Terzultimo sforzo alle 20.45 di stasera, dopo la figura poco encomiabile rimediata contro la Macedonia. Scutari è il teatro dell’ultima partita del girone G, dove le posizioni sono ormai interamente decise.

Spagna al mondiale, Italia agli spareggi, e tutto anche per via di un sorteggio che ha catapultato gli azzurri nella seconda urna ai tempi, a causa del ranking Fifa. Non sempre veritiero (vedi alla voce Belgio all’Europeo) ma tuttora lo strumento da cui discende tutto il resto. E fare punti per evitare sorpassi di formazioni meno “nobili” stasera è fondamentale; tra le seconde Danimarca, Irlanda del Nord e di fatto Grecia (con Gibiliterra la vittoria dovrebbe essere una formalità) sono dietro e non possono superarci. Occorre però mantenere alle spalle una tra Croazia, Slovacchia e Svezia, possibilmente vincendo.

C’è da sperare che ai proclami di riscatto segua la prestazione in campo. Incertezza tra la conferma del 3-4-3 e il ritorno al 4-2-4, in quest’ultimo caso l’undici probabile sarebbe: Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Zappacosta; Parolo, Gagliardini; Candreva, Immobile, Eder, Insigne. Panucci risponde con un 4-4-2 che vede Berisha; Hysaj, Ajeti, Veseli, Agolli; Kace, Memushaj, Latifi, T. Xhaka; Sadiku, Llullaku. Arbitra il norvegese Moen, mentre nel frattempo si aggiungono alla pattuglia delle qualificate al Mondiale (saranno 26 prima degli spareggi, europei e intercontinentali) anche Egitto e Costa Rica.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche “Destinazione” da ottobre 2014