Devo ammettere che in questo periodo sono sempre riuscito a sgusciare via dall’argomento nazionale (almeno per quanto riguarda i miei post). Ho preferito continuare a occuparmi delle vicende di casa Milan (per quanto fosse possibile trovare qualcosa di interessante in quello che sta succedendo da noi). Ora però, parlare di Milan sarebbe di troppo, dovrei soltanto ripetere fino alla nausea le solite cose. Aspettiamo, aspettiamo con pazienza (e  rassegnazione) che cambi qualcosa, che Bisoli-Cellino-Allegri risolvano i loro cazzi, così quantomeno avremo un allenatore. Se penso al Milan in questo momento mi viene in mente un’immagine strana, che in realtà non c’entra niente, però mi rimbalza in testa. Mi viene in mente una strada di Milano il giorno di ferragosto: serrande abbassate col cartello “chiuso per ferie” e quattro gatti in giro per la città. C’entra poco, però il senso di abbandono, di desolazione è lo stesso. Salvo poi che Milano dopo qualche giorno torna ai soliti ritmi, noi chissà quanta vacanza faremo ancora…

Ma dicevo, devo parlare di Nazionale. Non che mi crei ‘sto grande entusiasmo, anzi… A dire la verità, gli azzurri li seguo in occasione di Mondiali ed Europei e nulla più: ammetto di non guardare quasi mai le partite di qualificazione, men che meno le amichevoli ad minchiam. Poi di solito quando si entra nel vivo delle competizioni mi appassiono di più, fino a raggiungere i livelli del 2006 in cui ero entrato in perfetta simbiosi con Cannavaro&co. Fu una sensazione particolare perchè era la prima volta che la vivevo, ero pazzo di gioia, tanto che pochi giorni dopo la notte di Berlino mi chiedevo: e ora come cazzo faccio a tornare a tifare Milan, dopo aver gioito, festeggiato e abbracciato  interisti e  juventini? Ovviamente, tempo qualche settimana e tutto tornò normale. Al primo derby (metà ottobre) ero presente allo stadio a inveire contro Materazzi che non si decideva ad abbandonare il campo una volta espulso.

Poi quell’anno ci fu la Champions, altra emozione grandissima. Dovessi scegliere ora tra una vittoria del Milan e della Nazionale non avrei il minimo dubbio a dire il Milan tutta la vita, ma non dimentico le emozioni pazzesche di quel 2006. Diciamo che mi bastano quelle come tifoso degli azzurri.

Tutto questo per dire? Per dire che quando si inizierà a fare sul serio mi appassionerò di più, non c’è dubbio. Anche se in effetti una nazionale con un CT oggettivamente stronzo, un Capitano che andrà a svernare in Dubai l’anno prossimo, con tanti giocatori bolliti e tanti comprimari, non è proprio il massimo. Pazienza, sicuramente entro l’inizio della prima partita tutte queste cose le metterò da parte per lasciare spazio al tifo.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ITALIA – MESSICO

Mondiali Sud Africa -7:  Italia-Messico (Rai1), in campo anche Spagna e Germania ITALIA (4-2-3-1): 1 Buffon; 2 Maggio, 23 Bonucci, 5 Cannavaro, 19 Zambrotta; 21 Pirlo, 6 De Rossi; 15 Marchisio, 9 Iaquinta, 10 Di Natale; 11 Gilardino. A disp.: 14 De Sanctis, 13 Bocchetti, 3 Criscito, 17 Palombo, 8 Gattuso, 22 Montolivo, 7 Pepe, 18 Quagliarella, 20 Pazzini, 12 Marchetti, 24 Sirigu, 25 Cassani, 26 Cossu, 27 Borriello, 28 Rossi. All. Lippi

Mondiali Sud Africa -7: Italia-Messico (Rai1), in  campo anche Spagna e Germania MESSICO (4-3-3): 13 Ochoa; 2 Rodriguez, 4 Marquez, 5 Osorio, 3 Salcido; 6 Torrado, 18 Guardado, 16 Juarez; 17 G. dos Santos, 11 Vela, 14 Hernandez. A disp.: 1 Perez, 7 Barrera, 8 Castro, 10 Blanco, 12 Aguilar, 15 Moreno, 19 Magallon, 20 Torres, 21 Bautista, 22 Medina, 23 Luis Michel. All.: Aguirre.

ARBITRO: Johan Verbist (Belgio)

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ITALIA – MESSICO

Mondiali Sud Africa -7:  Italia-Messico (Rai1), in campo anche Spagna e Germania ITALIA (4-2-3-1): 1 Buffon; 2 Maggio, 23 Bonucci, 5 Cannavaro, 19 Zambrotta; 21 Pirlo, 6 De Rossi; 15 Marchisio, 9 Iaquinta, 10 Di Natale; 11 Gilardino. A disp.: 14 De Sanctis, 13 Bocchetti, 3 Criscito, 17 Palombo, 8 Gattuso, 22 Montolivo, 7 Pepe, 18 Quagliarella, 20 Pazzini, 12 Marchetti, 24 Sirigu, 25 Cassani, 26 Cossu, 27 Borriello, 28 Rossi. All. Lippi

Mondiali Sud Africa -7: Italia-Messico (Rai1), in  campo anche Spagna e Germania MESSICO (4-3-3): 13 Ochoa; 2 Rodriguez, 4 Marquez, 5 Osorio, 3 Salcido; 6 Torrado, 18 Guardado, 16 Juarez; 17 G. dos Santos, 11 Vela, 14 Hernandez. A disp.: 1 Perez, 7 Barrera, 8 Castro, 10 Blanco, 12 Aguilar, 15 Moreno, 19 Magallon, 20 Torres, 21 Bautista, 22 Medina, 23 Luis Michel. All.: Aguirre.

ARBITRO: Johan Verbist (Belgio)

Posted by LaPauraFa80