Torna la sfida infinita che per molti aveva “sostituito” il derby d’Italia prima di questi ultimi anni. Milan e Juventus in campo alle 18 per l’undicesima giornata di campionato.

Dopo quattro anni senza soddisfazioni, da quel successo nel 2012 firmato Robinho in piena rimonta di fine andata, la scorsa stagione è finita con due vittorie per parte; per il Milan, l’andata di campionato e la finale di Supercoppa (che portano il marchio rispettivamente di Locatelli e Pasalic) e le due sconfitte per 2-1 in Coppa Italia e al ritorno; quest’ultima con il controverso rigore per fallo di mano di De Sciglio nel recupero. Nel mezzo, l’estate dello “scambio” De Sciglio-Bonucci (che non ci sarà stasera) e dei vari acquisti. Matuidi, Costa e l’oggetto misterioso Howedes per la Juve, rosa rivoluzionata per il Milan.

Conti, Bonaventura e Calabria infortunati, Bonucci come detto squalificato. Il 3-4-2-1 del Milan potrebbe presentarsi così: G. Donnarumma; Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Abate, Kessié, Biglia, Borini; Suso, Calhanoglu; Kalinic. Possibile anche la presenza di Musacchio dietro, con Borini largo a destra e Rodriguez a sinistra. Solito 4-2-3-1 per la Juve con: Buffon; Lichtsteiner, Rugani (Barzagli), Chiellini, Asamoah; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. Assenti Howedes e Benatia, oltre al mai visto Pjaca. Arbitrerà Valeri, con il duo Di Bello-Vuoto al Var. Roma-Bologna l’anticipo serale, mentre domani si giocheranno Benevento-Lazio, Napoli-Sassuolo e Verona-Inter.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014