo). Si è esposto su Gattuso (gli ha detto che non sa se giocherà 10,15 o 45 partite), ha chiarito che Ronaldinho se vuole giocare deve allenarsi seriamente (non basta il talento), ha detto in modo palese che la rosa cosi com’è non va bene, sta facendo sudare tutta la squadra come mai è stato fatto negli ultimi anni e soprattutto sta lanciando, in punta di piedi, qualche giovane interessante.
E’ vero, alcune frasi di elogio nei confronti di SB stridono un pochino, ma credo sia comprensibile che dica certe cose: l’allenatore di una squadra appena arrivato non può mettersi subito contro il presidente. La contestazione contro la società spetta a noi tifosi, non certo al mister. Lui deve pensare a far rendere al meglio quello che ha a disposizione (pochino), speriamo ci riesca.

Posted by elbonito