Sono 291 le gare disputate finora, tra gare ufficiali e tornei amichevoli vari, tra Milan e Inter. Il Diavolo e l’acqua santa (e “onesta”, aggiungerei) si affrontano per la terza volta in questa stagione.

Come sono andate le altre due lo ricordano tutti: 3-2 per l’Inter in campionato con rigore nel finale e maglia di Icardi mostrata al pubblico, 1-0 per il Milan in Coppa Italia grazie alla zampata di Cutrone nei supplementari. Sfide molto equilibrate quelle degli ultimi anni, con assoluta parità (3 vittorie per parte e quattro pareggi) negli ultimi dieci scontri diretti, dove quasi sempre ci si è divisi la posta in palio nell’arco del campionato. Si arriva a questa sfida con l’Inter avanti in classifica, ma meno “corazzata” del girone di andata dove era a ridosso della testa e con un Gattuso in più sul fronte milanista.

Abate per lo squalificato Biglia l’unico cambio tra i convocati rispetto a Torino. 4-3-3 confermato, con un possibile scambio sulla sinistra. G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Montolivo, Calhanoglu/Bonaventura; Suso, Cutrone, Bonaventura/Calhanoglu. Ballottaggio Cutrone-Kalinic (!) e come si diceva possibile ritorno ad ala di Bonaventura, in difficoltà nelle ultime uscite. Di là si va verso la conferma del 4-2-3-1 con: Handanovic; Cancelo, Miranda, Skriniar, D’Ambrosio; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi. Si gioca nel “balordo” orario delle 18.30. Arbitro Di Bello, con il duo Valeri-Schenone al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014