17 giugno 1970, Città del Messico, stadio Azteca. E’ la semifinale del mondiale, tutta l’Italia è davanti alle televisioni, e rispetto alle edizioni precedenti la novità era proprio il fatto che le partite si potevano anche guardare (qualche fortunato addirittura da casa sua), non solo ascoltare alla radio. Erano anni tutto sommato belli quelli, l’Italia era al culmine del boom economico degli anni ’50 e ’60, si stava bene rispetto ai decenni precedenti. E’ l’anno del primo volo commerciale del Boeing 747 targato Pan Am, in Italia viene trasmesso, per la prima volta, il telequiz Rischiatutto. E poi entra in vigore il Trattato di non proliferazione nucleare (pensate un po’, ancora non si è risolto quasi niente) e si scioglie il più grande gruppo musicale di tutti i tempi: i Beatles.

I mondiali per l’Italia non erano andati bene fino a quel momento, nonostante gli azzurri si qualificarono per primi. Solo 4 punti in 3 partite, qualificazione ottenuta solo per la manifesta inferiorità degli avversari (vittoria con Svezia, pareggi con Uruguay e la cenerentola Israele!). Poi, come spesso capita alla nostra nazionale, si va in crescendo con la vittoria per 4 a 1 ai quarti contro i padroni di casa del Messico.

Contro la Germania Ovest Valcareggi mette fuori ancora una volta Rivera (Pallone d’oro l’anno prima) e inserisce Mazzola dall’inizio. Azzurri in vantaggio dopo 8 minuti grazie a Boninsegna, e partita che sembra già in cassaforte. La Germania, infatti, prova ad attaccare ma il catenaccio italiano e le grandi parate di Albertosi ci salvano.  Fu però Karl-Heinz Schnellinger, grandissimo difensore del Milan, a pareggiare al 92′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Partita che va ai tempi supplementari, e che rimarrà alla storia come la più emozionante di tutti i tempi. Prima segna Muller, poi pareggia Burgnich, poi è Riva con una strepitosa azione solitaria a portare in vantaggio gli azzurri. Quando la vittoria sembra sicura arriva il pareggio di Muller ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con la complicità di Rivera che, sul palo, non copre bene la porta. Albertosi se la prese con il suo compagno di squadra, che a quel punto prende il pallone e nell’azione successiva finalizza un’azione corale che porta al definitivo 4 a 3 per l’Italia.

Ecco cosa scrisse Gianni Brera su Rivera il giorno dopo: “Effettivamente Rivera va tolto dalla difesa. Io non ce l’ho affatto con il biondo e gentile Rivera, maledetti: io non posso vedere il calcio a rovescio: sono pagato per fare questo mestiere. Vi siete accorti o no del disastro che Rivera ha propiziato nel secondo tempo?”

Per la cronaca, l’Italia fu travolta in finale dal Brasile, con Rivera che fu vergognosamente inserito solo nel finale di gara al posto di Mazzola, giocatore di gran lunga inferiore come qualità e carattere. Ma pazienza, uno spazietto nella storia, grazie a quella grande semifinale, ce lo siamo guadagnati lo stesso.

Italia: Albertosi, Brugnich, Facchetti (capitano), M. Bertini, Rosato, Poletti, Cera, Domenghini, Mazzola ( Rivera al 1′ s.t.), Boninsegna, De Sisti, Riva. All. F. Valcareggi.
Germania: Maier, Vogts, Patzke (Held al 19′ s.t.), Beckenbauer, Schnellinger, Schulz, Grabowski, Seelr (capitano), G. Müller, Overath, Löhr (Libuda al 6′ s.t.). All. H. Schön.

Marcatori: Boninsegna all’8′ p.t., Schnellinger al 45′ s.t., 4′ 1t.s. G. Müller, Burgnich all’8′ 1.t.s.,Riva al 14′ 1t.s., G. Müller al 5′ 2s.t., Rivera al 6′ 2t.s.

Arbitro: Yamasaki (Messico)

Posted by elbonito

56 Comments

  1. di queste vecchie partite ne parlate senza averne viste nemmeno mezza, questo spiega l’incompetenza in materia. Questa è storia non demenziale opinionismo.
    se invece volete parlarne, cercate almeno di essere obbiettivi e smettete di parlarne da tifosoni ciechi e st…… come quando dite:
    “Mazzola, giocatore di gran lunga inferiore come qualità e carattere.”
    sciaquatevi la bocca quando parlate di cose di cui avete la assoluta ignoranza. Please.

  2. Partita che ha fatto la storia, mio zio mi ha fatto un testa tanta quando ero piccolo…

    Intanto, i soliti coglioni…

  3. Mazzola non era di gran lunga inferiore a Rivera. Però era inferiore.

    Apocal, io la partita la vidi (non è vero che poteva farlo soltanto qualche fortunato, a quei tempi la TV ormai ce l’avevamo tutti), ma ero piccolo, non potevo giudicare come lo farei adesso. Tuttavia le cronache parlano di un blocco Inter abbastanza numeroso che caldeggiò Mazzola. E Valcareggi, convinto che i due non potessero coesistere, s’inventò l’obbrobriosa staffetta: uno avrebbe giocato nel primo tempo, l’altro nel secondo. Poi però, incomprensibilmente, lasciò in panca Rivera per quasi tutta la finale (si dice appunto che ci fu lo zampino dei vari Facchetti, Burgnich, ecc. ecc., ma chissà?).

    Comunque c’è ancora una targa, da qualche parte dello Stadio Azteca, che ricorda quella memorabile partita.

  4. ecco, almeno tuo zio la partita l’aveva vista e i giocatori li conosceva

  5. in fatto di carattere, uno che veniva soprannominato l’abatino non mi sembra il massimo, poi per carità, io rivera l’ho sempre considerato secondo solo a maradona. un conto è elogiare giustamente rivera, un altro è spregiare uno come mazzola solo perchè è interista e non per altri motivi di merito. il tifoso è il solito beota, sia milanista che interista che di altre strisce

  6. Sempre zio dice che Sandro Mazzola non aveva preso niente dal padre Valentino, a detta sua il migliore di sempre.

  7. marcovan, io non mi riferisco a chi si poteva permettere tv o meno, io c’e lavevo, in bn, ovviamente.
    quello che a quel tempo si chiamava staffetta, oggi è considerata sostituzione, oggi sostituire giocatori all’ultimo minuto è di norma.
    ho visto la partita in real-time e rivista nel tempo come replica, come tutte le partite dal risultato roboante il risultato è stato determinato più da errori difensivi che da prodezze di campioni

  8. per quanto riguarda valentino, non sono abbastanza vintage per averlo visto e quindi preferisco non parlare di cose che non conosco

  9. Rivera fu soprannominato abatino, da Gianni Brera, solo perchè non lo riteneva adatto al gioco duro ed al catenaccio che usava a quei tempi, pensando che fosse troppo raffinato e tecnico.
    Io, ritengo che Rivera, sia l’unico giocatore d’altri tempi che non sfigurerebbe tra i campioni veri di oggi. E lo dico proprio perchè l’ho visto giocare. Ho visto giocare anche Mazzola ed un pò gli era inferiore, tecnicamente!
    Ricordo che mi guardai quella partita, a casa da solo, seduto per terra ad un metro dalla tv.

  10. ed al catenaccio che usava a quei tempi

    Forse, nell’inter di oggi, sarebbe stato perfetto!

  11. apocal, che mazzola fosse inferiore a rivera è storia, non opinione. se vuoi possiamo dire che quel “di gran lunga” è scritto da un milanista accanito come me, ma rimane il fatto che rivera era più forte sotto tutti i punti di vista. e il fatto che fosse soprannominato l’abatino non ha niente a che vedere col suo immenso carattere. rivera è sempre stato la guida di noi milanisti, più di baresi, maldini e liedholm, e questo dice tutto.

    marcovan, la maggior parte delle persone che mi hanno parlato di quella gara mi dissero che la videro in un bar e che la tv, per entrare nelle case di tutti tutti italiani, ci mise ancora qualche anno…
    ma se mi sono sbagliato su questo particolare chiedo scusa.

    a proposito apocal, quella partita l’avrò vista ameno 150 volte. e non solo i supplementari come il 99% delle persone, ma dall’inizio alla fine, perchè mi ha affascinato molto il sistema difensivo degli azzurri in quella gara.

  12. Apocal, per quanto riguarda il possesso della TV, mi riferivo al post, non al tuo commento.

    e rispetto alle edizioni precedenti la novità era proprio il fatto che le partite si potevano anche guardare (qualche fortunato addirittura da casa sua)

    intendevo che non soltanto qualche fortunato poteva permettersi la TV.

    Solo una precisazione. 😀

  13. No no Elbonito, era solo per precisare, figurati… 😀

  14. Chiamiamoli televisori 😀 😀

  15. sadyq, ho detto che ritengo rivera inferiore solo a maradona, o non vi va un cazzo bene nemmeno questo ❓
    eppoi criticavate la megalomania di mourinho, buffoni come lui

  16. marcovan, macchè qualche fortunato, mio padre faceva il facchino e la tv ce l’avevano già tutti, raccontatele giuste

  17. elbo, lo sai perchè hanno fatto vedere solo sempre i supplementari ❓
    perchè i tempi regolari avevano fatto semplicemente cacare, altro che targa memorial all’atzeca

  18. ok apocal , su quella cosa della tv evidentemente ho scritto una cosa inesatta, la tv potevano permettersela in molti.
    mio padre, per fare un esempio, se la poteva pure scordare, e le partite se le guardava nel circolo della DC del suo paesino (e non era democristiano 😀 )!

    su rivera dai, ognuno la pensa come vuole, ben vengano tutte le opinioni…

  19. Apocal, ho spiegato perchè è stato soprannominato abatino ed ho espresso il mio pensiero su Rivera. Che ho detto di male?

  20. elbo, lo ripeto per l’ennesima volta, rivera è stato secondo solo a maradona, cos’altro volete, il culo ❓
    oppure volete che vi dica che era dio, come i beoti dell’altra parte dicevano di LLLLLLLLLLLLLLUI ❓

  21. Ok apocal, ho capito il tuo pensiero…ho interpretato male i tuoi primi commenti, capita

  22. non c’è di che, elbo

  23. Nomi di giornata per il nostro mercato: Adebayor, Van der Wiel e Van der Vaart.
    Aggiungiamoli alla lista. 😕

  24. LPF

    Quando si dice una coincidenza: quella da te postata è esattamente la TV in cui vidi la partita citata nel post (anche se non credo che ci fosse una gran varietà di marche all’epoca). Ricordo che in quella TV non esisteva il secondo canale (semplicemente perché non esisteva in RAI un secondo canale). Accendevi la TV e dovevi attendere parecchi minuti prima che potessero apparire le immagini. Altri tempi, non necessariamente più brutti di adesso, anzi…

  25. Quando si dice una coincidenza: quella da te postata è esattamente la TV in cui vidi la partita citata nel post

    Minchia… 😯

  26. Se davvero arrivassero Van der wiel e van der vaart cambierei opinione su societa e dirigenza…ma tanto non arriveranno, lo sappiamo

  27. Macchè elbi, son solo due dei tantissimi nomi da aggiungere alla lista…niente di più.

    Pensa te che per velocizzare i tempi dell’arrivo di Allegri oggi dobbiamo “tifare” Cesena per far sì che venga direttamente in A e si liberi Bisoli.
    Cioè, non so se mi spiego…il Milan che deve attendere le menate di Cagliari e Cesena..!

  28. …Van der wiel e van der vaart cambierei opinione su societa e dirigenza…

    Io non sarei così precipitoso. Diciamo che comincerei a seguire con un filino di interesse in più le mosse societarie, niente di più.

  29. beh marcovan, diciamo che sarebbe quanto meno la prima mossa positiva dopo 4-5 anni. riprenderei almeno un filo di speranza….

  30. Ritornato!

  31. Bentornato, avvocato.

  32. grande bari 😉

  33. Cesena in A diretto, quindi Bisoli dovrebbe liberarsi per Cagliari a breve e Allegri potrà essere ufficializzato. Vediamo quanto ci metteranno.

  34. Ivan Basso, campione del ciclismo e tifoso rossonero, ha legittimato la sua superiorità nella cronometro odierna conquistando il Giro d’Italia 2010. Sincere e felici congratulazioni da parte di tutti i Milanisti!

    bentornato Bari2020 sei tornato ne giorno della promozione dei tuoi amici leccesi…. 😉

  35. Vedremo ai controlli, se Basso avrà vinto il giro.

  36. Vedremo ai controlli, se Basso avrà vinto il giro.

    Esatto, non si sa mai…

  37. Consiglio a tutti su Sky Sport 1, Milan-Real vecchie glorie.
    Dopo 6 minuti vince il Milan con gol di Simone e Rui Costa.
    In campo Baresi, Cafu, Maldini, Serginho, Boban, Evani eccetera eccetera.

    Serginho e Cafu sarebbero titolari anche oggi… 🙄

  38. Per chi crede ancora nel ciclismo, non guardi questo video 🙄

    httpv://www.youtube.com/watch?v=G0NXGTKnwGY&feature=popular

  39. Mazzola di gran lunga inferiore all’Abatino…ahahahahahah :mrgreen:

  40. Cancellara lo vidi la prima volta alle olimpiadi mi sembra, o comunque ad una manifestazione dove si assegnavano medaglie, e mi impressionò e mi appassiono tantissimo una sua rimonta di 30 e passa kilometri di distacco dal terzo posto, fece un recupero strepitoso! ora forse ho capito come… che schifo -.-”

  41. Non credo che Cancellara adotti quel sistema spiegato nel video, anche perchè la batteria del meccanismo che viene posta nel tubo ha un peso piuttosto elevato, anche se senza dubbio il guadagno in termini di watt è notevole.
    Riguardo alle immagini, il modo con cui scatta alla Roubaix è sospetto ma non noto nessun movimento strano, non mi sembra che schiacci nessun pulsante. Poi penso che le biciclette a fine o a inizio corsa vengano controllate per il loro peso, che non deve essere inferiore ai 6.8 kg, e sicuramente un ciclista che adotta un sistema simile verrebbe sgamato. Boh

  42. Il ciclismo non ha grande credibilità, potrebbe essere tutto vero.
    Il peso penso sia il minore dei problemi, o meglio potrebbe pure darsi che inventino congegni che pesino poco…boh.
    Non mi fido molto del ciclismo 😉

  43. Diavolo1990

    Eccomi qui vi sono mancato? :mrgreen:

  44. ci, si sei mancat, non avevamo nessuno da prendere in giro.

  45. Nemmeno io mi fido del ciclismo, più per doping degli atleti che delle biciclette, ma bisogna sempre tenere in considerazione che lo sport più finto che esista è il calcio, su questo non ci sono dubbi

  46. furbino il cancellara

  47. ma bisogna sempre tenere in considerazione che lo sport più finto che esista è il calcio, su questo non ci sono dubbi

    Quindi noi siamo un branco di deficienti, che ci mettiamo anche a discutere per questo sport.

  48. Diavolo1990

    Sui casini di ieri: sto leggendo. Invito tutti a darsi una calmata. P.s. Il blog su splinder era di LPF qui è condiviso 50-50 non siamo più su splinder.
    Sul video di cancellara: ne sto parlando con l’autore (tanto più che di quel canale ho l’accesso anche io ci facciamo un po’ di pubblicità 😆 ) poi vi faccio sapere.

  49. lo sport più finto è il ping pong dove le palle so truccate

  50. Ma neanche stavolta, uno squaletto…….

  51. Quindi noi siamo un branco di deficienti, che ci mettiamo anche a discutere per questo sport.

    Di qualcosa bisogna anche discutere, no?
    Che il calcio sia un mondo finto fino al midollo, beh questa è storia.

  52. nel pingo pongo truccano le palle, pe falle piu’ pese i cinesi le riempiono con una siringa di merda squacquera.

  53. Serginho e Cafu sarebbero titolari anche oggi

    e pensa che per sostituirli furono acquistati jankulowski e oddo…. 😯

    ma avete coraggio ancora a parlare di ciclismo? per me da 10 anni non esiste proprio come sport

  54. E’ uno sport che ha sempre avuto quel tipo di problema, il ciclismo, mica solo dagli ultimi 10 anni.
    Più che altro c’è da chiedersi che cosa uscirebbe fuori se facessero lo stesso numero di controlli anche negli altri sport.
    A me non è mai piaciuto ma rimane uno sport epico, per uomini di fatica. E non dimentichiamoci che fino agli anni 50-inizio 60 è stato il nostro sport nazionale, molto più del calcio.
    La gente si divideva molto più tra Coppi e Bartali che non tra Juve e Torino, purtroppo il ciclismo ha perso quel tipo di atleti in grado di coinvolgere il pubblico

  55. il ciclismo è lo sport più faticoso ed è un sport dove se non sei un campione non sei nessuno perciò molti cercavano scorciatoie…. quella di cancellara per me è una cagata quel movimento della mano si usa per cambiare marce…per dirla tutta ci sono dei sospetti su quello che assumeva armstrong nella sua carriera ma non sarà provato mai niente….

    d’accordo inoltre che non ci sono più atleti come pantani che convolgevano la gente, ma rima per me uno dei sport più spettacolari….

  56. NUOVO POST

Comments are closed.