Bestia nera degli ultimi anni, ma al momento alle nostre spalle. Visto il momento delle due squadre, l’Atalanta di Gian Piero Gasperini è probabilmente la favorita nella sfida di oggi a Bergamo.

Si gioca alle 18, con il vantaggio (per entrambe però…) di conoscere già il finale di Fiorentina-Cagliari di tre ore prima. L’ex squadra di Kessié, Conti e Bonaventura si è “riciclata” egregiamente anche quest’anno, pur trovandosi due posizioni sotto per la risalita dell’Inter e il punto in meno del Milan, lo scorso anno alle spalle. Con la Champions fuori tiro per le due sfidanti, il rischio che tutte vogliono evitare – Fiorentina compresa – è il settimo posto che con i preliminari (qualcuno ha detto Craiova e Shkendija?) allungherebbe parecchio la stagione. E “per fortuna” che non ci sono i Mondiali, almeno per noi…

3-4-1-2 per Gasperini, con: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante; Barrow (Ilicic), A. Gomez. Petagna e Spinazzola tra gli indisponibili. 4-3-3 per il Milan con: G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia (Locatelli), Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu. Arbitro Guida di Torre Annunziata, con Fabbri-Giallatini al Var. In chiave europea, Roma-Juve (alle 20.45) e Crotone-Lazio sono le sfide da seguire, con i calabresi in lotta per non retrocedere, che a loro volta terranno le radioline puntate su Verona-Udinese, Torino-Spal e Bologna-Chievo. Oltre che su Firenze dove il Cagliari terzultimo, come detto, è impegnato alle 18.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014